Presentazione a Buccino di “Bruzia Crispina” il Libro di Maria Rosaria Pagnani

Venerdì 30 marzo 2012, ore 17,00, Sala Consiliare, Buccino, presentazione del Libro di Maria Rosaria Pagnani “Bruzia Crispina: L’intrigo. La Vita. L’Amore.”

Per gli autori “Bruzia Crispina: La vita. L’intrigo. L’amore” di Maria Rosaria Pagnani, è un libro in cui storia, fantasia,geografia e mitologia si intersecano, si combinano offrendo al lettore una storia intrigante e piacevole.

BUCCINO (SA) – Venerdì 30 marzo 2012, alle ore 17,00, presso la Sala Consiliare del Comune di Buccino, si terrà la presentazione del Libro di Maria Rosaria PagnaniBruzia Crispina: L’intrigo. La Vita. L’Amore.” edito dalla Edizioni Albatros. Dopo i saluti del Sindaco di Buccino Pasquale Via, Lucia De Cristoforo, scrittrice, critico letterario e direttore di Albatros Magazine terrà una relazione, mentre le conclusioni sono affidate all’autrice Maria Rosaria Pagnani e Don Giovanni Salimbene, autore dell’appendice.

La primavera editoriale arriva con un romanzo storico che affonda le sue radici nella Roma imperiale del II sec. d. C. portando alla ribalta volti e luoghi più o meno noti. Volti e luoghi che, alla fine del romanzo, appariranno impregnati di un particolare carisma.

Maria Rosaria Pagnani

Per gli autori Bruzia Crispina – la vita, l’intrigo, l’amore” – di Maria Rosaria Pagnani, con un contributo sulla monetazione crispiniana di don Giovanni Salimbene, – Edizione Albatros – è un romanzo in una stretta relazione di vicinanza con il saggio; come un esercizio parallelo ma distinto in cui storia e fantasia, geografia e mitologia si intersecano, si combinano per offrire al lettore una piacevolissima ed intrigante storia.

Protagonista assoluta dell’unico romanzo a lei ispirato, è Bruzia Crispina Presente, di origini volceiane che andò sposa all’imperatore Commodo. Il matrimonio non sereno si concluse con l’accusa di adulterio e l’esilio a Capri. Condannata a morte e, poi, alla damnatio memmoriae, cioè ad essere dimenticata da tutti, ha lasciato dietro di sé poche tracce, ma i due autori hanno cercato tutto il materiale cartaceo e la documentazione archeologica possibili per raccontarla .

L’argomento trattato, lo stile scorrevole e chiaro, il tono ora ironico ora malinconico, la prosa che talvolta diventa poesia, la preziosità degli aureii e denarii fotografati, ne fanno un unicum nella produzione letteraria degli ultimi anni.

Buccino, 23 marzo 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente