E da Eboli le prime adesioni per Renzi e L’Italia Viva

Arrivano da Eboli le prime adesioni per il nuovo Partito di Matteo Renzi PSI-L’Italia Viva.

Il Giovane  Vito Maratea già componente della Direzione regionale dei giovani Dem: “Con Matteo Renzi, costituiremo comitato”. I “grandi” stanno osservando, poi decideranno se seguire Renzi o i De Luca ‘s.

Matteo Renzi-Vito Maratea

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Ormai è fatta. L’ex segretario nazionale del PD ed ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha costituito i gruppi parlamentari al Senato e della Camera, grazie al”prestito” del simbolo del PSI, partito che aveva partecipato alle ultime elezioni politiche. In tutto sono una 40ntina i parlamentari che hanno abbandonato il PD e pare che un’altra decina lo faranno nei prossimi giorni.

Tuttavia l’operazione meditata è portata a segno non ha scosso di molto l’opinione pubblica e i sondaggi, almeno i primi, hanno dato un magrissimo risultato (3.8%), poi per quel che valgono e chi ci crede ancora si vedrà in seguito. Intanto è un’operazione politica partita dall’alto e ora deve trovarsi una base. In Campania poi con la presenza di Vincenzo De Luca diventa più complicato per i novelli renziani. Qui il potere è liquido e il Governatore lo distribuisce a bicchieri, a bottiglie, a casse e a botti, a secondo della vicinanza al cerchio magico. In provincia idem, a Eboli non ne parliamo ad aver avuto un fiasco di potere liquido è il Direttore dell’azienda Improsta Luca Sgroia. E il resto del Partito Democratico, che fine ha fatto? Dileguati, e tra chi aspetta con il bicchiere in mano e chi con le bottiglie e le casse, il PD è sommerso, non c’è nemmeno una sede e ora con l’adesione del giovane Vito Maratea si inizia daccapo? Non lo sappiamo, basta solo aspettare.

«Ho iniziato a fare politica all’età di 15 anni, l’ho fatta e la faccio per passione, perché credo che la politica sia l’unico strumento per poter cambiare le condizioni del paese in cui viviamo.
Mi sono avvicinato al Partito Democratico quando, all’età di 16 anni, un giorno mi ritrovai a Giffoni Valle Piana a tavola con un giovane Sindaco di Firenze pieno di energia, passione ed entusiasmo. Questo giovane sindaco era Matteo Renzi. – Si legge in una nota che il giovane Maratea ci ha inviato –

Da quel giorno il partito democratico è stato la mia casa politica, un’esperienza che mi ha dato tanto in termini di crescita politica e personale. – prosegue l’ex dirigente Giovani Dem – Sono stato per ben due volte membro della direzione regionale dei giovani del PD e vice segretario del circolo cittadino.
Non dimenticherò mai le battaglie fatte sui tanti temi, le infinite primarie, le tante cose belle fatte in questi anni.
Così come non dimenticherò mai le tante lotte interne che hanno portato il partito ad allontanarsi dai territori e dalla gente, per concentrarsi solo nelle guerre tra correnti. Non dimenticherò i tanti amici che mi hanno accompagnato in questa straordinaria esperienza, non dimenticherò i tanti ragazzi, che come me, si sono avvicinati al partito e poi si sono allontanati perché poco apprezzati e valorizzati.

Oggi è il momento della scelta, – aggiunge – costruire una nuova identità politica, che dia spazio ai giovani, che parli alla gente e che ascolti i territori oppure continuare a stare in un partito che si è sempre di più allontanato dalla realtà. Io, dopo una intensa e combattuta riflessione, ho deciso di dare il mio contributo alla costruzione di una nuova stagione, ho deciso di aderire ad #ItaliaViva, perché credo ancora nella politica vera, quella fatta di entusiasmo e passione, quella che rende partecipe i giovani, che include e non esclude.

Matteo Renzi, da presidente del consiglio, ha dato vita ad una stagione di riforme importanti, e sono convinto che attraverso questo nuovo soggetto politico tantissime altre cose si possono fare.
Con alcuni amici stiamo già lavorando alla creazione di un comitato di azione civile, aperto ai giovani, alla società civile e ai professionisti che hanno voglia di dare il proprio contributo, nei prossimi giorni si costituirà – conclude Vito Maratea – ufficialmente. Chi fa la politica per passione non può restare nel limbo dell’indecisione, non può stare fermo a guardare, deve mettersi in gioco, in discussione, deve portare avanti sempre le proprie idee. Viva L’ITALIA VIVA!»

Eboli, 20 settembre 2019

7 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Come al solito c’è sempre chi vuole salire su un carro, non importa quale, basta solo salirci. E cercare di non cadere mentre i cavalli galoppano fuoriosamente, impazziti per un auriga impazzito che usa la frusta a più non posso… POVERA ITALIA.

  2. Azz, vista l’autorevolezza del personaggio ebolitano, c’è da mettersi paura.
    Cabaret di periferia.

  3. Ma per cortesia, questo mocciosetto, a malapena riesce a masticare un chewing gum. Stamm accis.

  4. Povero Renzi,passare dall’endorsement di Obama a quello di Maratea credo sia veramente troppo.
    Va bene punirlo… Ma così è troppo!

    • BELLA QUESTA, UN RAGAZZO CHE CERCA VISIBILITA’ E BASTA!
      SE MARATEA E’ IL LEADER AD EBOLI ALLORA STANNO MESSI PEGGIO DEL PD.

  5. eboli non poteva non dare il suo contributo visto il numero di geni che ha

  6. Chi sa se è farina del suo sacco o se è spinto dagli zii Pasquale e Pierino infante. A proposito di Pasquale: tutt appost?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente