Consiglio Comunale e Politiche giovanili: Sindaco, Forum e Associazioni, tutti d’accordo

l Consiglio comunale monotematico sulle politiche giovanili, trova tutti d’accordo: Sindaco e Amministrazione; Monaco e il Forum dei Giovani; Landi e il Movimento Popolare.

Il Sindaco di Eboli Melchionda: “Confronto proficuo e valide proposte”. Monaco (Forum): “Le politiche giovanili per la prima volta sono state affrontate con l’animo giusto“. Landi (Movimento Popolare): “Per fortuna esiste il forum della gioventú“.

Consiglio Comunale Eboli

Consiglio Comunale Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Consiglio Comunale, nella seduta di ieri sera, ha discusso di giovani e di politiche giovanili, giungendo all’approvazione unanime di una delibera che prende atto  delle proposte elaborate dal Forum della Gioventù, e demanda all’assessore alle politiche Giovanili, all’esito di un approfondimento nella commissione consiliare competente, di farsi carico di renderle operative.

Rafforzamento dello sportello Informagiovani, creare un sistema informativo comunale delle politiche giovanili, creare luoghi di aggregazione, promuovere lo sport, la partecipazione a bandi europei e l’inclusione dei giovani con meno opportunità: queste alcune delle proposte presentate dal coordinatore Luigi Monaco.

Dalla discussione è emersa anche la volontà di istituire uno sportello presso il servizio Informagiovani per la presentazione di progetti finanziabili a livello nazionale ed europeo; di riattivare la carta giovani, e la necessità di rimuovere le barriere architettoniche presenti sul territorio cittadino ed in particolare quelle presenti al palazzo Massaioli, sede dell’informagiovani e di importanti servizi di carattere sociale.

Martino Melchionda

Martino Melchionda

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: Ritengo che le proposte e le sollecitazioni giunte nel corso della discussione di ieri sera siano state utili e preziose. Ringrazio, pertanto, i ragazzi del forum, il loro coordinatore Luigi Monaco ed il coordinatore dei forum provinciali Carmine Busillo. Condivido lesigenza di cambiare insieme il fronte delle politiche giovanili ed investire di più sulle competenze e sulle passioni dei nostri giovani.

Importante rafforzare lo sportello informagiovani, anche, eventualmente, attraverso listituzione di uno sportello che fornisca gli strumenti utili per cogliere le opportunità progettuali offerte dallEuropa.

In programma ci sono grandi progetti, messi in campo dallAmministrazione, che presto prenderanno corpo. Penso ad esempio al wi fi, che partirà nei prossimi mesi, e che guarda alle giovani generazioni ed ai mutati  strumenti di comunicazione tra i giovani. Immutata la nostra attenzione per la scuola e per la formazione.

Massimiliano Atrigna

Massimiliano Atrigna

Utile la discussione di ieri sera dichiara l’assessore alle politiche Giovanili Massimiliano Atrigna che ha rappresentato una importante occasione di confronto con i giovani del forum. Le proposte emerse dalla discussione sono valide, le accogliamo e ci mettiamo a lavoro per tradurle in fatti concreti, in collaborazione con il forum e con la commissione consiliare politiche giovanili. Nel frattempo, ci prepariamo al progetto di scambio culturale con la Turchia che si terrà presto, e che offrirà una valida occasione di confronto e di crescita per i giovani che parteciperanno e si confronteranno con culture e storie diverse.

Dal canto suo anche il coordinatore del Forum dei Giovani Luigi Monaco ritiene che la seduta monotematica del Consiglio comunale sia stata proficua è soddisfatto ha dichiarato: “Devo dire che, a mio parere, è stato affrontato con l’animo giusto, è stato infatti uno dei pochi consigli comunali dove si è notata bene poca  la netta distanza tra maggioranza e opposizione.

Il mio intervento – ha aggiunto Monaco – non ha risparmiato però qualche critica fondamentale  e importante ai fini della discussione,  critiche che  come ho sottolineato anche durante il mio intervento volevano essere costruttive e non viceversa. Non ho potuto, infatti, fare a meno di sottolineare la mancanza da anni di una discussione delle politiche giovanili, una mancanza di programmazione, un allontanamento dei giovani verso le istituzioni e di una Eboli purtroppo che si svuota e si spegne sempre di più.

Luigi Monaco

Luigi Monaco

Un intervento però – ha proseguito il Coordinatore cittadino del Forum dei giovani – che a parte il sottolineare queste critiche evidenti è voluto essere proposito e di collaborazione, infatti  il Forum dei giovani ha sottoposto al consiglio comunale una mozione di indirizzo che a conclusione del consiglio è stata deliberata all’unanimità dall’Assise.

Il Forum della Gioventù da questo momento si impegnerà a collaborare  e soprattutto a vigilare che questi indirizzi vengano portati avanti senza essere dimenticati e lasciati nel cassetto, con la speranza che da oggi anche in piccola parte anche le politiche giovanili incomincino a viaggiare con una marcia in più.

E per questo Monaco ritiene di allegare alla sua nota politica anche l’intera mozione che è stata sottoposta all’assise comunale e deliberata all’unanimità.

MOZIONE DI INDIRIZZO SULLE POLITICHE GIOVANILI

CONSIGLIO COMUNALE DEL13.02.2014

Il Forum della Gioventù della Città di Eboli,

Vista la convocazione del Consiglio Comunale per giovedì 13 febbraio 2014, avente all’o.d.g “Politiche giovanili: discussione ed indirizzi”;

Considerato che tra le funzioni del Forum della Gioventù rientrano azioni consultive e propositive sulle Politiche Giovanili;

CHIEDE

All’intera assise consiliare di discutere e deliberare sulle seguenti proposte:

– Rafforzare lo sportello Informagiovani, rendendolo più funzionale alle odierne esigenze dei giovani, migliorandone i canali comunicativi per non perdere le buone occasioni proposte da bandi, concorsi e avvisi. Infatti, attraverso il potenziamento dell’informagiovani, si potrebbe proporre alle imprese del territorio di attivare un sistema virtuoso che, attraverso un Centro informativo Risorse della Gioventù, favorisca l’incontro tra la domanda di figure lavorative specializzate e l’offerta, costituita dai curricula e dalle esperienze dei giovani;

– Creare un Sistema Informativo Comunale delle Politiche Giovanili, nel quale il Forum dei Giovani e le varie associazioni operanti nel settore avranno la possibilità di caricare le proprie attività, eventi, iniziative e progettualità, mettendo così in rete le varie esperienze e creando in tal modo un positivo effetto moltiplicativo e replicativo.

– Riqualificare il nostro territorio attraverso azioni mirate:

  • realizzando ad es. aree picnic o per eventi, in zone naturalistiche di Eboli;
  • attraverso la c.d. “adozione di muri”, valorizzando l’arte dei Writers su temi specifici, attività già proposta ed appoggiata dagli studenti del Liceo Artistico di Eboli;

– Entrare in contatto con enti, istituzioni, imprese e organizzazioni per creare un network e cercare sostegno alle nostre proposte (protocolli d’intesa e partnership);

– Far conoscere maggiormente gli sport minori attraverso eventi ad hoc, sostenendo associazioni che volessero partecipare alla progettazione Europea;

– Promuovere una “Casa della Cultura”: un centro ricreativo giovanile in cui realizzare anche corsi e laboratori;

– Istituire un requisito che valuti l’impatto e la sostenibilità di ogni atto deliberativo comunale sulle generazioni future (Valutazione di Impatto Generazionale VIG);

– Promuovere la realizzazione di corsi di formazione aventi ad oggetto lavori di pronta domanda nel mercato del lavoro (es. camerieri, pizzaioli, potatori…);

– Favorire l’inclusione dei giovani con minori opportunità, che siano esse dovute ad ostacoli fisici, sociali, economici, culturali o geografici, garantendo a ciascuno non solo coinvolgimento, ma anche influenza sulle decisioni inerenti la progettualità, in modo che possano davvero sentirsi parte di una comunità e di contesti relazionali dove poter agire, scegliere e vedere riconosciuto il proprio ruolo e la propria identità. In primis è necessario dotare il Forum di una struttura funzionale alle proprie attività, ponendo anche fine al problema delle barriere architettoniche presenti nell’attuale sede;

– Partecipare ai bandi Europei, che hanno come base la convinzione che lo sviluppo e la prospettiva futura della comunità dipendono dalla popolazione giovanile: ciò verrà incentivato da azioni che mireranno ad aiutare i giovani ad acquisire le conoscenze, le abilità e le esperienze di cui hanno bisogno per muoversi sul mercato del lavoro. Il nuovo programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, i giovani e lo sport sarà l’ “Erasmus plus”, rientrante nel settennato 2014-2020;

– Assicurare una maggiore sicurezza, con attivazione delle telecamere nelle zone sensibili della Città, nonché pianificando un monitoraggio del territorio con le forze dell’ordine;

– Modificare il regolamento sulle iniziative musicali all’aperto, organizzate dalle attività commerciali e dalle associazioni;

– Predisporre sgravi fiscali per giovani coppie, giovani professionisti e giovani imprenditori con attività commerciali fino a 35 anni presenti sul territorio ebolitano;

– Impegnarsi, anche in rete con Comuni limitrofi, a chiedere un intervento, da parte degli organi Regionali competenti , sulla questione dei trasporti pubblici per intensificare i collegamenti con l’Università di Salerno.

Dario Landi

Dario Landi

Dario Landi, Coordinatore del Movimento Popolare per il Cambiamento rispetto alle Politiche giovanili a Eboli ha voluto sottolineare la  fortuna dell’esistenza ad Eboli del forum della gioventú, il quale: “grazie alla sua insistenza ha ottenuto la convocazione di u consiglio comunale dedicato alla politiche giovanili, dimostrato che a Eboli la nostra Amministrazione, già da svariati anni, non è mai riuscita a contemplare le “Politiche Giovanili” in attività per i giovani, attraverso una visione organica e in rete di questa delega con le altre. Infatti dal 2010 ad oggi abbiamo visto che tale delega non ha avuto una stabilità in capo ad un solo Assessore, ma è stata consegnata ad almeno tre persone diverse, dando così precarietà alla pianificazione che si sarebbe potuta pensare nell’arco dei cinque anni.

Per fortuna – aggiuge Landi – a Eboli esiste il Forum della Gioventù che, attraverso l’intervento del Coordinatore Luigi Monaco, ha dimostrato all’intera assise di svolgere in pieno la funzione consultiva assegnatagli, che si è concretizzata in proposte chiare e precise su come poter orientare l’attività dell’Amministrazione sulle Politiche Giovanili nel 2014.

Carmine Busillo

Carmine Busillo

Inoltre il dibattito è stato arricchito anche dalla presenza del Coordinatore Provinciale del Forum, Carmine Busillo, che è intervenuto in modo puntuale fornendo quel contributo di idee utile a dare una svolta al negativo andazzo cittadino.

Il Consiglio Comunale per Landi – saggiamente ha approvato all’unanimità la proposta deliberativa del Forum, colmando una lacuna che l’Amministrazione si stava trascinando da troppo tempo.

Però, nello stesso Consiglio, – prosegue – abbiamo appreso dal Coordinatore del Forum che l’Assessore al ramo, Massimiliano Atrigna, ha speso la bellezza di 3.000,00 euro per il concerto natalizio al Centro Commerciale “Le Bolle”. Il fatto che va ad aggravare la situazione è la forma con la quale è stato coinvolto il Forum in questa iniziativa: il Direttivo aveva dato la disponibilità ad una collaborazione con l’Assessorato associando il concerto del 30 dicembre, che l’Assessore aveva già deciso di tenere dicendo che sarebbe costato “solo” 1.000,00 euro e che c’era già stato l’impegno di spesa per quell’importo, con l’iniziativa di beneficenza del Forum per l’epifania, assolutamente a costo zero, anzi i ragazzi hanno fatto pure la colletta per acquistare delle calze vuote.

Monaco-Busillo-Landi-1

Monaco-Busillo-Landi-1

Oggi – evidenzia Landi – veniamo a sapere che la Determina d’impegno di spesa è pari a 3.000,00 e come premessa per giustificare la spesa, attingendo da vari capitoli di bilancio tra cui le spese di funzionamento di Forum e Informagiovani, è stato scritto che anche il verbale del Direttivo del Forum prevedeva l’approvazione di quel preventivo, facendo intendere che la somma sarebbe servita anche per le spese dell’iniziativa di beneficenza: ebbene nel verbale del Direttivo del Forum non è scritto nulla di tutto ciò.

In ultimo – conclude il coordinatore del Movimento popolare per il Cambiamento Dario Landichiediamo che l’Assessore Atrigna faccia chiarezza sulla vicenda, sia dal punto di vista politico che burocratico sull’iter seguito, perché i giovani, per avvicinarsi alle Istituzioni ed avere fiducia in esse, devono sapere che i propri Amministratori agiscono con responsabilità e trasparenza”.

Eboli, 15 febbraio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente