Chiusura Tribunali. Cardiello(PDL) esulta: Eboli non chiude. Pica(PD) si infuria per Sala Consilina

Il Senatore Franco Cardiello esulta: “Eboli non chiuderà”. Il Consigliere regionale Pica si infuria per la chiusura del Tribunale di Sala Consilina.

Quindi, nessuna passo indietro sulla loro soppressione, ma solo più tempo per esaurire le cause pendenti. Una presa per i fondelli, ma una sconfitta cocente ed una verità inequivocabile: La delegazione parlamentare e la classe politica e dirigente salernitana vale come il due di briscola.

Franco-Cardiello-Anna-Maria-Cancellieri.

Franco-Cardiello-Anna-Maria-Cancellieri.

di Massimo Del Mese (POLITICAdeMENTE)

ROMA – E mentre il Sen. Franco Cardiello esprime viva soddisfazione per le notizie giunte dalla relazione del Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri in materia di riordino dei Tribunali Italiani, e ricorda le sue dichiarazioni dell’epoca: “Nel dicembre 2012 tolsi la fiducia all’allora Governo Monti per una riforma della geografia giudiziaria che senza mezzi termini definii “macelleria giudiziaria” e fa rilevare che dopo nove mesi e una fitta serie di incontri con il Ministro Cancellieri, può annunciare – che il Tribunale di Eboli rimarrà aperto ancora cinque anni per poter smaltire l’arretrato; Si è svolto nella mattina di ieri a Roma, quasi in concomitanza, presso la Camera dei Deputati, l’atteso incontro promosso dal Consigliere Regionale Donato Pica, tra la delegazione del Vallo di Diano, il Sottosegretario alla Giustizia, On. Pier Paolo Baretta, e il Coordinatore della Segreteria Politica del Presidente del Consiglio, On. Francesco Sanna, per scongiurare la chiusura del Tribunale di Sala Consilina, si è registrato un nulla di fatto.

Donato Pica

Donato Pica

A tale proposito si annota una dichiarazione appunto di Pica che tra l’altro guidava la delegazione del Vallo di Diano, composta dai Sindaci di Sala Consilina, Monte San Giacomo e Polla, ha avuto modo di ribadire e di illustrare ancora una volta tutte le ragioni che sussistono per sospendere o quanto meno prorogare, ai sensi dell’Art. 8 del D.lgs 155/2012, la soppressione del presidio giudiziario a sud di Salerno: “Abbiamo richiesto l’applicazione urgente dell’art 8 del d.lgs 155/2012 perché  è palese l’inidoneità dei locali che dovranno ospitare un tribunale efficiente come quello di Sala Consilina. Sono fiducioso sugli esiti dell’incontro di oggi pomeriggio a Palazzo Piacentini”.

Nonostante la chiusura di tutte le 220 sezioni distaccate in Italia, – aggiunge il Sen Cardiello – la struttura ebolitana registra un carico di lavoro che ricopre la terza posizione in Italia per numeri e non solo. Il Ministro ha preso atto della necessità di garantire continuità agli uffici. – e rammaricandosi aggiunge ancora –  Nulla da fare invece per il Tribunale di Sala Consilina, anche se fino all’ultimo tenterò di spendermi per quello che resta un presidio importante per il territorio.
Continua il mio impegno per la mia Provincia, sono stato eletto anche per questo”.

E proprio a proposito del Tribunale di Sala Consilina, i rappresentati istituzionali del Vallo di Diano hanno esibito gli atti che dimostrano l’ assoluta inidoneità dei locali del Tribunale di Lagonegro che, dal 13 Settembre, dovrebbero ospitare il Tribunale Salese. E’ stata, inoltre, evidenziata l’assenza  di qualsiasi certificazione di  regolare esecuzione , di collaudo, anti sismicità   e di sicurezza degli impianti.

tribunale-sala-consilina

tribunale-sala-consilina

Al termine dell’incontro l’On. Baretta – fa sapere il Consigliere Regionale Donato Pica ha comunicato che nel pomeriggio di oggi si svolgerà al Ministero della Giustizia un incontro con i tecnici di Via Arenula dove verranno valutati gli eventuali  provvedimenti da adottare”.

Va detto che negli ultimi giorni in extremis vi è stato qualche aggiustamento alla riforma delle circoscrizioni giudiziarie che prevedeva il taglio dei piccoli tribunali, ma per 8 sedi: Chiavari, Lucera, Rossano, Sanremo, Alba, Bassano del Grappa, Pinerolo e Vigevano; non sarà così, e la chiusura è rinviata di due anni, per dar modo di smaltire le cause civili arretrate. Gli otto tribunalini “salvati” dal Guardasigilli, sono nelle prime posizioni per popolazione e per indice delle sopravvenienze, ovvero per trattazione di pratiche, e la moratoria  sempre secondo i funzionari del Ministero della giustizia, è diretta ad evitare che le procedure di accorpamento possano ritardare la definizione dei procedimenti civili “sic”. E in questo provvedimento vi è anche il “rinvio di 5 anni” della Sezione staccata di Eboli del Tribunale di Salerno.

Quindi, nessuna passo indietro sulla loro soppressione, ma solo piu’ tempo per esaurire le cause pendenti.

Tribunale-di-Eboli

Tribunale-di-Eboli

Una vittoria del c……. insomma: per 5 anni a Eboli si tratteranno le pratiche giacenti, per le nuove già ci si deve rivolgere a Salerno, immaginando i ritardi, i disagi e i rinvii, che saranno necessari per consentire agli Avvocati di poter trattare le Cause atteso che non hanno il dono dell’ubiquità, ma anche un rinvio tecnico poiché nemmeno ci sono gli spazi a salerno per ospitare pratiche e aule giudiziarie capaci di accogliere la massa delle cause da trattare; Per quanto riguarda invece il Tribunale di Sala Consilina, ai voglia di sbraitare non c’é niente da fare, sarà accorpato al Tribunale di Lagonegro, un paesino della Regione Basilicata, che tra l’altro non ha nemmeno i locali idonei, ma cosa ancora più grave sarebbe il primo caso in Italia che una giurisdizione abbracci due regioni diverse.

Criteri del C……., questa volta maiuscolo per indicare la macroscopicità della c…..ta. I due provvedimenti non rispondono affatto ai dettati delle valutazioni che si è dato il Ministero, poiché sia per area e per struttura come Sala Consilina e sia per vastità e per massa del contenzioso che interessa Eboli e ne fa una delle sedi distaccate con il più alto numero di cause trattate, moltte di più di decine di tribunali che invece hanno mantenuto la loro titolarità evidentemente perché avrvano più Santi in Paradiso.

Quindi il rinvio di 5 anni per il Tribunale di Eboli e la chiusura del Tribunale di Sala Consilina sono la sconfitta più cocente che subisce il sud della Provincia di Salerno dopo quella della mortiuficazione della Sanità con il depotenziamento e la chiusura dei Presidi Ospedalieri, ed è la prova più evidente di quanto conti la nostra classe politica e dirigente incapace e prona alla supremazia del “Padrone” a destra e della “Casta” a sinistra.

Roma, 12 settembre 2013

(La riproduzione è severamente vietata, tranne che non si faccia un Link di riferimento, per certificarne la fonte)

12 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente