Caso Toriello: il Sindaco scricchiola

Caso Toriello. Lunedì vertice del partito per bloccare le velleità di Sica: chiede un suo assessore in giunta.

Ieri mattina lite tra il primo cittadino e il capogruppo Udc Cappelli. Il segretario Barbato smentisce l’ipotesi dimissioni: «Serve l’intervento dei vertici provinciali».

Inverso Vincenzo

di Oreste Vassalluzzo
Caposervizio Roma (Cronaca Salerno)

BATTIPAGLIA – Mai come in questo momento il sindaco Giovanni Santomauro rischia di cadere dalla poltrona di primo cittadino. La tensione interna all’Unione di Centro, il partito del sindaco, è ai massimi livelli. Non solo per le decisioni non condivise di Santomauro, vedi la revoca del comandante della polizia municipale Giorgio Cerruti, ma anche per la questione, tutta interna al partito, del cambio in giunta chiesto a gran voce dal consigliere Giuseppe Sica. Si chiede la testa di Michele Toriello per lasciare porto al nome del consigliere Sica, Liberato Pumpo. Il diktat di Giovanni Santomauro al partito è stato chiarissimo: «O la situazione la risolve il partito, oppure procedo alla revoca di Toriello».

Edmondo Gallo-Orlando Pastina-Giovanni Santomauro-Luigi D’Acampora-Gaetano Barbato-Orazio Tedesco-Angelo Cappelli-supergruppo Udc

E proprio la volontà del sindaco di rimuovere l’assessore voluto dal presidente provinciale dell’Udc Vincenzo Inverso e dal consigliere Francesco Frezzato, è stato motivo della lite scoppiata qualche settimana fa in un incontro che ha visto protagonisti proprio Inverso, il sindaco e il segretario provinciale del partito Luigi Cobellis.

Ieri mattina ci sono state scintille in Comune proprio tra il primo cittadino e il capogruppo Angelo Cappelli. La teoria dell’uomo solo al comando, che non ha mai abbandonato il fare amministrativo di Santomauro, crea non pochi disagi al partito. E non tanto sulla revoca di Cerruti, ma proprio per il caso assessore il sindaco rischia seriamente di perdere la sua maggioranza che voleva salda e con numeri più importanti.

Lo scenario è questo: se il sindaco revoca Michele Toriello senza il consenso del partito sono pronti ad abbandonare la maggioranza i consiglieri Angelo Cappelli, Lorenzo D’Auria, Francesco Frezzato, Marco Campione e i dissidenti appena rientrati dalla porta d’ingresso al fianco del primo cittadino. Anche Orazio Tedesco, Orlando Pastina, Antonio Guerra, Luigi D’Acampora e Edmondo Gallosarebbero pronti a lasciare il sindaco.

Marco Campione

Santomauro si ritroverebbe senza la maggioranza e disarcionato dal suo scranno di sindaco. E le tensioni sono così importanti che ieri mattina è circolata con insistenza la notizia delle imminenti dimissioni del segretario cittadino dell’Unione di Centro Gaetano Barbaro. «Se la causa è la revoca di Cerruti è grave – afferma rintracciato al telefono Marco Campione -. Se poi è per l’accusa che ho mosso al suo operato allora fa benissimo a dimettersi».

Il consigliere dell’Udc non ha utilizzato mezzi termini. «Da un mese a questa parte non abbiamo fatto una riunione per decidere il direttivo e l’esecutivo del partito – continua Campione -. Il partito non può essere soltanto il gruppo consiliare con i dieci consiglieri. Il partito deve avere forma e sostanza, cosa che non ha».

Cappelli Angelo

Ma il segretario cittadino Barbato si affretta a smentire la notizia. «Non ho mai pensato alle dimissioni – afferma -. Sulla questione comandante dei vigili non intervento. Una cosa sono i fatti personali e un’altra è la politica». E lunedì sera è prevista una riunione per decidere quale soluzione adottare per la questione assessore. Il consigliere Giuseppe Sica insiste per avere un proprio rappresentante in giunta così come gli accordi prevedevano all’inizio della consiliatura. «Credo proprio che per la questione assessore si dovrà discutere anche con i vertici provinciali del partito – continua Barbato -. A questo punto serve un loro intervento».

Battipaglia, 30 settembre 2012

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Siamo alle solite, Santomauro annaspa, non ha risolto i problemi, anzi li ha aggravati e Battipaglia muore. La maggioranza fa pena, l’opposizione, tolta la Francese che comunque non é incidente, fa ancora più pena.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente