Con l’artista Cuomo al SyArt – Sorrento Festival 2019

11/ – 9 giugno: SyArt – Sorrento Festival 2019; un tourbillon di emozioni di arte e colori in movimento. 

E con l’artista Francesco Cuomo si rinnova, per il secondo anno consecutivo, l’appuntamento con i colori e le emozioni per il Contemporary Art in Motion, un progetto digitale basato su una particolare tecnica di animazione digitale: il video mapping. 

Francesco Cuomo-arte in movimento-Sorrento

Francesco Cuomo-arte in movimento-Sorrento

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SORRENTO – Si rinnova, per il secondo anno consecutivo, l’appuntamento con i colori e le emozioni dell’artista Francesco Cuomo, per Contemporary Art in Motion, che si è inaugurata sabato 11 maggio scorso a Villa Fiorentino di Sorrento e durerà fino al 9 giugno prossimo.

Contemporary Art in Motion è un progetto basato su una particolare tecnica di animazione digitale: il video mapping. La peculiarità, rispetto ai precedenti esperimenti di video 3D, è che gli elementi prendono vita; i protagonisti delle opere si muovono, si costruiscono, si animano operando uno straordinario coinvolgimento di chi li osserva, un’esperienza a 360 gradi, che cattura il visitatore fino a farlo sentire parte del racconto artistico animato.

collezione-francesco-cuomo-artista-contemporaneo-la-serenità

collezione-francesco-cuomo-artista-contemporaneo-la-serenità

Cinque le opere che verranno presentate, ispirate ad un tema tanto caro all’artista: “La serenità“. La “serenità questa sconosciuta” o la “serenità” luogo di etereo piacere che avvolge e prende l’artista o chi, anche se non è un artista è sensibile all’arte qualunque essa sia? Di sicuro quella di Francesco Cuomo: l’artista dei colori; è la seconda, e ancora una volta egli apre se stesso e lo spunto diventano i versi di una poesia composta dallo stesso artista che recitano:

“La serenità non mi appartiene e sai perché? Io so vivere solo così, per la sola voglia di incontrarti”.

Ad accompagnare l’artista è regista Enrico Agresta. L’evento ha inaugurato l’edizione 2019 della manifestazione d’arte contemporanea, SyArt – Sorrento Festival, in programma dall’11/5 al 9/6.

……………….. … …………………

Francesco Cuomo Classe 1973, nato a Eboli (Sa), artista Contemporaneo, da oltre un ventennio con le sue opere d’arte, seduce e stupisce le Gallerie d’Arte contemporanea in giro per il mondo, Stoccolma, Parigi, Shangai, Basilea, Firenze, Roma Berlino fino alla Blender Gallery di Atene, ambasciatore di un progetto innovativo e ambizioso: vivere d’arte creando arte da vivere. È tra gli otto “migliori talenti d’arte contemporanea 2010”, secondo LUXOTTICA nell’ambito del progetto internazionale “A work of Persol”.

Nel 2015 ‘Crea by Francesco Cuomo’, una startup innovativa premiata nel 2014 da Invitalia che si fonda su un modo rivoluzionario di concepire “l’arte contemporanea trasformata in pregiati oggetti di design da collezione“, puntando sulle nuove tecnologie nel processo produttivo e sull’e-commerce come veicolo per diffondere il racconto ironico e variopinto del quotidiano.

Nei suoi occhi, il verde delle colline della Toscana ed il profumo del sud, terra feconda per il suo processo creativo. Poeta ironico e pittore contemporaneo, Francesco Cuomo, oltrepassa i confini del verso e della tela sperimentando un concetto di Arte quotidiana, dal sapore di antico e moderno insieme. «Semplicemente per amore», così parla della sua ispirazione.

La mia visione dell’arte – spiega Cuomo – sposa a pieno la filosofia delle imprese pronte a cogliere l’innovazione quale strumento di crescita e valorizzazione per le risorse umane. La creatività, da sempre, rappresenta per me un elemento che trova applicazioni pratiche nella quotidianità“.

Sorrento, 14 maggio 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente