Landi(MPC) incalza l’Assessore sui compensi ai servizi del Piano di Zona S3

Replica all’assessore Annarita Bruno: I bandi non rispettano i requisiti minimi per assumere personale professionale e di qualità.

Nel Piano per l’assistenza agli anziani si prevedeva personale di categoria A1, mentre era necessario personale di categoria B1 così come previsto dal CCNL, aggiornandone anche le tariffe a euro 17,76 / 17,84 all’ora.

Dario-Landi

Dario-Landi

Annarita Bruno

Annarita Bruno

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “La risposta dell’Assessore Annarita Bruno si dimostra purtroppo estremamente generica – scrive ancora in una nota Dario Landi, Coordinatore del “Movimento Popolare per il Cambiamento” non contento della risposta che le ha fornito l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Eboli Annarita Bruno circa i compensi per le figure professionali occorrenti per il Servizio di assistenza agli anziani e ai disabili di cui al bando del Piano di Zona S3(ex S5)alle sue osservazione e non ci soddisfa affatto, anzi non aveva soddisfatto nemmeno il Ministero dell’Interno che aveva approvato il Piano e non l’Avviso Pubblico, perché non ne ha la competenza. Infatti il Ministero, con nota del 11/02/2014 prot. n. 5744, aveva già eccepito al Settore che nel Piano per l’assistenza agli anziani si prevedeva personale di categoria A1, mentre era necessario personale di categoria B1 così come previsto dal CCNL, aggiornandone anche le tariffe.

Tale osservazione – fa notare Landi – va a incidere anche sul piano per l’assistenza ai disabili, perché il personale richiesto è lo stesso. Purtroppo gli Avvisi Pubblici non tengono conto del cambio di categoria indicato dal Ministero, bensì invitano le società a presentare offerte andando al disotto della cifra minima prevista dalla tabella del CCNL per la figura professionale richiesta B1, che a questo punto pubblichiamo, pari a euro 17,76 / 17,84 all’ora.

Inoltre – aggiunge il Coordinatore del Movimento Popolare per il Cambiamento – facciamo presente all’Assessore che conosciamo benissimo la diversità della procedura ad offerta “economicamente più vantaggiosa” (art. 83 D.lgs. 163/2006), rispetto alla procedura del “massimo ribasso”: la differenza sta in un ulteriore parametro di valutazione di natura tecnica, come la valutazione dell’offerta. Però l’utilizzo della procedura indicata di per sé non è alcuna garanzia di “qualità” nella selezione del futuro gestore dei servizi, quando a base di gara viene messo un prezzo di partenza, per remunerare le risorse professionali da impiegare, già inferiore all’indicazione minima del CCNL, prevedendo un ulteriore ribasso massimo del 3,50%.

In conclusione, – Termina il Coordinatore del MPC Landi – invitiamo l’Assessore a prestare più attenzione quando risponde a delle domande chiare e precise, perché non sono state formulate partendo da convinzioni personali, ma da atti pubblici che chiunque può visionare e dalla lettura della normativa vigente. Politicamente riteniamo che si possa trovare un connubio tra “qualità” ed “economicità” di un servizio, però rispettando la legge e le indicazioni che essa prescrive, sia per gli utenti che riceveranno la prestazione domiciliare, i quali devono essere tutelati rispetto al personale professionale impiegato, sia per quest’ultimo che non deve essere  mortificati con una paga al di sotto del minimo sindacale”.

……………………….  …  ………………………….

.

Eboli, lì 25 marzo 2014

14 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. landi è inutile che sbraiti alle prossime elezioni non ti vota nessumo e fai bene a dedicarti al tuo lavoro … se c’è l’hai!!!

  2. Martino Santo subito

  3. LA BRUNO MI SEMBRA PERSONA PREPARATA E PERBENE,ALTRI VOGLIONO FARSI SOLO PUBBLICITA’ SULLE SPALLE DELLE PERSONE,COSI UN TANTO AL KILO NELLA SPERANZA DI COSTRUIRSI UN MINIMO DI CARRIERINA POLITICA,SCORCIATOIA DELLA SOCIETA’ ITALIANA,L’EXPLOIT DI CARIELLO HA INGENERATO EPIGONI!

    • questa è gentucola senza ne arte e ne parte

  4. @ avvelenata @ stefy : vi rendete conto di quello che scrivete ?! Questo è un settore che viene gestito in modo errato da anni. Non me ne voglia la Bruno, peró sarebbe meglio che si dedicasse alla sus professione. Ben vengano questi controlli, soprattutto se sono avvalorati da atti precisi. Quindi non fate critiche a vanvera nei confronti di chi fa politica, solo xchè avete in antipatia Cariello, altrimenti dimostrate che siete voi il male di Eboli !

    • scusami ebolitano,la la politica gestita dal politico da te nominato,considerato oggetto di strali come la consideriamo,positiva,visto che lo stesso fino a poco tempo fa appoggiava la giunta,come pure i riformisti,del divin carmelo?

  5. Io allibisco quando leggo questi commenti così sferzanti… vi piace così tanti l’attuale Sindaco e la sua Giunta ? Avete qualche problema di percezione della realtà: hanno distrutto una città !!! Speriamo che ragazzi come Landi riescano ad andare avanti, altrimenti la vedo nera per Eboli.

    • MARTINO SANTO SUBITO. CUOMO SINDACO. CONTE (TONINO) FARM MANAGER E CARIELLO VENDITORE DI AUTOVETTURE USATE. CARIELLI NON PERVENUTI

    • se le giovani leve dovessero essere queste,palesarsi dietro la vecchia guardi spacciandosi per un nuvo candi cosi candido da essere ectoplasmatico,bè il nero lo vedi gà

    • Per Sempre ebolitano, realista, Frank, che tra l’altro sono la stessa persona,
      come vedi ho pubblicato anche quest’altra notizia che ti sta tanto a cuore.
      Come vedi per me non è affatto un problema farlo, anche per dare una bella botta alla diffusione a quel telegiornale.
      Non è necessario utilizzare diversi nomi per partecipare ai forum. Se pensi di equilibrare con i tuoi interventi le critiche che fanno altri ti sbagli, ti fai scemo da solo. Le persone che stanno gestendo la nostra sanità senza avere nemmeno i titoli specifici, di consenso ne hanno a iosa e ne avranno prova alle prossime elezioni europee.
      La notizia, non l’ho data in prima battuta solo perché POLITICAdeMENTE non è stata invitata a quella gita elettorale. Forse perché si voleva un clima diverso, non immagino vi sia un retropensiero, anche perché l’esserci o meno non impedisce a POLITICAdeMENTE di parlarne, e naturalmente nei prossimi giorni, non potendo fare un reportage, farò delle considerazioni e esprimerò qualche critica e qualche opinione, che fortunatamente qualche migliaio di lettori condivideranno oltre al riverbero che gli conferiranno i vari network nazionali e locali che lo pubblicheranno e le condivisioni su facebook.
      Naturalmente quando lo farò, stanne certo avrà più risonanza di quel filmato che mi hai fornito e spero che da questo momento rispetto a quanto è già stato visto. In quella circosstanza racconterò quello che penso e che è di mia conoscenza, e sicuramente farà piacere ad alcuni e dispiacere ad altri.
      L’altro ieri il DG Squillante, al quale sicuramente non ha fatto piacere che l’invito non sia stato esteso il più possibile è venuto ad innaugurare quello che già avevamo, poiché i due reparti non sono mai stati chiusi, ma al contrario sono stati messi in condizione di non lavorare perché senza personale l’uno e senza macchinari l’altro.
      Ma queste considerazioni contano poco, adesso conta che siano state riconosciute come eccellenze.
      Veramente mi fa piacere che sia il DG Squillante, sia il “neo-fascista” Spinelli per le sue frasi discutibili, e sia il Direttore Sanitario che ha chiesto di essere commissariato a Battipaglia Calabrese, si siano accorti che i due Reparti sono “eccellenze” e si sono accorti finalmente anche che sia Tufano che Iovieno sono bravi. Solo gli stupidi non cambiano opinione.
      Pensi che mi dispiaccia? Io lo sapevo già e ne conosco anche tanti altri che sono bravi come Tufano e il mio amico Gianni Iovieno.
      E’ Bravo anche Gigliotti, è bravo Giovanni D’Angelo ed è bravo anche Colasante, che è stato appena sospeso per un mese, truccando gli scambi di corrispondenza tra Spinelli, Calabrese, Colasante e viceversa, corrispondenze truccate per dimostrare la disobbedienza ad un ordine illegittimo e non il suggerimento di altre disposizioni che fossero in linea con la legge, inviate al DG per ottenere la sospensione e per accelerare, magari come pensa qualche maligno, prima delle elezioni la nomina di un responsabile al posto di Colasante, che andrà in pensione a Giugno.
      Ma naturalmente adesso siamo sotto elezione e si dovrebbe passare per l’incasso.
      Da oggi tutto è possibile e forse ci converrebbe anche pensare che con le elezioni alla porta si possa ottenere qualche cosa in più. Tra l’altro candidamente lo ha affermato anche il coraggioso Governatore Caldoro quando in uno dei suoi tour elettorali ha dichiarato “ora è il momento di dedicarci alle aree interne. Chi glielo ha impedito prima?
      Noi lo sappiamo.

  6. MARTINO SANTO SUBITO. CUOMO SINDACO. CONTE (TONINO) FARM MANAGER E CARIELLO VENDITORE DI AUTOVETTURE USATE. CARDIELLI NON PERVENUTI

  7. ritengo che per i personaggi menzionati da te avvelenata,tranne cuomo,la loro avventura a al concorso della politica finisce qui,anche il giovin cardiello dalla prossima uscita di scena ne subirà subitaneo danno,e anche irreparabile,cuomo ha goduto di un un pit-stop,ex malo bono,tanto tanto tempo per concentrarsi a pensare,riorganizzarsi,partire dal basso,e se sarà appoggiato come credo dal pd + qualcun altro di contorno,con un buon effetto renzi in poppa,la poltrona di sindaco potrà essere sua!

  8. Le politiche sociali è un argomento alquanto delicato e spesso oggetto di contropartite politiche se non economiche e invase da dinamiche di scambi di favore che chi per chi non conosce la materia,può solo azzardare conclusioni che non servono a niente

  9. Le politiche sociali fanno gola,a tutti,forse anche a chi critica mirando a sostituire il criticato

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente