Conte (LeU): Subito stabilizzazione precari della Giustizia

Giustizia: “Subito una soluzione per i lavoratori precari“; Dichiara l’On. Federico Conte deputato LeU, che ha partecipato al Sit-in della Cgil-fp di Piazza Santi Apostoli a Roma. 

Federico Conte-Sit-in-Precari Giustizia-Roma

POLITICAdeMENTE

ROMA – I precari, operatrici e operatori del ministero della Giustizia che da anni lavorano con contratti a termine, e di proroga in proroga sono ormai arrivati quasi a scadenza del loro termine, si sono dati appuntamento ieri martedì 24 maggio in Piazza Santi Apostoli a Roma, aderendo alla iniziativa promossa dalla Cgil-fp per chiedere: “la proroga dei contratti di lavoro in scadenza, un piano straordinario di assunzioni e la stabilità occupazionale”; che scadono il prossimo giugno e per una parte a gennaio.

In gioco ci sono prima di tutto il loro diritto a un lavoro e a una vita stabile e dignitoso, ma anche il diritto di cittadine e cittadini di avere una amministrazione efficiente, iniziativa alla quale ha partecipato anche l’On. Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali, componente della commissione Giustizia della Camera che ha dichiarato a proposito: “Stabilizzare i lavoratori precari del Ministero della Giustizia, valorizzando le procedure selettive già espletate, e utilizzando le coperture finanziarie dai fondi ministeriali già appostati per assunzioni di figure analoghe. Si tratta di centinaia di figure indispensabili per il funzionamento dei servizi della Giustizia, che meritano di vedere regolarizzata la propria posizione lavorativa”.

Ho rappresentato agli uffici del Ministero della Giustizia le richieste dei lavoratori precari che ieri hanno partecipato al presidio promosso dalla CGIL Funzione Pubblica in piazza Santi Apostoli a Roma. – Conclude Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali, componente della commissione Giustizia della Camera. – Abbiamo discusso alcune soluzioni tecniche possibili, che gli uffici si sono impegnati a vagliare attentamente, nel sentito intento di favorire, nel quadro normativo dato, la stabilizzazione dei lavoratori i cui i contratti sono in scadenza. Una condizione in cui verranno presto a trovarsi anche coloro che sono entrati a far parte dell’Ufficio del processo grazie ai fondi del Pnrr. Per questi è bene iniziare a pensare già da ora a una soluzione che assicuri alla Pubblica amministrazione il loro contributo a pieno regime. L’efficienza del sistema giustizia dipende in gran parte dal loro lavoro.

Roma, 25 maggio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente