L’ex Rettore Magnifico Pasquino è cittadino onorario di Fisciano

Il Rettore uscente dell’Università degli Studi di Salerno, Raimondo Pasquino, insignito della Cittadinanza Onoraria di Fisciano. Il riconoscimento conferito dal civico consesso. 

Il sindaco di Fisciano Tommaso Amabile, ha espresso soddisfazione e gratitudine al Rettore uscente Prof. Raimondo Pasquino per il contributo e l’impegno profusi per l’Università degli Studi di Salerno. 

Cittadinanza-onoraria-Pasquino-Amabile

Cittadinanza-onoraria-Pasquino-Amabile

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

FISCIANO – L’ex Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Raimondo Pasquino, è diventato cittadino onorario del Comune di Fisciano. Il conferimento della cittadinanza onoraria è stato assegnato questa sera nel corso di una seduta straordinaria del consiglio comunale tenutasi presso l’aula consiliare “Gaetano Sessa”. Alla cerimonia solenne erano presenti il primo cittadino di Fisciano, Tommaso Amabile, il neoRettore Aurelio Tommasetti, il deputato Tino Iannuzzi, numerosi esponenti della politica locale e rappresentanti del mondo accademico.

Il sindaco, Tommaso Amabile, ha espresso grande soddisfazione e piena gratitudine al Prof. Pasquino per il contributo e l’impegno spesi nel periodo in cui ha ricoperto l’incarico di Magnifico Rettore dell’Università di Salerno. Il suo lavoro ha consentito altresì una crescita formativa e culturale da un lato ed economica dall’altro per il territorio del Comune di Fisciano che ospita il Campus più grande del Sud Italia.

 Pasquino-Amabile-Tommasetti-Iannuzzi

Pasquino-Amabile-Tommasetti-Iannuzzi

“La volontà e il desiderio di questa civica amministrazione – ha spiegato Amabilesin dal principio sono stati quelli di onorare la persona del Prof. Ing. Raimondo Pasquino, Rettore dell’Università degli Studi di Salerno che, per la quasi totalità, insiste nel territorio del Comune di Fisciano, in quanto persona particolarmente meritevole, figura di grande spessore e di grande rilievo, che ha svolto un’attività fondamentale nel contesto della vita accademica, culturale e scientifica e che, per tanti anni, la nostra Università ha orgogliosamente vantato”.

La cittadinanza onoraria costituisce un riconoscimento onorifico per chi, non essendo iscritto nell’anagrafe della popolazione del Comune, si sia particolarmente distinto nei diversi campi dello scibile umano, per la sua attività scientifica, accademica e professionale, nonché per opere, imprese o azioni di alto valore a vantaggio della comunità e dell’intera Nazione.

Per questi motivi il civico consesso ha proposto di conferire al Magnifico Rettore dell’Università Degli Studi di Salerno, Raimondo Pasquino, il titolo di cittadino onorario della Città di Fisciano, in segno di ringraziamento e gratitudine, nel desiderio di esprimere il giusto vivo riconoscimento per i suoi altissimi meriti e con la seguente motivazione così com’è riportata nella delibera:

Per essere Egli Stato l’artefice della straordinaria crescita ed affermazione della realtà Universitaria di Salerno, stimata e riconosciuta nel panorama universitario Nazionale e Internazionale. Per l’eccezionalità dei risultati conseguiti in questi anni in cui h egregiamente svolto il ruolo di Uomo Guida dell’Università degli Studi di Salerno. Per la sua sincera affezione alla città di Fisciano, grazie ai rapporti istituzionali ed umani che lo legano per sempre alla nostra comunità”.

All’assise hanno partecipato tutti gli amministratori comunali che hanno espresso un consenso unanime per il conferimento di questo prestigioso riconoscimento.

Fisciano, 19 dicembre 2013

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. UNA NOMINA MERITATA, DI UN GALANTUOMO COME POCHI!

  2. Una MEMORIA
    Caro giovane Marco, apprezzo il tuo impegno su questo Blog, anche se a volte mi appari poco informato. Scusami e permettimi di raccontarti chi è questo PASQUINO. Grande amico e grande elettore di un certo Miliardario Ciriaco De Mita (che strano un essere ,all’apparenza umano, nato in una famiglia di un meritevole e laborioso Artigiano, in un paesetto della verde Irpinia, sin da giovane, dotato di grande intelligenza, approda alla Politica e col solo stipendio di Deputato, di Presidente del CDM Italiano e di Segretario Nazionale della DC Sinistrorsa, senza mai lavorare in altri settori delle varie attività della società civile, diventa proprietario di Banche, infiltra la prole nei migliori affari- ricordate l’affaire Moggi del calcio truccato?- e continua a dominare ad Avellino, in tutta la Campania e oltre) senza lode, senza meriti speciali e senza concorso, approdò all’Università di Fisciano , feudo incontrastato del suddetto suo amico, per poi diventarne , in fine, Magnifico Rettore. Il Prof. Pasquino ha lasciato l’Università, dove si sono laureati, senza studiare e senza frequentare nessuno Corso, molti amici degli amici, di cui molti Ebolitani, ma rimane Presidente di un Istituto di strane ricerche (carrozzone inutile ad uso dei falliti negli studi e nella politica targati PD) dove riceve, per qualche seduta mensile del CDA migliaia di Euro. Scusami ancora, lo sai che è l’Amministratore Delegato di tale Istituto? Si tratta di un Comunista dei tempi passati, di cognome RUSSO ( povero me, ho osato troppo, si tratta di una famiglia appartenente alla saga degli “Intoccabili” , con licenza di uccidere tutti i Socialisti Craxiani, di cui rimane un esempio classico: il Caro Compagno Socialista Carmine Quaranta, ricco e onesto costruttore edile Ebolitano, omonimo di cognome del Caro Socialista On. Enrico Quaranta e parente, mi pare, del Compagno Socialista ex Ministro Carmelo Conte, venne imprigionato, su ordine del fratello Magistrato Salernitano del suddetto RUSSO, per aver osato di andare a costruire dei bei palazzi in quel di Paestum, con regolare Licenza a costruire, rilasciatagli regolarmente dal Comune di Capaccio, con il blocco giudiziario dei palazzi finiti e pronti alla vendita. Come avveniva e avviene per tutti i processi Penali e Civili Italiani, il caro Socialista Carmine Quaranta, dopo molti anni fu assolto con formula piena ma, nel frattempo, le solite Banche usuraie, stanche, poverine, di attendere l’esito del Processo, si fregarono non solo i palazzi costruiti a Paestum ma tutti i beni immobiliari del caro Compagno Socialista Carmine Quaranta), nominato da una Giunta Provinciale Catto-Comunista, con un lauto stipendio di svariate migliaia dei soliti Euro.
    Caro Marco, perdona questa MEMORIA da cantastorie e gradisci i miei auguri per un fulgido avvenire.

    • accetto correzioni ed auguri,e le contraccambio un sereno 2014 a le e famiglia Dr.Presutto!

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente