Civica Mente. Super Cecilia e la sparizione della villa comunale

L’Associazione Civica Mente denuncia: “L’ennesima oscena bugia alla città, l’ennesimo schiaffo al quartiere di Belvedere”.

Civica Mente: “Per ora, abbiamo una sola parola: Vergogna!” 

Figura 4

POLITICAdeMENTE

BATTIPAGLIA – Ieri, 5 Dicembre, è stata la giornata mondiale del Suolo.

Non è la prima volta che questa amministrazione si sperimenti in racconti fantasiosi. Questa volta però, la Sindaca si è talmente superata che abbiamo deciso di attribuire un titolo alla sua storia, particolarmente a tema con la giornata. Ecco a voi:

Super Cecilia e la sparizione della villa comunale

Era il lontano 22 Novembre 2004 quando il Consiglio Comunale di Battipaglia a guida Liguori, allora costituito da ben 30 Consiglieri, approvò la Delibera n.125 recante l’oggetto “Lavori di realizzazione della Villa Comunale in loc. Belvedere – Approvazione progetto definitivo ex art. 16 Legge 109/94 e s. m. e i. – Adozione di variante urbanistica ex art.19 DPR n. 327/01 – Osservazioni e Controdeduzioni del RUP” (figura 1)

A presiedere il consiglio vi era allora Gerardo Motta e tra i banchi, in maggioranza e in minoranza, vi erano alcuni consiglieri attualmente in carica ed altri, parenti stretti di attuali consiglieri di maggioranza e minoranza. 

La delibera passò con 17 voti favorevoli su 22 presenti. 5 gli astenuti. (figura 2)

A quel tempo, la protagonista della nostra storia non partecipava attivamente alla vita politica cittadina ma dopo qualche anno, si poté fregiare di essere divenuta la prima Sindaco donna della città, di aver concluso un mandato intero di 5 anni e di aver adottato, dopo un’attesa di 50 anni un nuovo PUC.

Veniamo ai giorni nostri.

Nella giornata di sabato, pubblicando la classica video intervista in solitaria che ci propina da anni, la Sindaco si è cimentata nella solita serie di risposte poco precise o poco rispondenti alla realtà (di recente ha parlato in consiglio comunale del nostro mare come eccellenza, fate voi…), ma stavolta si è superata.

In risposta ad una serie di lamentele sullo strano caso di scomparsa nel nuovo PUC della Villa Comunale prevista a Belvedere, Cecilia Francese ha risposto così: Tante sono le false informazioni che vengono veicolate. […] Vicino al PalaPuglisi, dove peraltro è previsto anche il centro parrocchiale e il centro servizi per le famiglie, proprio grazie al Piano Urbanistico Comunale sarà realizzato un parco verde urbano attrezzato. In tutto insieme al PalaPuglisi a formare un cuore urbano pubblico di oltre 6 ETTARI (60.000mq.)” (figura 3)

Figura 3

Insomma, mentre i nostri concittadini di Belvedere si preoccupavano del terribile caso di sparizione della Villa Comunale prevista a Belvedere, Super Cecilia aveva già risolto tutto, trovando 6 ETTARI di “cuore urbano” (o forse libro Cuore) a disposizione della cittadinanza. La risposta perfetta alle tante “false informazioni che vengono veicolate”.

Ora, per non essere tacciati di falsità, riportiamo le informazioni che sono contenute nel nuovo PUC corredate dalle immagini dimostrative. 

Innanzitutto, la Sindaco fa riferimento al comparto edificatorio C_03_4_PA. Denominazione IACP Belvedere di Sopra. (consultabile sul documento “schede comparti” https://battipaglia.soluzionipa.it/openweb/data/PUC/Sch_G2_SchedeComparti.pdf).

Come potrete vedere da soli nelle immagini, il comparto in questione, adiacente al PalaPuglisi, prevede una superficie totale di 21.252 mq (i 6 ETTARI citati dal Sindaco, diviso 3). (figura 4)

Figura 4

Di questi 21.252mq, 8.177mq (pari al 38%) sono da destinare a Servizi Pubblici, 9.571mq sono la parte edificabile (5.743mq Residenziale, 1.914mq Commerciale e 1.914mq Direzionale), 2.527mq sono da destinare a parcheggio e, infine, 5.650mq SONO DA DESTINARE A VERDE PUBBLICO (per essere chiari, meno della superficie di un campo di calcio)

Non 60.000mq bensì 5.650mq: i 6 ETTARI citati dal Sindaco, DIVISO 10.

Abbiamo pensato allora che potesse esserci un errore nella cartografia e, senza troppa fatica, utilizzando la funzione “misura distanza” di google maps, abbiamo perimetrato l’area, ritrovandoci ancora una volta una superfice totale di 21.000mq circa (sempre i 6 ETTARI citati dal Sindaco, diviso 3). (figura 5)

Figura 5

Super Cecilia ce l’ha fatta di nuovo. Ha risolto il caso di sparizione della Villa Comunale addirittura moltiplicando per 10 volte l’area a verde realmente destinata dal PUC (meno di 6.000mq. Un rettangolo di terra di circa 50mt per 60mt). Di racconti fantasiosi, lo dicevamo all’inizio, ne abbiamo ascoltati tanti da Cecilia Francese ma il caso di sparizione della Villa Comunale l’ha elevata al rango di supereroina:

Super Cecilia, la moltiplicatrice di terra!

Tornando seri, ci chiediamo come possa essere possibile andare in televisione a mentire così spudoratamente alla cittadinanza che ti ha eletto? 

Come si possa scegliere sistematicamente di stare dalla parte opposta a quella dei cittadini (come già visto a via Domodossola sulla questione distributore di carburante)? 

Che coraggio ci vuole (ecco perché qualcuno la chiama ancora Sindaca Coraggio) a raccontare una realtà distorta dalla realtà alle persone che, come te, vivono Battipaglia? 

E, soprattutto, come si possa decidere di progettare la Battipaglia del futuro senza tenere conto delle necessità e degli impegni presi coi cittadini di un quartiere?

Di questo e di molto altro ne parleremo sabato mattina, in una conferenza stampa congiunta con tutte le realtà che hanno condiviso con noi il percorso di studio, quartiere per quartiere, del Piano Urbanistico, descrivendo tutte le osservazioni che abbiamo presentato all’amministrazione comunale. 

Per ora, abbiamo una sola parola: Vergogna!

Battipaglia, 6 dicembre 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente