La FISASCAT CISL di Salerno scrive al Governatore De Luca

FISASCAT CISL Salerno scrive al Governatore De Luca in merito alla convenzione Consip chiede un incontro negoziale. 

Prisco Fortino Segretario provinciale Fisascat Cisl Salerno: A Rischio posti di lavoro e la tenuta igienico-sanitaria delle Aziende salernitane. 

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – In una nota al Presidente De Luca, Prisco Fortino Segretario Provinciale della FISASCAT CISL di Salerno – rappresenta tutte le sue preoccupazioni alla luce di indiscrezioni emerse negli ultimi giorni, in merito alla volontà dell’ASL Salerno e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, di voler aderire alla Convenzione Consip per quanto attiene i servizi esternalizzati di ausiliariato, logistica e pulizia. Sono circa 1500 operatori coinvolti che con l’adesione alla succitata convenzione avrebbero un drastico taglio di ore e di personale e quindi questa decisione coinvolgerebbe altrettante famiglie, molte già in condizioni di precarietà economica e che l’attuale pandemia non ha di certo favorito. Sono operatori dell’indotto sanitario che insieme ad infermieri e medici hanno lottato braccio a braccio per salvaguardare talvolta anche la salute di chi ha operato in questo periodo pandemico, sanificando, pulendo, collaborando e spesso passando notti insonni con la paura di un contagio, ma che non si sono mai tirati indietro nel compiere il proprio dovere.

Paradossale che invece di verificare le reali e concrete esigenze che porterebbero ad una chiara evidenza di potenziare ed ampliare un servizio di valenza essenziale che si riferisce alla salubrità degli ambienti ospedalieri, mezzo deputato e pertanto essenziale per scongiurare infezioni di qualsivoglia natura, questi servizi possano essere sacrificati e condotti su un piano esclusivamente economico e finanziario. In piena epidemia si decide di tagliare sulla sanificazione. Non ci sono parole che possano giustificare una tale ipotesi. Speriamo che il buon senso prevalga ma soprattutto che sulla materia ci sia un reale confronto con le parti sociali.

Sulla questione interviene anche Pietro AntonacchioSegretario Generale della CISL FP di Salerno – il quale sottolinea la necessità di riaprire il confronto negoziale sulla materia con il coinvolgimento di tutte le organizzazioni sindacali poiché in un sistema integrato dei servizi che coinvolge tutta la complessa filiera sanitaria non si può governare a paratie stagne e senza i dovuti approfondimenti. Appalti e convenzioni devono essere rapportati ai bisogni reali e ai fabbisogni assistenziali, ma soprattutto agli obblighi che derivano dal mettere il sistema in sicurezza al fine di garantire la qualità delle prestazioni e la salvaguardia di addetti e cittadini. 

Salerno, 11 febbraio 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente