Anche al PO di Mercato San Severino chiude Chirurgia

Chiude per il mese di giugno ma  sicuramente non apre per luglio è la preoccupazione di Antonacchio e Della Porta (Cisl-Fp). 

antonacchio-della porta

POLITICAdeMENTE

MERCATO SAN SEVERINO – Purtroppo bisogna prendere atto che le attività di chirurgia di elezione al presidio Ospedaliero di Mercato San Severino sicuramente chiuderanno per il mese di giugno ma altrettanto sarà per i l mese di luglio e seguenti. Il blocco delle attività programmate saranno sospese dal prossimo mese e questo per la carenza di anestesisti, ma purtroppo bisogna prendere atto che anche per i prossimi mesi tali attività sono a rischio poiché l’organico deve essere integrato per una grave carenza di medici.

A dichiararlo è il Segretario Provinciale della CISL FP di Salerno Alfonso Della Porta e nonostante l’azienda abbia completato il concorso per il reclutamento di anestesisti. Infatti a partire dal mese di luglio saranno 3 medici anestesisti e 1 sarà reclutato a partire dal 15 dello stesso mese ma purtroppo il fabbisogno è sottostimato poiché solo per il Fucito di Mercato San Severino occorrerebbero circa 15 professionisti per programmare elezione ed emergenza al fine di poter garantire i livelli essenziali di assistenza e la qualità delle prestazioni.

Siamo certi che la direzione strategica opportunamente vaglierà complessivamente il fabbisogno di operatori del settore – incalza Pietro Antonacchio Capo Dipartimento della Sanità Pubblica e Privata salernitana per la CISL FP – anche alla luce del fatto che per lo stabilimento di Castiglione di Ravello le attività vengono garantite attraverso l’utilizzo di prestazioni in libera professione nel mentre sia al Ruggi che a Cava dei Tirreni gli anestesisti sono in numero sottostimato rispetto alle esigenze. In una visione d’insieme quindi –  incalzano i segretari della CISL Della Porta ed Antonacchio – saremo vigili affinché tutte le eccellenze dell’azienda saranno garantite al massimo coinvolgendo oltre che la cittadinanza anche tutti i sindaci dei comuni d’interesse affinché si mobilitino a garanzia dei livelli di prestazioni a tutela delle comunità di riferimento, per costruire una filiera integrata con la ASL Salerno che attualmente mostra difficoltà d’organizzazione che si riflettono negativamente sui bisogni di salite di tutta la popolazione.

Alfonso Della Porta Segretario Provinciale CISL FP Salerno

Pietro Antonacchio Capo Dipartimento sanità Pubblica  Privata 

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente