Melchionda sull'allarme Sanità diffida i vertici Asl

E’ indispensabile intervenire con decision, è a rischio la salute dei cittadini.

Ospedale di Eboli

EBOLI – Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente Comunicato Stampa del Sindaco di Eboli Martino Melchionda, sull’allarme sanità e più specificamente sull’allarme lanciato dai sindacati e dagli operatori della Sanità, circa il ridimensionamento dell’Ospedale di EBoli rispetto ad altre realtà vicine.

L’allarme non è del tutto infondato, e non può che far piacere se il Sindaco prenda una posizione ben precisa di “frontiera” e di protesta, ma nello stesso tempo propositiva, preannunciando alcune iniziative, non ultima la discussione in un apposito Consiglio Comunale, per cercare di evitare di mortificare la realtà ospedaliera di Eboli e chi in essa ci lavora.

COMUNICATO STAMPA

‹‹Sono soddisfatto che il piano Zuccatelli abbia confermato l’istituzione dell’ospedale unico della Piana del Sele, ma nel frattempo occorre trovare immediatamente soluzioni alla gravissima crisi di organico che si registra nella sanità››.

Il Sindaco di Eboli, Martino Melchionda, lancia l’allarme sanità ancora una volta, proprio nel periodo in cui il piano ospedaliero prevede la realizzazione dell’ospedale unico della Piana, una battaglia portata avanti in prima persona dal primo cittadino di Eboli.

Inoltre, Melchionda richiama la necessità di recuperare i tanti operatori sanitari attualmente dislocati in uffici di distretti sanitari ed altri uffici.

‹E’ assolutamente indispensabile intervenire con decisione e con tempestività sulla situazione del personale nel campo della sanità pubblica ospedaliera. Diffido i vertici ASL a fare una ricognizione di infermieri dislocati in ruoli diversi e che vanno riportati tutti negli ospedali. Analoga diffida va estesa al commissario De Angelis, affinché intervenga immediatamente e riporti il personale sanitario all’interno dei reparti che devono essere restituiti alla loro sede ed alla loro funzionalità››.

Melchionda, infine, lancia un allarme e chiama tutti alla mobilitazione.

‹‹E’ a rischio la salute dei cittadini, ed inoltre appare grave l’utilizzo intenso dello straordinario, con aggravio di spesa. Eboli ed i suoi rappresentanti non rimarranno a guardare. Il Consiglio comunale di Eboli attuerà un’iniziativa clamorosa presso la sede ASL di via Nizza per protestare contro una programmazione dell’assistenza sanitaria ed ospedaliera che penalizza i cittadini, specie le fasce più deboli››.

EBOLI, 17 MAGGIO 2010

12 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente