Emergenza Sanità: In pericolo i Livelli di assistenza in provincia di Salerno

Emergenza estiva per le strutture sanitarie e Ospedali in provincia di Salerno.

L’allarme è delle segreterie aziendali dell’ASL Salerno e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno della CISL-FP perché non si attuano le direttive del Commissario Iervolino e del DG Longo. 

Giuseppe Longo-Mario Iervolino

Giuseppe Longo-Mario Iervolino

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “Estate arrivata e i provvedimenti previsti sono ancora al palo. Purtroppo nel mentre Mario Iervolino Commissario ASL e Giuseppe Longo Direttore Generale AOU Salerno hanno dato chiare indicazioni già dai mesi di febbraio e marzo di compulsare gli organismi paritetici per affrontare la problematica e attivare procedure finalizzate ad affrontare la materia, come sempre accade nelle nostre aziende sanitarie, nessuno delle direzioni strategiche ha dato seguito a quanto da loro disposto – affermano i segretari aziendali della CISL FP dell’ospedale Nocera/Pagani Ferrara Vincenzo, Fortino Gerardo e Baccaro Umberto e la cosa mostra senza tema di smentita la inadeguatezza della dirigenza sanitaria ed amministrativa deputata alla organizzazione delle strutture sanitarie. Speriamo che nel breve periodo vi sia una immediata inversione di tendenza che parta dalla Regione Campania atteso che la circolare emanata riguardo all’utilizzo dei medici o è stata scritta in un particolare momento di obnubilazione del sensorio   o da qualcuno che spera ancora che si possa fare la sanità con i fichi secchi.”

La ipotesi di attivare reclutamenti con procedure informatizzate è l’unica strada perseguibile nel breve periodo per far fronte all’emergenza – incalzano i segretari dell’AOU Salerno Iannone Raffaele, Lopez Giovanni e Antonio Napolima se i bandi non vengono pubblicati si corre il rischio di andare oltre i termini utili per fronteggiare il problema. Siamo fiduciosi su una rapida presa d’atto della necessità di attivare la procedura immediatamente, altrimenti sarà come portare i coccodrilli in Egitto.”

………….. … ……………

IMG_20190614_111005

IMG_20190614_105121

IMG_20190614_105147

………….. … ……………

SALERNO, 13 giugno 2019

Prot. N°708

                                Al Direttore Generale AOU Salerno

                                Al Direttore Sanitario 

Alla RSU

Oggetto: emergenza estiva e carenza grave di personale

In riferimento all’oggetto si richiama l’attenzione sulla mancata attivazione delle procedure di reclutamento informatizzate finalizzate a garantire una risposta immediata per far fronte al particolare periodo estivo, per sopperire alla carenza di personale e al fine di garantire qualità delle prestazioni sanitarie nell’ente.

Si invita a porre estrema attenzione alla materia e garantire una immediata attivazione delle predette procedure atteso che altrimenti, come già presumibilmente si può ipotizzare, i tempi non saranno adeguati a finalizzare una risposta immediata alle esigenze organizzative.

La stessa Regione Campania con la Circolare n° 0362471 del 7 giugno u.s.- allegata – invita a reclutare all’interno delle aziende personale medico per inviarli ai pronto soccorso, ma senza ulteriori incrementi di prestazioni aggiuntive ex art. 55 CCNL di area, come se non fosse risaputo che tali attività hanno raggiunto limiti intollerabili e senza alcun controllo in nessuna azienda.

Pertanto si invita a dare un impulso diverso a chi ha l’onere di gestire una tale situazione tanto complessa quanto intricante nell’ipotizzare nuovi modelli atti a tentare di risolvere i problemi organizzativi resi sempre più improbabili se non governati.

Nel ribadire la nostra massima disponibilità ad assumerci responsabilità su tali aspetti, consci del fatto che solo attraverso percorsi condivisi è ipotizzabile una probabile soluzione all’annoso problema dell’adeguamento degli organici ai fabbisogni assistenziali.

I delegati RSU CISL FP

Il Segretari dei Terminali Associativi Iannone Raffaele – Antonio Napoli – Lopez Giovanni

…………. … …………

Nocera, 13 giugno 2019

Prot. N° 707

Al Commissario Straordinario ASL Salerno

Al Sub Commissario Sanitario

Al Direttore Sanitario PO Nocera/Pagani

Alla RSU

Agli organi di stampa

Oggetto: emergenza estiva e carenza grave di personale

In riferimento all’oggetto corre l’obbligo di sottolineare che nonostante vari tentativi di addivenire ad un confronto per definire un piano emergenziale per far fronte al periodo estivo, allo stato nulla è stato fatto, niente è stato proposto e alcunché è stato attivato per sopperire alla grave carenza di personale e al fine di garantire qualità delle prestazioni sanitarie nel più grande e complesso ospedale dell’ASL Salerno.

A più riprese abbiamo tentato di invitare l’attuale direzione strategica a predisporre un piano assunzionale straordinario e purtroppo allo stato dobbiamo stigmatizzare che nonostante gli impegni assunti con le organizzazioni sindacali nessuna procedura informatizzata è stata attivata per la qualcosa se ne chiede una immediata attivazione atteso che altrimenti, come già presumibilmente si può ipotizzare, i tempi non saranno adeguati a dare una risposta immediata alle esigenze organizzative.

Cosa ancor più grave è la mancanza di un piano di accorpamenti di reparti e di riduzione di posti letto, unica strada perseguibile in presenza di carenza d’organico, resa ancor più ingravescente dalla circolare n° 0362471 del 7 giugno u.s. della Regione Campania -allegata – con la quale si invitava a prendere il personale medico e inviarli ai pronto soccorso, ma senza ulteriori incrementi di prestazioni aggiuntive ex art. 55 CCNL di area, come se non fosse risaputo che tali attività hanno raggiunto limiti intollerabili e senza alcun controllo in nessuna azienda.

Purtroppo la situazione del più grande presidio ospedaliero dell’ASL Salerno meriterebbe maggiore attenzione anche riguardo all’adeguamento degli organici al fabbisogno assistenziale, processo che dovrebbe essere governato con un maggiore impegno e una diversa determinazione.

Pertanto si invita a dare un impulso diverso a chi ha l’onere di gestire una tale situazione tanto complessa quanto intricante nel ipotizzare nuovi modelli atti a tentare di risolvere problemi organizzativi resi sempre più improbabili se non governati.

Spiace dover ribadire la nostra massima disponibilità ad assumerci responsabilità su tali aspetti, consci del fatto che non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare sempre le stesse cose.

I delegati RSU PO Nocera/Pagani

Il Terminale Associativo CISL FP

Vincenzo Ferrara – Gerardo Fortino – Baccaro Umberto

…………. … ………….

Salerno, 14 giugno 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente