Franceschini sfida Berlusconi dal Sud e da Eboli

Dario Franceschini e il PD dal Sud e da Eboli, scegliendo un treno pendolare, rilancia la questione meridionale e sfida Berlusconi: “400 euro per i giovani e incentivi per le Imprese che li assumono”.

Eboli Discorso Franceschini

Eboli Discorso Franceschini

EBOLI – Il Segretario Nazionale del Partito Democratico Dario Franceschini irrompe in Campania e sceglie il treno, un mezzo ormai insolito, per fare un breve tour elettorale. Parte da Eboli per arrivare a Salerno, facendo brevi soste a Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano e Salerno, improvvisando brevi Comizi per dare un messaggio forte proprio dal Sud.

Ha scelto Eboli, come fece Carlo Levi nel suo libro “Cristo si è fermato a Eboli”, per raccontare quel disagio che da allora ancora vive la gente del Sud. Parlando di disagio sferra un attacco al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al suo Governo che pur avendo raccolto una stragrande maggioranza di consensi nel Sud, in meno di un anno ha sottratto al Sud con l’ICI e le quote -Latte, 20 miliardi di euro, per Franceschini –“è il Sud che dovrebbe gridare Roma ladrona”-.

Per Franceschini è ora che il Mezzogiorno d’Italia si porti al centro della discussione politica per accorciare le distanze di un’Italia che corre e un’altra che si vuole “azzoppata”. Il Sud non può essere tradito nelle sue aspettative, bisogna azzerare le disuguaglianze facendo emergere quelle potenzialità proprie del mezzogiorno e che rappresenteranno una vera spinta per il paese.

Franceschini saluta

Franceschini saluta

Dal Sud e da Eboli parte anche una proposta per i giovani Diplomati e Laureati, che sono la vera ricchezza del Paese e per questo Dario Franceschini sfida il Governo “diamo un’assegno di 400 euro per i primi 6 mesi ai giovani Diplomati e Laureati, e un bonus di 3000 euro alle imprese che li assumono”– e ancora –“bisogna trovare le risorse, potevano essere quelle che si sono sprecate per non aver voluto votare i referendum negli stessi giorni delle elezioni generali”.

Il treno deve partire e Dario Franceschini accompagnato da uno stuolo di esponenti politici e di dirigenti del PD, ha proseguito il suo “viaggio” elettorale per Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano e Salerno. In tutte le stazioni è stato accolto da centinaia di elettori e simpatizzanti, tra abbracci baci, incitazioni pacche sulla spalla e strette di mano, fino alla volta di Salerno, dove poi ha proseguito, per Roma, questa volta in macchina e non più da pendolare.

Eboli Dario Franceschini

Eboli Dario Franceschini

Ad accoglierlo, oltre agli elettori e simpatizzanti i Sindaci di Eboli e di Campagna Martino Melchionda e Biagio Luongo, gli Onorevoli Sergio D’antonio, Alfonso Andria, Tino Iannuzzi, Tonino Cuomo, Carmelo Conte, il Consigliere Provinciale Mimmo Volpe, il Candidato al Consiglio Provinciale di Eboli del PD Vincenzo Consalvo, quello della lista Villani Tonino Conte, Assessori, Consiglieri Comunali e Dirigenti di Partito.

Comizio Franceschini

Comizio Franceschini

Franceschini prende il treno

Franceschini prende il treno

7 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente