Rinascita: No a demonizzazione di giovani e Movida

Rinascita commercianti Battipaglia: No alla demonizzazione della Movida ma fiducia ai giovani e un appello alla loro responsabilità. 

Lucia Ferraioli: “L’esasperazione e la demonizzazione della “movida” in un momento d’incertezza sociale ed economica. Ai ragazzi bisogna spiegare le cose e non colpevolizzarli, così come è stato fatto con i runners all’inizio del periodo di lockdown”.

Lucia Ferraioli 5

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «L’Associazione Rinascita commercianti di Battipaglia, nella consapevolezza di interpretare il pensiero degli imprenditori delle attività di somministrazione, invita alla stretta osservanza del distanziamento sociale onde poter soddisfare l’esigenza di socializzazione, dei giovani e dei meno giovani. – si legge in una nota dell’associazione Rinascita Commercianti Battipaglia a firma del suo Presidente Lucia FerraioliL’esasperazione e la demonizzazione della “movida” in un momento d’incertezza sociale ed economica non è un ponte verso la crescita delle nuove generazioni ma l’innalzamento di un muro tra componenti sociali di diverse età.

Ai ragazzi bisogna spiegare le cose e non colpevolizzarli, così come è stato fatto con i runners all’inizio del periodo di lockdown. – prosegue la nota di Rinascita Commercianti – I gestori delle attività di somministrazione e di ristorazione hanno esigenza di ritornare il prima possibile alla “normalità” seppure passando dall’utilizzazione dei nuovi strumenti come la consegna a domicilio, l’asporto ed il distanziamento dei tavoli anche se poco conveniente.

I gestori devono essere suggeritori di linee guida per i clienti, rispettando le direttive e coinvolgendoli affinché questo momento diventi momento di crescita culturale e sociale per la nostra città, già svuotata e depauperata della vitalità di migliaia di giovani emigrati in altre realtà. – prosegue ancora la nota – C’è una spinta dall’inizio della pandemia verso l’acquisto online, verso la salvaguardia dei centri commerciali ed un evidente ridimensionamento dei negozi di vicinato con lo spopolamento dei centri cittadini, alimentando paure e limitando la ripresa.

I politici, anche attempati, in qualche città hanno spinto, fino a qualche settimana fa al drink (Perfino i minori). Oggi sono diventati all’improvviso bacchettoni e fustigatori di costumi, desiderosi di città amorfe bisognose di pochi servizi. – aggiunge la Presidente dei Commercianti di Rinascita BattipagliaRinascita di Battipaglia lancia un appello ai colleghi commercianti a dettaglio, di somministrazione, di ristorazione, a quelli dei servizi: “promuovete e difendete la città con il suo patrimonio archeologico storico, agroalimentare e di posizione strategica. Invitate a vivere la città e le vostre attività, chiedete collaborazione ai clienti ed aiuto alle forze dell’ordine”. – conclude Lucia FerraioliLa nostra è una città forte e ce la farà con l’aiuto di tutti».

Battipaglia, 27 maggio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente