Bonus 1000 € per i lavoratori autonomi della Campania

Emergenza Coronavirus, arriva dalla Regione Campania il bonus da 1000 euro per i lavoratori autonomi. 

Il provvedimento è stato pubblicato ieri sul Burc con scadenza l8 maggio 2020. Il Bonus una tantum per i lavoratori autonomi della Campania che esercitano attività professionali è cumulabile con gli altri incentivi messi in atto dal Governo nazionale. De Luca: “Un aiuto concreto per la ripresa economica della Campania“. 

Vincenzo De Luca

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

NAPOLI – Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca: “Un aiuto concreto per la ripresa economica della Campania“. E dopo la sua instancabile battaglia che sta conducendo in favore del distanziamento sociale e proteggere i campani dall’epidemia da Coronavirus, la realizzazione in tempi brevissimi di Covid Center in tutta la Regione portando al raddoppio dei posti di Terapia intensiva, De Luca, non passa giorno che non emana un provvedimento che in maniera concreta incide positivamente in favore della ripresa. Incentivi alle Imprese, aiuti agli immigrati per garantire loro condizioni adeguate al loro impegno lavorativo nei vari comparti, aiuti alle Famiglie, aiuti ai disabili, aiuti ai giovani, aiuti ai pensionati minimi portando gli assegni a 1000 euro, oggi giunge il bonus ai lavoratori autonomi:

e mentre le altre Regioni si avviano e discutono per ritornare alla vita normale, facendo i conti con scandali e polemiche per la cattiva conduzione della crisi epidemica per De Luca già si è nella fase 2 sperando che il Governo Nazionale lo imiti per decisionalita’ e soprattutto per la concretezza e le misure adottate.

Campania Bando bonus professionisti

È stato pubblicato sul BURC n. 81 del 15 aprile 2020 il D.D. n. 54 del 15 aprile 2020, relativo all’avviso per l’assegnazione del bonus di mille euro una tantum ai lavoratori autonomi che esercitano attività professionali, cumulabile agli incentivi, le indennità e le agevolazioni emanate a livello nazionale in favore di questi destinatari con il ACODE_DL n. 18 del 17 marzo 2020, e con il ACODE_DL del 28 marzo 2020, a seguito dello stato di emergenza dichiarato con il DPCM del 31 gennaio 2020.

Hanno diritto al bonus i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere titolari di partita IVA attiva alla data del 23/02/2020
  • aver dato inizio alla propria attività prima del 1/1/2020;
  • avere sede nel territorio regionale;
  • non essere iscritto ad altra forma di previdenza obbligatoria;
  • possedere un fatturato dell’anno 2019 inferiore ad euro 35.000,00.
    Per “fatturato” del periodo si intendono i compensi professionali effettivamente percepiti secondo il principio di cassa al netto dei contributi obbligatori alla Cassa previdenziale e delle spese anticipate per conto del cliente/committente.

Gli interessati possono presentare domanda collegandosi al sito dedicato https://coniprofessionisti.regione.campania.it dalle ore 10,00 del 24 aprile 2020 alle ore 15,00 del 08 maggio 2020 salvo proroghe. La registrazione sarà possibile dalle ore 10,00 del 22 aprile 2020 e sarà necessario fornire un indirizzo PEC. A seguito dell’inserimento delle informazioni richieste, il sistema genererà automaticamente una PEC di conferma della registrazione e di comunicazione della password temporanea di accesso al sistema.

La domanda, compilata on-line tassativamente in ciascuna delle parti di cui si compone, deve essere salvata in formato .pdf e firmata digitalmente dal richiedente, caricata in piattaforma e inviata. Se il richiedente non è in possesso di firma digitale, la domanda deve essere stampata, firmata e accompagnata da copia del documento di identità. La domanda così completata dovrà  essere caricata nel sistema esclusivamente in formato .pdf e inviata. Il richiedente deve inoltre indicare nella domanda il codice IBAN del proprio conto corrente bancario o postale, intestato a se stesso, con esclusione di IBAN collegati a carte di credito/debito prepagate e/o sistemi elettronici di pagamento (es. Paypal etc.).

Si precisa che per le domande trasmesse prive di firma digitale, il processo di istruttoria utile all’erogazione del contributo potrà avere tempi più lunghi rispetto alle domande firmate digitalmente in quanto sarà necessario effettuare i dovuti controlli sull’identità del dichiarante.

Per maggiori approfondimenti, visualizza la sezione dedicata al Piano Socio Economico sul Portale della Regione Campania

Napoli, 16 aprile 2020
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente