il PdL ebolitano formula 10 domande al Sindaco sul Parco fotovoltaico

“Il PDL insiste per un ruolo di primo piano per Eboli e chiede a Melchionda di fare gli interessi degli ebolitani e di rispondere alle 10 domande”.

COMUNICATO STAMPA
Coordinamento cittadino PdL Eboli

EBOLI – Il Coordinamento del PDL di Eboli, per iniziativa del suo consigliere comunale Dr.Lazzaro Lenza, ha inviato tramite posta raccomandata il plico contenente i documenti utili alla commissione per esprimersi in merito alla costruzione della centrale fotovoltaica sul territorio ebolitano.  Il ricorso alla Commissione Europea da parte del pdl si è reso necessario a causa dell’esistenza di presunte gravi violazioni di legge in relazione alla mancata partecipazione dei cittadini ebolitani al progetto della centrale fotovoltaica in applicazione delle norme contenute nelle direttive comunitarie e nella Convenzione di Aarhus recepita nell’Ordinamento Giuridico Italiano.

Fabrizio Violante

La nostra battaglia osserva l’avv.Fabrizio Violante, coordinatore cittadino, è soprattutto una battaglia democratica e civile per rivendicare il ruolo di primo piano che la città di Eboli deve avere di fronte ad un progetto di costruzione ed esercizio di un impianto per produzione di energia, con tecnologia fotovoltaica, della potenza di 24 MW da realizzare nel proprio territorio in località Monte di Eboli (SA). Solo dopo il nostro intervento di criticità sull’iter procedurale il Sindaco ha dato incarico al Segr.generale di verificare la liceità del percorso tecnico procedurale, evidentemente anche il nostro Sindaco inizia a nutrire seri dubbi circa la liceità dell’iter procedurale in termini non solo formali ma sostanziali. Decisione tardiva e grave da parte del Sindaco che dimostra superficialità e carenza di capacità di valutazione degli effetti economici, ambientali e di democrazia partecipata  rispetto a progetti i cui costi ricadono unicamente su cittadini e territorio di Eboli.

Ma non è mai troppo tardi!!!

Negli ultimi giorni il coordinamento del PDL e il primo firmatario della petizione popolare il dr.Lazzaro Lenza, hanno avanzato seri dubbi sull’iter procedurale e pongono precisi interrogativi al Sig.Sindaco ancora senza risposte:

1) Perché per un’opera così importante dal punto di vista dell’impatto ambientale, l’amministrazione di sinistra ed il Sindaco non hanno consentito un’ampia partecipazione dei cittadini? Partecipazione obbligata da norme interne, comunitarie e di Trattati Internazionali

2)      Perché il progetto di impianto fotovoltaico non è stato sottoposto a dibattito consiliare?

3)      Come mai l’ass.re dell’ambiente della passata amm.ne e membri della giunta, stante le numerose e diverse dichiarazioni rese a mezzo stampa, non conoscevano minimamente il progetto di tale costruzione?

4)      Perché con un progetto di tale portata che viene costruito nel territorio ebolitano, solo il concessionario e il Comune di Salerno guadagnano ( il primo circa 3,5 milioni di euro per la vendita dei certificati verdi (valutazione anno 2008) e che diventano 12 milioni di euro se si è optato per il “Conto Energia” ,  da aggiungersi alla vendita di energia elettrica per stimati 38 milioni KWH e il secondo i ricavi per la concessione del terreno) mentre il Comune di Eboli incassa solo un misero 250.000 euro per l’ici?

5)      Perché la città di Eboli nel corso dell’accordo transattivo non ha ottenuto nulla in termini di ricavo nonostante che l’impianto venisse costruito nel proprio territorio?

6)      Dopo venti anni, nell’accordo tra le parti è stato previsto l’obbligo del concessionario della centrale di sottoscrivere un Accordo Procedimentale (241/90) relativo al ripristino dei luoghi, smantellamento della Centrale e smaltimento del silicio dei pannelli che costituisce rifiuto speciale garantito da fideiussione?

7)      Perché il Sindaco non smentisce l’ass.re Calabrese e dice chiaramente che l’impianto non porterà alcun beneficio in termini occupazionali ?

8)      Perché il Sindaco, stante i dubbi sull’iter tecnico procedurale, non comunica di voler annullare il progetto e le autorizzazioni e di voler rivedere gli accordi facendo beneficiare anche il nostro Comune in termini economici e di ricavi?

9)      Perché il Sindaco non ha informato le associazioni civiche e ambientaliste ebolitane di tale progetto e ottenuto loro un parere favorevole?

10)   Quali saranno i vantaggi per la città di Eboli derivanti dalla centrale?

Il pdl è sempre stato favorevole alle energie rinnovabili anche e soprattutto per gli obblighi del “Piano Energia Clima al 2020” ma alla condizione però che tali progetti vengano discussi e approvati dal consiglio comunale e che, nel rispetto delle leggi e norme comunitarie, ci sia stata ampia partecipazione dei cittadini.

Lazzaro Lenza

Questi e tanti altri sono stati gli interrogativi , dubbi e perplessità circa la costruzione di tale opera e per i quali, non avendo avuto mai riscontro, il pdl ha inteso interessare la Commissione Europea “Petizioni” al fine di far accertare l’esistenza di presunte gravi violazioni di legge in relazione alla mancata partecipazione dei cittadini ebolitani ad un progetto di tale portata e al rispetto di tutte le procedure di autorizzazione che riguardano l’ambiente (direttive disciplina VIA , Convenzione di Aarhus , Testo Unico Ambientale )

Tutto ciò purtroppo non è avvenuto ed ecco il perché di tale iniziativa.

Quella del PDL è sicuramente una battaglia democratica che vuole coinvolgere l’intera cittadinanza nel nome della tutela e degli interessi della sola citta di Eboli.

Ecco perché il Coordinamento del pdl chiede al Sig. Sindaco di procedere nell’autotutela decisionale annullando le determinazioni assunte dal Comune di Eboli in Conferenza dei Servizi salvaguardando gli interessi economici, ambientali e sanitari  dei suoi concittadini . Eboli, a seguito revisione degli accordi, deve svolgere  un ruolo di primo piano nella realizzazione di un  progetto di tale portata che dovrà costruirsi nel nostro territorio.

9 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Alla 4 domanda rispondo io: il suolo su cui sorge la centrale è del comune si Salerno e donato dalla famiglia Baratta. E’ suolo di altura ricco di scheletro dove si può avere solo pastorizia…credo che sia meglio l’energia viste le condizioni che vivono gli agricoltori grazie a questo pseudo-governo. L’unico che non parla sull’argomento è Vito Busillo che si è dimostrato una persona intelligente….forse sta in procinto di abbandonare la pdl altrimenti non mi spiego questa spiccata intelligenza ritrovata

  2. forse pdlosi non ha compreso la differenza tra terreno e territorio così come penso di dedicarsi più alla sua intelligenza che a quella degli altri. Cmq, bene il pdl, un’iniziativa lodevole e giusta.saluti

  3. Sembrate due extrraterrestri. non slo siete arrivati in ritardo ma ci state anche fuori con la tematica. No trattate cose più grandi di voi.

  4. Semplicemente dico e rassicuro che sono uno di extrema sinistra”Pacifico” non voterei mai Busillo e berlusconi,ma comunque il dott. Lenza e l’avv. F. Violante si danno da fare ,anche se si puo dire che fanno un po di ostruzionismo politico ma un po di ragione c’è l’hanno.Gli altri partiti stanno zitti non dicono nulla lasciano fare e dopo il complotto cercano di polemizzare. Io di sinistra dico che davanti a problemi cosi seri non esiste la destra e la sinistra esiste EBOLI siamo seri altrimenti cambiamo paese .Ma purtroppo abbiamo una classe politica che è la piu scadente che Eboli abbia avuto dal 1948 ad oggi.

  5. L’iniziativa è lodevole: mi sarei aspettato però un contributo propositivo oltre quello, per così dire, polemico ed “ostruzionistico”.
    Sicuramente la questione trasparenza è centrale, in questo come in molti altri casi: ma qual è la proposta che il PDL presenta per Eboli, quali le alternative, gli eventuali emendamenti e i progetti possibili sul tema e sulla questione concreta?
    E’ altrettanto significativo che il Sindaco abbia dato mandato al Segretario di verificare la correttezza della procedura: come mai questo scrupolo è arrivato solo ora?

  6. Francamente, più passano i giorni e più mi sembra di entrare nel politichese. Spero solo di sbagliarmi. Per il fotovoltaico sui monti di Eboli, resta in atto il tentativo di colonizzare una porzione del nostro teritorio più prezioso da parte di enti o personaggi appartenenti ad altre realtà territoriali, (Comune di Salerno) soltanto perché, giocando sul bisogno di energia pulita e sulla promessa di posti di lavoro inesistenti, si vuole realizzare un progetto che gode anche di enormi contributi pubblici. Contributi che andranno a beneficio esclusivo di chi ha ideato il progetto, non certo degli ebolitani. Al Comune di Eboli va soltanto l’obolo per il fastidio ed il rischio concreto che, passato il tempo per l’istallazione dei pannelli, se i titolari dell’impianto decidono di fallire, le scorie resteranno inerti sul territorio. Un po’ come sta succedendo con le ecoballe a Napoli: ancora in attesa di essere rimosse. Quindi va benissimo l’allarme di Lenza e del Pdl, che fanno ricorso alla Commissione Europea, come pure vanno benissimo le rassicorazioni del Sindaco di Eboli sulla verifica delle regolarità procedurali, ma l’esigenza resta quella di fare fronte comune, creando un comitato civico con Conte, lo stesso Sindaco Melchionda, le espressioni politiche rappresentative di Eboli e tutte le associazioni territoriali per arginare e neutralizzare questa pericolosa avventura.

  7. sono d’accordo con l’intervento di francesco, giuste e condivido sue preoccupazioni, ora vediamo se il sindaco ha il coraggio di di esercitare quella autotutela richiamata dal pdl

  8. @CONDIVIDO IN PIENO X UNA VOLTA IL SINDACO MELCHIONDA(pensino se hanno un po di autocritica a quello che il loro PADRONE BERLUSCONI sta tentando di fare sul nostro territorio con il NUCLEARE) , TROVO QUESTO COMUNICATO STAMPA DEL PDL fuoriluogo e ‘del tutto inutile ed in in ritardo, cercate solo di cavalcare le dificolta’ di dialettica della SINITRA un po litigiosa, al CONSIGLIERE LENZA consiglierei di ESSERE UN PO PIU’ CAUTO e’ di valutare con un po piu ‘di senso di responsabilita’ tutte le problematiche che assillano il nostro territorio.

  9. caro comunista, ma lo sai che il presidente della centrale nucleare è un senatore del pd e si chiama Umberto Veronesi e c’è un centinaio di parlamentari del pd che sono d’accordo con il nucleare? Riferiscilo al tuo amico Melchionda che non capisce neanche che è impossibile fare una cntrale nucleare in una zona sismica come la nostra, la legge non lo permette. Eboli non è serva di Salerno e di De Luca, e non si scambia la salute degli ebolitani per qualche tornaconto personale. saluti

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente