Il Comune cede le aree in proprietà alle Cooperative edilizie

Reso noto l’avviso pubblico dell’Amministrazione comunale che offre l’opportunità di trasformare il diritto di superficie in proprietà.

……………ECCO LE AREE, IL BANDO, I MODULI PER LE ISTANZE…………….
Le aree interessate sono quelle assegnate alle varie Cooperative che hanno realizzato immobili compresinei Piani di Edilizia Economica e Popolare (P.E.E.P.). Gli interessati possono farne richiesta.

Cooperative San Cataldo Aree PEEP Nord

EBOLI – Il Comune di Eboli vuole fare “cassa” e incomincia a cedere il suo patrimonio, iniziando dalle aree concesse in diritto di superficie utilizzate da cooperative edilizie che hanno realizzato alloggi di edilizia Pubblica Residenziale.

Nell’attuale manovra finanziaria, è stata prevista la possibilità, per gli attuali proprietari di alloggi di edilizia convenzionata, di rimuovere i vincoli relativi alla determinazione del prezzo in attuazione e di cedere in proprietà le aree comprese nei Piani di Edilizia Economica e Popolare (P.E.E.P.) già assegnate in diritto di superficie e quindi trasformare il “diritto di superficie” in proprietà.

Con deliberazione del Consiglio Comunale n.40 del 25.07.2011, avente ad oggetto “Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari – Annualità 2011 – Approvazione”, l’Amministrazione Comunale ha manifestato la volontà di cedere in proprietà le aree comprese nei Piani di Edilizia Economica e Popolare (P.E.E.P.) già assegnate in diritto di superficie.

Per tale ragione si è proceduti a pubblicare un avviso pubblico che manifesta la volontà da parte dell’Amministrazione comunale di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà.

Gli immobili interessati dalla procedura di alienazione in argomento sono costituiti dalle aree concesse alle seguenti cooperative edilizie:

  • IACP Futura, via G. Perrotta, n.8-610.
  • Avvenire Sereno, via G.Cataldo, n.13;
  • Incontro, via Piazza E.Berlinguer, n.3;
  • S.I.U.L.P. , via G.Cataldo, n.17;
  • Vincenzo Giudice, via S.Cataldo, n.15;
  • Il Cigno, via P.Mascagni, n.17;
  • Forze Armate 85, viale Tavoliello, n.97;
  • Novae, via via P.Mascagni n.28;
  • Madonne delle Grazie, via S.Cataldo, n.13;
  • L’Amicizia, via S.Cataldo, n.1;
  • L’Arcobaleno, via S.Cataldo, n.5;
  • Parco Azzurro, via S.Cataldo, n.3;
  • Embrice, via S.Cataldo, n.11;
  • Giglio Rosso, Piazza Benedetto Croce n.3;
  • La Simpatia, Piazza Benedetto Croce n.1;
  • Avvenire Sereno, via P.Mascagni, n.14;
  • Mugnai e Pastai, via E.De Nicola, n.2;

Adolfo Lavorgna

«Non possiamo che essere soddisfatti per il raggiungimento di questo obiettivo che abbiamo sempre sostenuto – afferma l’Assessore al Patrimonio Adolfo Lavorgnaora ci aspettiamo che con la manifestazione d’interesse il cittadino interessato possa cogliere l’occasione per acquisire la piena proprietà nel più breve tempo possibile».

Per quanto riguarda il territorio Ebolitano gli alloggi interessati dal provvedimento sono oltre 1000. E’ considerato da molti “potenziali acquirenti” un vantaggio alla trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà, determinando quindi un introito per il Comune e l’opportunità per il cittadino interessato.

“Credo – afferma l’assessore Lavorgna – che sia sicuramente una possibilità da considerare; le risorse scarseggiano e i comuni sono costretti ad aguzzare l’ingegno per finanziarie i propri interventi. E’ Un’idea innovativa per raccogliere risorse finanziarie è utilizzarle al meglio nella manutenzione e negli interventi urgenti della nostra città. Questo consente di potere pianificare e programmare diversi impegni come la messa in sicurezza delle scuole e di tanti altri edifici pubblici.

«La tematica – prosegue Lavorgna – è molto sentita dai cittadini, infatti molte sono state le richieste come testimoniano gli uffici del settore patrimonio.

Dal nostro punto l’Amministrazione Comunale cercherà di fornire tutte le agevolazioni per incentivare i cittadini ad acquisire il diritto di superficie in piena proprietà, sia attraverso la possibilità di informare su tutte le modalità per il calcolo del corrispettivo, sia, con l’opportunità di usufruire della stipula dell’atto da parte del Segretario Generale con una consistente riduzione dei costi».

E’ chiaro che potranno accedere al beneficio i singoli proprietari degli alloggi, e loro pertinenze, per la quota millesimale corrispondente. Per ogni istanza inoltrata il Comune comunicherà l’importo dovuto, le modalità di pagamento dello stesso, la documentazione necessaria da produrre ed altre notizie utili alla definizione dell’atto pubblico.

Copia del presente avviso e di tutta la relativa documentazione saranno in pubblica visione nell’Ufficio Patrimonio, sito in via M.Ripa, presso il quale possono essere richieste informazioni nei seguenti orari : dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30 del martedì e dalle ore 9,00 allo ore 12,00 del venerdì, ovvero scaricabile direttamente dal sito internet del Comune di Eboli al seguente indirizzo: www.comune.eboli.sa.it alla sezione Servizi: Patrimonio.

Sia il Responsabile del Settore Ing. Giuseppe Barrella che il Responsabile del procedimento oggetto del presente avviso è il geom. Sergio De Nigris, potranno essere contattati per informazioni presso la sede comunale oppure al numero di telefono 0828 328244.

…………………  …  …………………

Le Aree interessat-Avviso Pubblico-Istanza

IACP Futura Satellite

Area IACP Futura

Area PEEP Nord satellite

Area PEEP Nord

Avviso pubblico pag 1

Avviso pubblico pag 2

Istanza

Eboli, 30 dicembre 2011

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Iniziativa utile

  2. purchè non le svendano, questi già ne hanno tratto,grandi benefici economici,soprattutto fiscali, senza contare quelli che sono subentrati grazie a rapporti di nepotismo…….

  3. ennesima iniziativa a tutela del comune e contro il cittadino (ma le studiate la notte per finanziarvi i giorni)

  4. ottima iniziativa

  5. A vendere siete bravi, a riscuotere le tasse ancora di più ma a fornire servizi siete ZERO.
    Alcune di queste zone non vedono pulire la SARIM da anni, per cambiare una lampada dell’illuminazione stradale ancora peggio (si è arrivati al fai da te), non parliamo della pulizia dei marciapiedi (la dove esistono) l’erbaccia è più alta di un bimbo di dieci anni.
    Tutte iniziative lodevoli, adottiamo le aree verdi, riscattiamo il suolo, ci fabbrichiamo i contenitori per i sacchi della spazzatura etc. etc.
    MA VOI signori PER NOI VALVASSINI, CONTADINI LIBERI e SERVI DELLA GLEBA cosa fate……..

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente