Giovani contro a Eboli: Guerra di comunicati per le Politiche giovanili

Giovani contro: E’ guerra di comunicati. E’ polemica. Fuoco di fila sull’Assessore alle Politiche Giovanili Atrigna.

Monaco (Forum dei Giovani): “Sono davvero sorpreso della risposta dell’assessore Massimiliano Atrigna, sia per quanto riguarda i suoi toni che i contenuti”. Landi (Movimento Popolare per il cambiamento): Bisogna cambiare rotta.

Monaco-Busillo-Landi-1

Monaco-Busillo-Landi-1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Giovani contro. E’ guerra di comunicati tra i giovani del Forum, il Movimento Popolare, l’Amministrazione e il giovane Assessore alle Politiche giovanili Massimiliano Atrigna, che aveva risposto piccato alle accuse mosse all’Assessorato e all’Amministrazione, dal Coordinatore del Forum dei Giovani di Eboli Luigi Monaco. Sono passate solo poche ore dal comunicato stampa di Monaco, seguito da quello di Atrigna che sono giunti altre note politiche dello stesso Monaco e del coordinatore del Movimento Popolare per il cambiamento Dario Landi già coordinatore del Forum provinciale dei Giovani. E’ caos, e nel caos le accuse reciproche non mancano e prendono il sopravvento sulle proposte reali e sulle politiche giovanili, oggettivamente per nulla confacenti alle reali difficoltà che i giovani incontrano nella loro vita quotidiana.

“Sono davvero sorpreso della risposta dell’assessore Massimiliano Atrigna, sia per quanto riguarda i suoi toni che i contenuti. – Scrive il coordinatore del Forum della Gioventù di Eboli Luigi Monaco al comunicato in risposta dell’Assessore alle Politiche giovanili, che è stato diramato nella giornata di ieri che rispondeva a sua volta alle accuse che lo stesso Monaco gli indirizzava. –

Mi preme, innanzitutto, spiegare che qualsiasi azione compiuta dal sottoscritto non è e mai sarà opera di strumentalizzazione di qualcuno, ma sono semplici azioni da me volute per dovere di informazione nei confronti dei tantissimi giovani che in me hanno posto la loro fiducia e meritano di essere informati.

Mi ritengo sorpreso, inoltre, – prosegue Monaco – perché la mia nota non voleva essere certamente un attacco all’ assessore Massimiliano Atrigna, anzi, mi aspettavo invece che come assessore alle politiche giovanili caldeggiava la mia proposta, per il semplice motivo che non ho sostenuto che non si stiano svolgendo attività, ma che l’amministrazione sta venendo meno da un bel pò di tempo a un proprio dovere, nonostante io stesso mi sia adoperato a sollecitarli, devo pensare che lo stesso si è reso portavoce  di chi, da qualche anno ad oggi, non ha mai ritenuto opportuno convocare un consiglio comunale sulle politiche giovanili.

Mi spetta, quindi, l’obbligo di dare una risposta alle tante e svariate cose che ha sostenuto l’assessore nel suo comunicato. Innanzitutto, personalmente, sono stato sempre presente a qualsiasi tipo di iniziativa, anche quelle dal sottoscritto non condivise per il modus operandi.

Sono stato dall’assessore accusato – aggiunge il coordinatore del Forum dei Giovani di Eboli – di non aver partecipato all’evento natalizio, cosa che non risponde al vero perché la sera del 30 dicembre ero con lo stesso al centro commerciale le bolle per la manifestazione. Non è, inoltre, di poco rilievo far notare che senza spendere 1.000 euro, cosi come lui ha fatto, per il gruppo musicale alle Bolle (il 30 dicembre: attività natalizia), Il Forum dei Giovani si è reso protagonista di una fantastica iniziativa, a costo zero, denominata Una Calza Per Sorriso.

In merito allo scambio culturale, – precisa Monaco – l’Assessore è ben consapevole che l’organo attraverso cui il progetto è stato presentato è il Forum dei Giovani, mentre il Comune è l’organo finanziatore, dato che il Forum non ha una propria autonomia ne giuridica, ne finanziaria. L’Assessore, infine, mi attribuisce la mancata partecipazione alla Card promossa dal Cilento Outlet, non mi resta che chiedere all’assessore Atrigna se opera per il bene della Città o di pochi (come l’Oulet Cilento e Le Bolle) ???

Poco più di un anno fa – ricorda Luigi Monaco – io stesso mi sono impegnato con pochi spiccioli, circa 200 euro, a creare la Carta Giovani di Eboli, con lo scopo di agevolare tutti i ragazzi del Distretto 57 che spendevano nei negozi della nostra città. Come posso mai condividere e contribuire alla nascita di una carta che non è un’attività dell’Assessorato alle Politiche Giovanili e inoltre coinvolge solo i negozi dell’Outlet Cilento dimenticando totalmente quelli del centro cittadino? La Carta Giovani anche se non è riuscita mai a decollare (per mancanza di fondi ma a questo punto anche per mancanza di volontà dell’amministrazione, dato che come prima ho detto lo stesso assessore ha impegnato 1.000 euro per un gruppo musicale alle Bolle) è nata con uno scopo ben preciso, di incentivare i ragazzi sia di Eboli che delle città limitrofe a spendere nei negozi ebolitani, invece, la card ideata da chi di dovere dell’Outlet e solo sponsorizzata dall’assessorato alle politiche giovanili ha totalmente dimenticato le attività commerciali del centro cittadino.

Concludo facendo notare che l’assessore con il suo comunicato non ha dato o non ha voluto dare risposta all’unica domanda che ho posto come coordinatore del Forum dei giovani, come mai da anni l’amministrazione non si impegna a convocare un consiglio comunale monotematico sulle politiche giovanili?”

Ai rilievi e alle accuse reiterate di Monaco si aggiungono anche quelli del Coordinatore del Movimento Popolare per il Cambiamento Dario Landi, già coordinatore dei Forum Provinciali dei giovani, il quale a proposito delle politiche giovanili a Eboli ritiene che “bisogna fare di più”.

La denuncia fatta in questi giorni dal Coordinatore del Forum della Gioventù di Eboli, Luigi Monaco, – scrive in un comunicato stampa Dario Landidimostra il forte disagio che vive la realtà giovanile ebolitana, che ha difficoltà ad interfacciarsi con un’Amministrazione restia ad ascoltare chi vive quotidianamente le problematiche cittadine.

Nello specifico la convocazione del Consiglio monotematico spetta al Presidente del Consiglio Comunale, Luca Sgroia, il quale conosce benissimo le finalità e gli obiettivi di un Forum dei Giovani, che necessita di risposte immediate, chiare e concrete.

Pertanto ad una richiesta del suo Coordinatore, che vorrebbe portare le istanze dell’organismo che rappresenta all’assise consiliare, dando così la possibilità ai vari Consiglieri Comunali di poter entrare nel merito di questioni che difficilmente potrebbero altrimenti conoscere, il Presidente Luca Sgroia avrebbe potuto evitare di passare la palla alla Commissione Consiliare in sede consultiva, ascoltando invece il Coordinatore Monaco con l’Assessore Atrigna sull’ordine del giorno da portare in Conferenza dei Capi Gruppo e decidere una data nella quale tenere la seduta.

Parte della responsabilità – per Dario Landi – sta in capo anche allo stesso Assessore al ramo, Massimiliano Atrigna, che avrebbe potuto incidere di più sotto l’aspetto politico, tutelando le legittime richieste del medesimo Forum e intensificando quella collaborazione Istituzionale che garantirebbe una maggiore efficienza sull’azione amministrativa. Ad esempio bisognerebbe essere più attenti alla programmazione Europea in materia di politiche giovanili: il fatto che l’Assessorato sia venuto a conoscenza del programma “Gioventù in Azione” solo adesso e che  abbia partecipato solo nell’ultima scadenza  con un progetto di scambio culturale, che è stato approvato grazie al lavoro di stesura da parte di progettisti esterni e dai ragazzi dello stesso Forum, fa riflettere sulle numerose opportunità perse nel settennato 2007-2013 e su ciò che potrebbe perdere nel prossimo settennato 2014-2020, con il programma “Erasmus +, se non si attrezzasse in tempo.

Piuttosto l’Assessore – prosegue Landi – spieghi perché spendere mille euro pubblici, presi dal capitolo di bilancio sulle politiche giovanili, per un programma natalizio basato su un concerto tenuto nel Centro Commerciale (privato) “Le Bolle”: questo non è qualcosa di cui bisognerebbe vantarsi, anzi sarebbe stato meglio che quei soldi fossero stati impegnati come cofinanziamento per qualche altro progetto europeo.

Le Politiche Giovanili – conclude il coordinatore del Movimento Popolare per il Cambiamento Dario Landi – devono essere pensate PER I GIOVANI in un quadro di crescita globale di una società in termini sociali e culturali, evitando che i ragazzi scappino da Eboli, valorizzando le capacità presenti in Città e dando la possibilità al proprio organismo di riferimento, il Forum dei Giovani, di esprimersi in tutti gli spazi in cui può essere utile all’attività di un Ente“.

La verità vera è che i giovani spesso imitano i grandi finendo poi per essere giovani-grandi. Le accuse che reciproicamente si scambiano i vari soggetti istituzionali naturalmente sono intrise di coinvolgimenti che sono troppo manicheamente avviluppate alle maglie della politica: “Consiglio monotematico“, “Commissione Consiliare“, “Programmazione europea“, “Conferenza dei Capi Gruppo” e così via, linguaggi obsoleti ormai acquisiti che sono ben lontani dalla spinta genuina che al contrario dovrebbero avere i giovani, qualunque essi siano e a qualunque partito appartengano.

Le responsabilità in capo a chi sono? Sicuramente a carico di tutti quelli che a vario titolo sono coinvolti: Il Forum essendo organismo istituzionale che dovrebbe avere il compito di individuare quali siano quelle attività, quei percorsi, quelle proposte che facilitino i percorsi formativi, ricreativi, ludici e semmai di inserimento nel mondo del lavoro, ivi comprendendo tutte quelle forme agevolative e non assistenziali che l’Europa innanzi tutto tenta di individuare, ma che le singole realtà, sicuramente diverse tra loro, devono far emergere; dall’altra parte il Comune che deve agevolare e supportare con iniziative semplici, che vanno dalla logistica all’aiuto concreto perché il Forum stesso possa esercitare le sue prerogative istituzionali ufficiali.

Appare evidente che entrambi i ruoli non sono stati affatto svolti nel proporre progetti, nel loro complesso, che possano essere diversi da una banalissima “Carta giovani“, indipendentemente da chi l’ha emessa se il Forum o un Centro Commerciale magari sollecitato, o da un’iniziativa ludica che una tantum interviene a favore di alcuni giovani e non diretta alla totalità. Le politiche giovanili sono ben altra cosa, e sono proprio quel tema mancante che tutte le agende dei vari Governi che si sono susseguiti hanno deliberatamente ignorato, così come sono state ignorate dalle Regioni, e così come sono state male interpetrate dalle Province e dai Comuni, e così oggi non c’é nessuna Agenzia che avvii al lavoro i giovani dopo averli formati, e nessuno che si indigna perché si corrisponde loro poco più di 800 euro al mese per un contratto temporaneo dopo che si è laureato, e non c’é nessuna differenza tra un giovane meritevole e uno che  tanti meriti non ne ha nel momento in cui si annulla in uno dei tanti call center, l’unica offerta lavorativa degli ultimi 20 anni.

Ed è proprio nei momenti di crisi come questi che si deve aguzzare l’ingegno e si deve far volare la fantasia perché i sogni attraverso le proposte diventino realtà, restituendo appunto ai giovani e alle loro famiglie che li hanno supportati con sacrifici immani, perché raggiungessero livelli di formazione superiori e potessero contribuire al cambiamento, quello vero, non quello molto spesso o sempre abusato della società.

Eboli, 16 gennaio 2014

20 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Francamente non condivido il modo di agire di questi giovani del Forum che hanno trasformato un organo messo a disposizione dei giovani in uno strumento di attacco contro l’amministrazione.
    Quali proposte hanno avanzato? Alcuna. E poi più che un forum mi sembra un circolo chiuso, che poco coinvolge il resto dei giovani del territorio.
    Recriminano attenzione da parte dell’amministrazione, ma ad oggi, francamente, non mi risulta che il coordinatore si sia speso particolarmente per i giovani.
    Ah certo “una calza per un sorriso”, non ha fatto la raccolta anche lui al centro le Bolle? Io l’ho visto lì, ed ho anche contribuito personalmente alla lodevole iniziativa.
    Caro Monaco, dismetti i panni della politica e guarda agli interessi dei giovani, formula proposte, iniziative e sottoponile all’attenzione dell’amministrazione. Allora sì che potrai dire di non essere stato ascoltato!!
    Sei giovane, e allora agisci, fai, elabora, piuttosto che scrivere comunicati stampa e preparare il fronte in vista del prossimo appuntamento elettorale.
    Ai giovani serve questo…

  2. X MArio : accetto le critiche soprattutto quando costruttive, ma in questo caso forse non hai seguito l’intera vicenda.La polemica e’ nata proprio perché il forum ha proposto importanti da sottoporre all’ assise comunale tra cui : la possibilità di agevolazioni fiscali per giovani coppie, giovani imprenditori e giovani professionisti , la possibilità di intensificare le linee bus con l’ università di Fisciano, di concedere al forum una sede idonea senza barriere architettoniche , questi sono alcuni dei punti . Il consiglio comunale nel momento in cui ha deliberato il regolamento del forum si impegnava a discutere di politiche giovanili almeno una volta all’anno con un consiglio comunale , questo compito però dall’ amministrazione non è stato mai adempiuto. Se poi mi vuole contestare questa cosa, posso anche accettarla ognuno ha i suoi punti di vista, basta però essere sinceri e non di parte. buona serata. Luigi Monaco

  3. Mi scuso se ho mancato qualche parola ma ho risposto con il cellulare.

    • Queste le proposte?! E ci vuole un consiglio comunale per discuterne?! Avete elaborato un progetto? Individuato soluzioni percorribili al tipo di problematiche sollevate?
      Le risposte non cadono dal cielo. Non sono di parte io, tu, piuttosto stai mostrando di esserlo, perdendo di vista l’obiettivo.
      I giovani ti hanno votato, ed io con loro, affinché tu interpretassi le loro esigenze, e non per metterti a servizio della politica.
      Scusa la franchezza, ma è evidente la natura politica del tuo comunicato. Buona serata a te.

  4. Cari giovani, non azzannatevi tra di voi che siete le vittime del malcostume che impera in questa Città. Non fate apparire che le vostre liti sono dettate da invidia personale ma siate uniti, anche se con idee diverse, nell’affrontare gli ostacoli che impediscono di raggiungere la meta che agognate. Non scagliatevi contro Assessori e Consiglieri Comunali che nulla hanno a che vedere con il maleodorante intrallazzo che frena le vostre lodevoli iniziative. La colpa ricade solo su chi ha sconvolto la Legge Comunale che vigeva nella prima Repubblica. Con l’entrata in vigore infatti della legge dei novelli Podestà, tanto invocata da Renzi anche per il Governo della Nazione, tutto viene filtrato e deciso dal vostro Sindaco Martino Melchionda che, con il potere a lui concesso da una stolta Legge, gli Assessori ed i Consiglieri di maggioranza, possono solo proporre ma a decidere resta solo ED UNICAMENTE lui. Licenza gli Assessori, senza motivi, ne nomina altri, scelti tra i gruppi d’opposizione per scompigliarli e assicurasi una maggioranza più numerosa. Con tale potere manovra tutti e tutto, creando il fenomeno del camaleontismo, tanto imperante in tutta Italia, in nome di una fasulla STABILITA’. Le Istituzioni Pubbliche non possono partecipare, sia per motivi morali e sia per non incorrere in atti di valenza Penale, utilizzando le proprie risorse finanziarie e umane, all’ organizzazione di manifestazioni pubblicitarie per singole strutture commerciali, particolarmente per quelle volute da Martino Melchionda e da lui pilotate per l’assunzione del personale e, forse, per intrallazzi vari. Unitevi, dibattete su questo blog e scegliete la strada maestra che possa liberarvi dal giogo che opprime le vostre iniziative. Siate Profetici e non Apocalittici, criticate, attaccate chi impera per indurlo alla ragione e non operate, sempre con critiche, rimostranze e opposizione, per concorrere a creare il caos e lo sfascio

  5. E.C. = Licenzia

  6. @ mONACO: VISTO CHE STAI CHIEDENDO, CERCA DI CHIEDERE ANCHE UN PRESTITO PER ME PER L’ACQUISTO DELLA PRIMA CASA. POI : FRANCAMENTE SE MACHI LE PAROLE Perché RISPONDI AL CELL NON CE NE PO FREGà DE MENO. FAI COEM ME CHE PER LEGGERE I TUOI POST. ACCOLGO CON MERAVIGLIA LO SVERNAMENTO DEL CARO ELIO; NON ERA IN DIAPASUSA?

  7. Cara avvelenata sei così puverile e cafona /e che ti puoi nascondere solo dietro un Nick name , ma del resto le persone come te non possono avere altro ruolo nella società ,mi resta strano conoscendo il sig. Massimo Del Mese che permette queste cose …la libera di pensiero e di parola e’ un grande diritto ma per persone che la meritano …

    • @ monaco: si è vero sono puerile e cafona … e anche di più, però di certo ho una dote: quella di saper leggere le persone. Molti di voi sono già bruciati …. e non mi va di continuare

    • Per avvelenata,
      Oggettivamente, nella tua seconda parte del post precedente, ti sei lasciata andare. mi e’ sfuggito. Spero non volevi essere offensiva. Monaco e’ un bravo, educato e rispettoso giovane e non merita di essere trattato male.
      Spero il tutto rientri e si chiuda qui’.
      Massimo Del Mese

  8. X avvelenata : sei così puerile e cafona/e che puoi nasconderti solo dietro un Nick name. La libertà di parola e di pensiero e’ un diritto fondamentale di tutti ma peccato che tu ppuoi usarlo solo dietro un Nick xke sono sicuro che ti vergogna di te stessa /o . Nn riesco solo a capire come mai il sig. Del Mese, persona di grande rispetto e stima , consente a una persona come te di scrivere questi tipi di messaggi

  9. SE QUESTI SONO IL FUTURO MEGLIO I VECCHI:
    SI BUTTANO TUTTI IN POLITICA SPERANDO NELLA BOTTA DI “CULO”,E TROVARE SCORCIATOIE,A CHIACCHIERE SON CERTO SI INDIGNERANNO E DIRANNO:”NOI LO FACCIAMO X SERVIZIO,PASSIONE..BLA BLA BLA”….

    La mezza età è quando smetti di crescere alle estremità e cominci a crescere nel mezzo.
    Anonimo

  10. @newcomer, Bravo, bravo , bravo. il berlusconismo è anche , oppure, soprattutto questo, ossia pensare di arrivare al successo , senza sudore e carpendo la buona fede delle persone, non avendo ne argomenti e ne idee. Ma tu hai visto cosa chiedono? sgravi per questi e per quelli. Anziché chiedere opportunità chiedono sgravi (la via in discesa e la più breve)

  11. pardon …né…né

    • caro amico,ma chi è cresciuto con le reti mediaset,e ha avuto una concezione aziendalistica della politica,del facile “ghe pensi mi”,dell’armamentario osannante di adepti al culto del semi-divino,cosa possiamo aspettarci? i giovani vadano meglio dei vecchi?..ma renzi e letta non sono figli del sistema anch’essi?,ed alfano?
      allora l’unica soluzione è aspettare la fine stoicamente,questa italia ha il dna dell’etica pubblica in necrosi,mi spiace ma è cosi,siamo realisti!

    • I GIOVANI 20-30enni D’OGGI,IN MOLTI CASI NON CONOSCONO LA STORIA PATRIA RECENTE ? BIASIMANO LA RESISTENZA,CON UN REVISIONISMO SCONCERTANTE,AFFERMANO CHE LA S I N I S T R A HA GOVERNATO X 50 ANNI,CONFONDENDOLA CON LA DC,COSA POTRANNO MAI CONOSCERE DELLA MILLENARIA NOSTRA STORIA E DELLO SCIBILE AD ESSA COLLEGATO?
      I MASS MEDIA SONO ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA E GLI EFFETTI SI VEDONO,DISTRUGGONO LA REALTA’CHE E’ LA PRINCIPALE VITTIMA,ABBIAMO MOLTE NOTIZIE FLASH CON POCA CAPACITA’ DI DISCERNERE.
      Il sonno della ragione genera mostri”

  12. Cara avvelenata, pur comprendendo il tuo disagio e le tue incazzature, ti consiglierei di formulare proposte e di controbbattere gli altri commentatori con argomentazioni serie. Alla mia età si può anche avere delle pause dovute a tanti fattori che tu ignori. Solo quando subirai le ancherie ed i soprusi da me subiti, ti sarà concesso di capire cosa è la vita di un uomo che ha tentato solo di fare del bene, ricevendo, invece, solo aggressioni morali e corporali.
    I giovani vanno incoraggiati e se anelano a fare politica è un fatto altamente positivo e gli uomini come me dovono solo spronarli a fare il meglio dibattendo le problematiche che hanno impedito lo sviluppo di Eboli e di tutta la nazione. Non servono le tue battute, a volte anche spiritose, serve solo che tu da avvelenata sfoghi la tua raqbbia contro chi tanto ci fa soffrire. Metti la tua certa e prolifica intelligenza a servizio dei giovani come te. Ti abbraccio paternamente, nella speranza che tu diventi dolce ed affabile, la ad un addormentato come lanciare gli strali ardenti contro chi fa del male alla gente, particolarmente giovani.

  13. Disinformati, distaccati e lontani. Questo è il profilo che caratterizza il rapporto tra il mondo giovanile e la politica. Un rapporto fatto di sofferenza. che addirittura è diventato difficile parlarne,essi fanno da amplificatore del risentimento della società italiana. Per questo, non marcano grandi differenze rispetto agli adulti e anziani. Ma a “differenza” di essi non sembrano rassegnati,Né frustrati,il distacco non si traduce in anti-politica. Al contrario, al malessere rispondono con alta voglia di di partecipazione.
    Loro vanno incoraggiati,nel rispetto della legalità e del prossimo, ad impegnarsi,studiando lavorando e solo di poi a fare la politica,essa non sia mai semplicisticamente un “lavoro”,ma un servizio,chi vive di politica sarebbe capace poi di tutto per non restare “disoccupato”.
    Molte volte il coraggio intellettuale e la pratica politica son cose inconciliabili,almeno qui da noi,ma non dobbiamo né essere pessimisti, e né di animo contrario,la strada per un rinnovo civico collettivo è in salita:
    Tutto è , tutto è in nostro potere. Non dimentichiamo che il mondo si plasma alla luce dei nostri sforzi, delle nostre azioni quotidiane, con la determinazione della nostra costanza.

  14. Caro Elio, e davvero dico CARO, ho letto con emozione il tuo post, ma capisci bene che chi per anni ha sofferto e soffre ancora, non perché non ha avuto, ma perché per avere quel poco che ha , ha dovuto faticare il triplo e ha visto i suoi più cari essere presi in giro da gente come il giovane di cui tu parli e dei tuoi cari amici politici degli anni 80, cosa vuoi che parli con i “peace end love”… e no.. proprio non va. Il giovane di cui tu parli se davvero avesse a cuore il suo futuro e il suo paese oltre ad incazzarsi con l’amministrazione cittadini dovrebbe proferir veleno anche contro la regione che sta distruggendo il servizio sanitario e la provincia che credo non si stia comportando egregiamente, invece no!!! attaccano l’amministrazione locale in modo strumentale e politico!!! sono nati vecchi !! i veri uomini contro li avevamo qualche anno fa!!!!
    Ho profondo rispetto dell’uomo Elio, purtroppo non nutro lo stesso sentimento per il tuo operato del passato.
    Con stima
    L’avvelenata

  15. avvelenata, condivido in parte il tuo post,ma è vero anche che le colpe di Elio Presutto sono state a mio avviso sovradimensionate,si colpiva lui per colpire qualcun altro,ciò non toglie che gli anni 80,come anche nelle zone meridionali in specie la legge 219, siano state la madre della corruttela e dello stato ed enti spreconi,paghiamo i bagordi ingordi di quel triste decennio!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente