Battipaglia: nuova maggioranza tra polemiche e accordi

Motta: “Cappelli? Un recidivo”. Francese: “Maggioranza con trattative private”.

Sedici consiglieri danno vita alla nuova maggioranza. Cappelli, D’Auria e Campione i “salvatori”

Angelo Cappelli

Angelo Cappelli

BATTIPAGLIA –  Il sindaco Santomauro è riuscito ad assicurarsi i numeri. Ormai è ufficiale e si è anche formalizzato il primo atto in Consiglio Comunale consentendo al Sindaco di andare avanti e amministrare Battipaglia. L’obiettivo è raggiunto l’Amministrazione Santomauro dispone di 16 voti, giusto quelli che istituzionalmente servono per andare avanti.

Tutto è stato possibile grazie al voto di tre consiglieri comunali 2 del PdL e uno della civica “etica per il buon Governo”. Angelo Cappelli, Lorenzo D’Auria e Marco Campione, dopo una serie di voci e di smentite, finalmente hanno dato concretezza all’operazione “maggioranza sicura”.

Si potrebbe dire: tanto tuonò che piovve, ma si può anche fare gli auguri a Santomauro e i valorosi Consiglieri che hanno deciso di affrontare le tante critiche che i loro rispettivi gruppi gli faranno pur di dare vita ad una creatura che nasce male. Benvenuti nel mondo del personalismo.

Il personalismo porta ad un altro fenomeno che nell’assise cittadina è stata sempre presente e che ha causato grandi problemi alla città: il qualunquismo. Parlare con i partiti è stato evidentemente superfluo dal momento che i singoli uomini si rendono disponibili e d’altronde sono le stesse dichiarazioni del Consigliere Cappelli, a margine delle accuse di recidivismo mossegli da Gerardo Motta, che lo confermano – “Non sono recidivo. Mi sono preso solo le mie responsabilità. Ho fatto una scelta personale” (da “il Mattino”) -.

motta-santomauro

motta-santomauro

Se per Cappelli è normale per noi è preoccupante. Le sue scelte personali impediscono ai partiti di sviluppare un discorso che sicuramente è più produttivo e che potrebbe portare anche ad un rafforzamento dell’Amministrazione Santomauro, ma con il pagamento di un “pedaggio” politico e non personale. E quale sarebbe il “pedaggio” di Capelli, D’Auria e Campione? il senso di responsabilità? avrebbero potuto ognuno nel proprio raggruppamento spingere per una soluzione di “responsabilità”, ora una strada più difficile da percorrere. Percorso tutto in salita e pieno di insidie che porta Adolfo Rocco (MpA) a dire – “Il progetto di Santomauro è una sconfitta dei partiti” -, e Cecilia Francese, tra l’altro amareggiata per il percorso intrapreso da Campione, suo compagno di lista – “Si è verificato purtroppo quello che avevamo previsto. Il sindaco ha parlato con i singoli consiglieri non con le forze politiche. Se si pensa che per il bene della città bisogna condividere una politica spartitoria e clientelare” -.

Lorenzo Dauria

Lorenzo Dauria

Marco Campione

Marco Campione

Questo percorso, apre verso il baratro, ma risponde anche a logiche di potere sia interne, sia esterne, sia fiancheggianti al Consiglio. Sono passate anche attraverso vari aggiustamenti interni al PD e che hanno avuto anche risvolti significativi nell’esito del Congresso cittadino, pare che alcuni consiglieri vicini all’area Bassolino-Valiante abbiano preteso che il sindaco non si schierasse e non assumesse nessuna posizione nell’ambito congressuale, così come ha dovuto prima “aggiustare” alcune cose prima di intraprendere la “campagna” acquisti, come i “patti di reciprocità”, con un accordo sotto banco, tra alcuni politici consumati appartenenti alla prima repubblica, che vedrebbero attribuire al Sindaco di Capaccio l’Amministratore Delegato, a un consigliere vicino all’amministrazione di Eboli la Presidenza. Ancora deve nascere questa creatura e già si vogliono “spartire ” i circa 80 milioni di euro. Nonostante tutto il Sindaco si dichiara soddisfatto per aver raggiunto il numero “16”, sperando a sua volta di consolidare ulteriormente la sua maggioranza. Ma quando ci deve costare alla comunità questo sedicesimo voto?

Tutto questo è preoccupante. Si intravede già una debolezza senza limiti. Ecco perché è conveniente tenere i partiti fuori. E se ancora si deve iniziare e già si consumano atti politici poco chiari e sbiaditi, significa che non si andrà molto lontano. Se il Sindaco vuole per forza governare come se avesse ricevuto un mandato divino ai piedi della Castelluccia e per farlo si devono pagare prezzi che coinvolgono tutta la comunità battipagliese, per favore mettete i piedi a terra. Nessuno è indispensabile e coloro invece che si sentono tali sono proprio quelli di cui non se ne ha bisogno.

39 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. D’auria,
    venditore o venduto?
    Ai posteri l’ardua sentenza!

  2. Scelta coraggiosa per chi in ben due amministrazioni è intervenuto una sola volta alzando la mano e chiedendo: “posso andare in bagno?”
    bah! forse è solo nostalgico di quei pochissimi anni in cui ha frequentato una scuola.

  3. Se i tre consiglieri non avessero dato l’ appoggio al Sindaco, si sarebbe dovuto tornare alle urne. E con il dissesto finanziario che c’ è, non sarebbe stata l’ idea migliore. Traditori da una parte. Salvatori dall’ altra. I tre consiglieri hanno solo evitato il peggio.

  4. santomà..si gruoss..nn ti fermare

  5. come diceva Amleto:c’e’ del marcio in Danimarca

  6. Non penso di aver tradito nessuno soprattutto i miei elettori durante la mia campagna elettorale sono entrato nelle case della gente risentendo più volte la fatidica frase “CERCA DI FARE QUALCOSA PER QUESTO PAESE CHE TU SEI GIOVANE” la gente normale quella che la mattina va a lavorare quella che non segue la “POLITICA” quella che affronta la crisi economica NON VUOLE SAPERNE DI ” SCHEMI DI PARTITI, DI MAGGIORANZE O MINORANZE” vuole risultati OPERE PER MIGLIORARE QUESTO PAESE questo sarà IL MIO IMPEGNO.
    NON HO AVUTO NIENTE NON MI SERVE NIENTE per fortuna ha un lavoro, un’attività che mi gratifica economicamente e personalmente “MANGIME” non mi serve. Ho sposato un progetto non una CARICA o UN INCARICO.
    Ho sempre detto: NON SONO I PARTITI A DAR VALORE ALLE PERSONE MA LE SINGOLE personalità A DAR UN SENSO AI PARTITI.

    • Caro Marco,
      hai fatto una scelta personale e te ne assumi tutte le tue responsabilità. Ma non è passato che qualche mese da quando sei stato eletto in un alista civica che manco a farla a posta si chiama “ETICA PER IL BUO GOVERNO”, perché evidentemente hai condiviso insieme a Cecilia Francese i motivi fondanti del movimento, e perché avete ravvisato che nella città di Battipaglia, martoriata da comportamenti che con l’etica ed il buon governo non hanno niente a che fare, vi fosse bisogno di impegnarsi per cambiare le cose. Mi risulta che il tuo movimento non era affatto estraneo a dare il proprio apporto all’amministrazione Santomauro, ma utilizzando percorsi limpidi e riconducibili a passaggi politici chiari e trasparenti enunciati in un documento, che ponessero le basi di un reale cambiamento e praticassero la strada della politica e degli impegni dei partiti e dei movimenti, dietro i quali si che ci sono gli uomini, ma che rappresentano un collettivo e non il personale pensiero o l’azione personale.
      In altre circostanze ti ho difeso e lo rifarei ancora più convintamente se si dovesse ripetere la circostanza, e visto la sgradevolezza degli argomenti di allora, non mi auguro possano ripetersi più, ma lasciatelo dire, e con affetto, ora non sei affatto difendibile. Che cosa farai, passerai il tuo tempo ad incontrare e spiegare a tutti i tuoi probabili elettori e anche a quelli che non ti hanno votato, ma che ne hanno comunque diritto in quanto sei uomo pubblico, i motivi delle tue scelte personali? E’ veramente troppo riduttivo. Con la tua azione non hai idea che “varco” si è aperto. Questa storia è simile a tante altre che ho registrato nel corso della mia vita e che vorrei non si ripetessero più. Si è aperto un varco pericoloso che porterà solo a logorare Santomauro, che si illude di voler essere il salvatore della patria, e a continuare ad affossare la città, a tumulare la morale e l’etica, che tu e il tuo movimento originario invece promuovevate con orgoglio.
      Con affettuosità Massimo Del Mese

  7. Caro Marco,
    sei giovane, ma ti stai già facendo conoscere. Vorrei chiederti: quando dici “i miei elettori” ti riferisci alle 263 persone che ti hanno accordato la loro preferenza personale, oppure agli altri 2.200 che pure hanno votato Etica per il Buon Governo, ma non Marco Campione? Dimentichi forse che soprattutto loro ti hanno consentito di rappresentarli in Consiglio Comunale? Dimentichi forse che 600 persone hanno votato per Etica senza esprimere preferenze, votando quindi solo per il programma che tu hai avuto il compito di sostenere in Consiglio?
    Non credi che tradire il programma di Etica sia tradire i suoi (e quindi i tuoi) elettori?
    Non credi che quando dici “sono le singole personalità a dar senso ai partiti” e non viceversa, dici anche che tu, in quel programma, in realtà non ci credevi? e che non credi nemmeno al programma del tuo nuovo schieramento?
    Dici di avere “sposato un progetto”, ma non sono queste nozze di secondo letto? Ci arriverete a festeggiare lo nozze d’oro?

    P.S. propongo a Massimo del Mese di lanciare un sondaggio per sentire cosa ne pensino gli elettori:
    Ha fatto bene Marco Campione, eletto nella lista Etica per il Buon Governo, a cambiare schieramento?
    1) Sì, perchè è legittimo cambiare idea politica
    2) No, perchè tradisce il voto degli elettori
    3) Sì, perchè così può ottenere incarichi importanti
    4) No, perchè baratta idee politiche per prebende politiche
    5) Sì, perchè occorre salvare questa amministrazione
    6) No, perchè così il governo si fonda sulle clientele anzichè sui programmi

  8. Voto per l’ 1 e il 5.

  9. commento da segretario del movimento “Etica per il buon governo” per affermare una verità che non si può smentire: Abbiamo lavorato alacremente per costruire una maggioranza programmatica per affrontare i temi cogenti per la nostra comunità, offrendo con un documento sottoscritto da subito da una maggioranza di consiglieri comunali, tra cui Cappelli, D’Auria e Campione, condiviso dal Sindaco Santomauro e dal suo schieramento. Le premesse di quel programma condiviso erano ispirate al ripristino delle più elementari regole etiche al fine di concorrere unitariamente alla ridefinizione delle regole, all’approvazione del DPF e all’accordo per il più Europa. Avevamo TUTTI condiviso l’esigenza di azzerare la GIUNTA POLITICA costruita sulle spartizioni personali per dare al SINDACO la possibilità di nominare una GIUNTA TECNICA di suo gradimento svincolata dalle logiche di appartenenza e in piena AUTONOMIA. Il Sindaco si era impegnato solennemente in uno con tutti i consiglieri comunali, compreso i tre transfughi, a non accettare maggioranze con chi fuoriusciva dai partiti e cambiava casacca. Tutto ciò può leggersi negli atti del Consiglio Comunale nell’atto di approvazione programmatica. Che dire? Stavamo lavorando per il bene comune, ma pare che ciò non andasse a genio proprio alle truppe del “campo profughi” del Sindaco, che avevano intenzione di SPARTIRSI la torta dei consigli di amministrazione e degli assessorati e delle deleghe. Hanno così scelto di continuare nel “BANDO PUBBLICO” per l’assegnazione all’INCANTO delle cariche residue, al fine di trovare una maggioranza per superare lo scoglio del riequilibrio di bilancio. Ognuno è artefice del proprio tempo e delle proprie scelte, ma non è NORMALE far passare chi ha scelto la coerenza e la trasparenza per l’interesse comune per coloro che vorrebbero mandare a casa i BRAVI RAGAZZI che si sentono sulle spalle il peso degli interessi della comunità. Non è NORMALE GIUSTIFICARE OGNI MEZZO UTILE PER RAGGIUNGERE UNO SCOPO. Ne appare NORMALE NOBILITARE la SCELTA di CAMPO per un supposto interesse generale che sarebbe stato MEGLIO TUTELATO con una MAGGIORANZA PROGRAMMATICA AMPIA. NOI NON CI STIAMO e chiediamo al SINDACO di chiarire a tutti come ha convinto la sua maggioranza; quali CRITERI ha UTILIZZATO per GLI INCARICHI. Caro SANTOMAURO stai ripercorrendo una storia già vista che ha portato nel baratro il nostro COMUNE.

  10. Per Angela.
    L’evidente “conflitto di interessi” non ti consente, purtroppo, una lucida analisi dei fatti.
    L’azione politica (?) dei tre “Salvatori” è, con ogni probabilità, finalizzata solo ed esclusivamente al conseguimento di ingiusti vantaggi personali. E non potrebbe essere altrimenti. Il tempo, come al solito galantuomo, legittimerà le preoccupazioni mie e di molti altri cittadini battipagliesi.

  11. x icittadino nauseato.
    Di quale “evidente conflitto d’ interessi” parli? Io non ho nulla da spartire con le vicende battipagliesi.
    Come fai a conoscere la mia identità? Forse perché conosci il mio account ? Allora so chi si cela dietro il tuo nickname.
    Ne potevi usare un altro, quello con cui di solito ti firmi. Sarebbe stato + onesto.

  12. Tra tutti il commento più sensato è stato quello di Marco,e meno male che abbiamo giovani che non si fanno incantare ma si rendono responsabili.MI pare che Marco sin dall’inizio si era reso disponibile a collaborare con Santomauro o no?Anche se non gli si dava modo di parlare nei pochi consigli!!!!!!Marco difendi i tuoi “pochi”voti che hanno collaborato a raggiungere i “PIU” e non preoccuparti che alla fine il risultato ci sarà per tutti e non solo per pochi PROTETTI.

  13. Angela,
    1° Indizio:
    “E’ la terza volta che leggo lo stesso commento del “giovane ebolitano”, due in questo blog , e + precisamente, in questo post, e in “Consiglio comunale deserto…” e un altro su siamofuoridalcomune.com.
    Cambia musica, please!”.

    2° Indizio:
    “Sarebbe veramente ora di cambiare registro con nomi, metodi e strategie diverse per Eboli. La gente è stufa di quanto accade, ma avrà la forza di non assoggettarsi al solito andazzo? Che lo status di cittadino sia diventatato solo un discorso accademico e retorico per la maggioraqnza degli Ebolitani? C’ è , invece, in giro, un certo fermento di dignità avvilita che si ribella e pretende rappresentanza. Questa dignità ritrovata potrebbe diventare uno tsunami…”
    …..sognatrice…..

    3° indizio:
    “RILEGGENDO QUESTI COMMENTI, DATATI 4 OTTOBRE 2009, SCRITTI A MANO SUL RETRO DEI VOLANTINI CHE DISTRIBUIMMO IN QUELLA NOSTRA PRIMA USCITA UFFICIALE, MI VIENE DA PENSARE CHE LA MAGGIOR PARTE DEGLI AUTORI NON LI MAI POTRA’ LEGGERE, QUI PUBBLICATI, PERCHE’ NON HA GLI STRUMENTI PER FARLO, NON POSSEDENDO UN PC ED UNA CONNESSIONE AD INTERNET. PECCATO! ANCHE QUESTA E’ UNA PROVA DELLA DISPARITA’ DI CITTADINANZA, PERCHE’ OGGI NON SI PUO’ FARE A MENO DELLA COMUNICAZIONE VIA INTERNET. LIBERTA’ E’ ANCHE POSSEDERE L’ ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA PER CONOSCERE, CONTROLLARE, ESSERE AUTONOMI, FARSI UN’ OPINIONE CHE NON SIA MEDIATA DALLA TV. A QUESTI “FIGLI DI UN DIO MINORE”, A QUESTI CONCITTADINI, A NOI CONTEMPORANEI E RICCHI DI VALORI, ANDREBBE RICONOSCIUTA LA PIENA CITTADINANZA NELL’ ERA CONTEMPORANEA, IL DIRITTO AD INTERNET COME AD UNO DEI DIRITTI FONDAMENTALI DELL UOMO MODERNO. ED E’ CON PROFONDO RISPETTO E TENEREZZA CHE CHI COPIA IN DIGITALE I LORO COMMENTI, SCRITTI C0N L’ ENTUSIASMO DI CHI SI SENTE IMPORTANTE PERCHE’ ASCOLTATO, RENDE LORO UN PO’ DI GIUSTIZIA”
    ….sognatrice in prima linea….

    4° indizio: …….facebook……

    La prova:
    “Come fai a conoscere la mia identità? Forse perché conosci il mio account ? ”
    Touchèe, madame…la Politica è ben altra cosa….

    il già “cittadino nauseato”

  14. Quello che riporti mi fa onore, perché sono con orgoglio una “sognatrice in prima linea,” e penso che se ce ne fossero di + di sognatori in prima linea, non assisteremmo a questo sfascio della” POLITICA”. Ognuno risponde delle proprie azoni. E il fatto di cambiare sempre nikname, “cittadino disgustato” e “il moralizzatore”, mantenendo così l’ anonimato, non ti fa onore.

  15. —- Lettera di un inguaribile utopista —
    Ormai i “numeri” ci sono.- Basta solo “pesarli”, poiché a contarli è illogico, visto che la matematica non è materia opinabile (aggiungerei: ancora per poco tempo.)
    E’ nel “pesarli” che si fa fatica.- E’ nel “classificarli” che la questione diventa di parte interessata.-
    E’ nel “qualificarli” che la questione diventa “interpretativa” specie sul valore e senso che diamo ai termini, quali: Moralità, Dignità, Onestà, Etica, Trasparenza e…..timor di Dio.-
    Ma tant’è che, le Torri di Babele, crescono ad un ritmo irrefrenabile ed all’orizzonte non si intravede nessun segno di “inversione di tendenza”.-
    Qui, su questa Terra, prima di aver perso il “senso e la ragione”, si è perso l’Uomo nella sua interezza. (mi riferisco, come scritto, all’Uomo con la U maiuscola. Quelli con la u minuscola ne abbiamo fin troppi e crescono in misura esponenziale)
    Una delle questioni interpretative stà nel “personalismo” citato,nell’Articolo, da Massimo Del Mese.-
    Se ho ben capito,egli addebita colpe al personalismo in quanto tale.- Ho i miei dubbi.!
    Se per personalismo si vuole intendere: Agire sulla base di propri interessi,di egoismo e di dettami personali. Allora chiedo scusa all’Autore.! Il suo concetto è centrato.! – Se per personalismo si vuole intendere l’opposto,quello che in origine era la sua “qualifica”,e cioè: Dogmi e principi etico-politici del primato dei valori spirituali dell’individuo.- Allora l’Autore ha solo esposto la “sua” forma interpretativa al termine.-
    Per quanto concerne il Qualunquismo,non vorrei che Giannini si rivoltasse nella tomba.- Il peggiore errore che fece,fù quello di “inciuciarsi” e di apparentarsi con i Partiti, dando origine ed alimento politico a quello che oggi è sotto gli occhi di tutti e che è sfociato nella definizione verbale e…. sostanziale di “Partitocrazia”.!

    Tutto questo per ritornare al “valore ed al senso” che diamo ai termini ed……alle Torri di Babele.
    Mi piacerebbe proseguire, ma è giusto ed opportuno entrare nello specifico ed esporre il mio modesto e limitato parere sulla diatriba accesa dai “cambi di casacca” in seno all’Amministrazione Comunale.—

    CAPPELLI- MOTTA- D’AURIA – vedi Link (segui Articolo del Redattore: Massimo Del Mese)
    Recidivo.? – Ma è solo colpa del “recidivo” o anche, se non prevalentemente, di chi dovrebbe conoscere, valutare, approfondire, analizzare TUTTI gli aspetti,morali e comportamentali, degli individui a cui assegnare la “casacca” con i propri “colori sociali”.? – Oppure sono gli “interessi di bottega”, il carnet di voti apportabili, le lobby, ecc. che fanno “pendere la bilancia”.?
    Dott.Motta, tutti abbiamo le nostre responsabilità.- Basta intendersi sul fatto “interpretativo” di responsabilità
    Anche il Dott.Cappelli ha le sue responsabilità (a suo dire).- Noi abbiamo,senza ombra di smentita, quelle dettate dalla coscienza permeata di etica e moralità.- Il Dott.Cappelli ci “interpreti” le sue.!
    Anche il Dott.D’Auria,credo,abbia assunto le “sue” responsabilità.- Ma da quello che noto,e che ci è dato sapere, ha assunto altresì una posizione di “basso profilo”.- Indicativo del comportamento di colui che predilige il detto siciliano che recita: Piegati giunco che passa la piena.!.-

    CAMPIONE – vedi Link (segui Commento n.6 – Marco Campione 30.ott.)
    Quale cognome fù tanto appropriato al caso.!
    Avrei piacere di alcuni chiarimenti “interpretativi” e poter fare altresì alcune personali considerazioni.-
    I chiarimenti sono umilmente obbligato a chiederli.- Le considerazioni non hanno necessità di essere né approvate, né condivise. Sono le mie.!
    Leggo che Lei ha “sempre detto” che: Non sono i Partiti a dar valore alle persone,ma……..-
    Quale più grande verità avrei potuto leggere,se non questa.-
    Ma Sig.Campione, Lei si è sbugiardato da solo.- E’ scivolato sulla sua stessa buccia di banana. (Le consiglio qualche altro “frutto” meno scivoloso).- E’ proprio in virtù del fatto che sono le “persone” a dar valore e senso ai Partiti se oggi ci troviamo in questo “immondo immondezzaio”.- Sono quegli “individui individuati” che alimentano il degrado morale e….materiale nei Partiti, e di conversa, i Partiti così alimentati,concepiti e strutturati, riversano poi le loro nefandezze e immoralità nella Società.- E’ il Male che si autoalimenta.-
    Ed il cerchio è chiuso.! – Ne prenda atto,Sig.Campione.!
    Per quanto concerne le “gratifiche economiche” ed i “mangimi”,sappiamo tutti che il “mangime” è destinato ai “polli” ed a Lei non serve.- Certo.! – Poiché,se si tratta di “polli”, quelli siamo tutti noi.- Ma come detto,forse a Lei non interessano e/o servono gratifiche economiche,ma a coloro i quali l’hanno “consigliata”,in questi ed in altri “passaggi” della vita, forse servono e/o interessano.- Ivi compreso forse tutto il….pollaio.!
    Ma la cosa più grave è stata quella di aver agito nelle vesti ed in casa di un Movimento Civico.- Lei ha ingannato e tradito,prima che i suoi cosiddetti elettori, i suoi “amici di cordata”.- Tutti quelli che credevano e credono che un barlume di luce ancora esiste onde consentire un approdo ad una Società ormai alla deriva.-
    Ma come dicevo prima,in merito alle gratifiche economiche, Lei “forse” non ne ha bisogno.- Lei pecca solo in sete di Potere e protagonismo. (e non sia ipocrita quando dice: …..voler apportare “Opere per migliorare questo Paese. Questo sarà il mio impegno)

    DI CUNZOLO – (segui Commento n.10 – Brunello Di Cunzolo 31.ott.)
    Caro Brunello,perdonami.
    Sono cose che possono succedere anche nelle migliori famiglie ma,conseguenzialmente, mi vedo costretto ad aggiungere che: – “Chi è causa del proprio male, pianga se stesso.” –
    Quanto riferito nello specifico al Dott.Motta,vale anche per te.- Non sei uno “sbarbatello”,men che meno in politica.- Forse nella foga,nel troppo entusiasmo,nell’ubriacatura politica e del ruolo, hai perso di vista le finalità di un “Movimento Civico” (forse hai fatto confusione con i Partiti di “prima e seconda Repubblica” e nei quali ti sei forgiato.).-
    Puoi e devi riannodare le fila.- Lo devi al Movimento, a Cecilia ed a tutte quelle sane ed oneste persone che ancora credono in una Civica fatta di Etica e di Buon Governo.

    SANTOMAURO
    Caro Giannino,
    di consigli “politici” non posso e non voglio dartene.- Anche tu,come gli altri,credo che ti sei assunto le “tue” responsabilità.- Come per il Dott.Motta: Basta intendersi sul fatto interpretativo del termine.!
    Una cosa però voglio e consentimi di dirti, molto fraternamente. –
    Non abusare della scaltrezza poiché questa ha breve vita.Prima o poi si viene “scoperti”
    Metti in campo l’intelligenza (e ne hai) poiché questa ha lunga vita.Ti rende inattaccabile.
    Non fidarti,ed ancor di più, non “affidarti” ad individui che non sono affidabili.- Poiché se oggi ti hanno portato “in contropartita” le teste dei tuoi avversari politici,domani, per loro natura ed inclinazione caratteriale, non esiteranno un solo istante a portare la “tua” testa ai piedi di altri.-
    – [ Dagli “amici” mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io. ] –

    Battipaglia o1.Nov.09 —- MICHELE PIETRASANTA –

  16. Nulla di nuovo sotto il Sole. Solita musica, soliti orchestrali. La politica politicante e il mercato delle vacche ha da sempre “insaporito” (si fa per dire) il piatto amministrativo cittadino,. Gente che durante la campagna elettorale si è lavata la bocca di etica, di trasparenza, di giustizia, ed eccoci qua…vendono e comprano consiglieri come se fossero calciatori…mentre la città s’inabissa sempre di più come un Titanic, schiacciata dal peso della disoccupazione, della droga, della delinquenza organizzata, della corruzione, dello sfruttamento. dell’immigrazione clandestina .

    Forza Nuova Battipaglia

  17. GRANDE CAMPIONE!
    ……..Sono fiera di aver sostenuto te, ti ho scelto in quel che per me sembrava un nuovo partito, ti riscelgo come UOMO.
    …….. Continua così, dimostra sempre la tua INDIVIDUALITA’.
    ……..Tanto ormai della donna dell’etica del buon governo resta solo un ricordo di forti potenzialità, dissolto il fumo resta solo una femmina.

  18. In un’epoca dove si scelgono tronisti e veline e si mercanteggia con la vita di adolescenti, illudendoli, la tua scelta Cyrano appare del tutto appropriata e coerente.
    Mi raccomando continua a sostenere il vano e il futile cyrano , io ,d’altro canto,scelgo la solidita’ e la moralita’.
    P.S:.
    Non so ma se il tuo nick si riferisce a chi io credo è da scriversi con l’accento, ma visto che quel cyrano’ (l’originale) aveva naso e proferiva solo giusti consigli non ti appartine sicuramente.

  19. Cari cittadini battipagliesi ragionate con criterio:L’etica del buon governo piu’ volte in campagna elettorale ha paventato l’idea di appoggiare il candidato sindaco Santomauro non dimentichiamocelo.Non e’ forse vero che in quel periodo Rosania(ebolitano) compagno di Cecilia Francese stava preparando la sua campagna elettorale alla regione.Ora non si sa se Rosania sara’ piu’ candidato.Conclusione,ma se rientrera’in corsa per una candidatura come fara’ la Francese a chiedere voti ai battipagliesi per il compagno nelle liste del pd.A voi le conlusioni……………………………………………..

    • Per Alis-
      Rosania non è candidato nel PD tuttalpiù in Sinistra e Libertà di Vendola. Ma non c’entra proprio niente dal punto di vista politico con Cecilia Francese. Rosania si può anche non condividere dal punto di vista politico, ma non è persona da usare questi mezzi, e nemmeno Cecilia Francese è capace di fare queste cose.

  20. BATTIPAGLIA HA BISOGNO DI ESSERE GOVERNATA.SPERIAMO CHE LA MAGGIORANZA SIA ANCORA PIU’ SOLIDA CON L’AVVENTO DI ALTRE PERSONE ,E DICO PERSONE NON CONSIGLIERI PERCHE’ ESSI SONO ESPRESSIONE DEL POPOLO AL SERVIZIO DEI CITTADINI NON DEI PARTITI .L’IDEOLOGIA PUO’ ESISTERE A LIVELLO NAZIONALE MA NON TERRITORIALE.

  21. battipaglia ha bisogno di essere amministrata,non andare al voto e’ stata la scelta dei tre consiglieri entrati in maggioranza.Sperando che la stessa maggioranza si allarghi per un governo solido.Questo non e’ tradimento ma attaccamento alla citta’,caro compagno Di Cunzolo.La tua occasione l’hai avuta,delucidami delle tue iniziative per questa citta’e della tua etica.

  22. PER ADMIN
    vero che Rosania non e’ nel pd, pero’l’area e quella.Mi dici cosa fara’ la Francese nel caso si candidi il sudetto, e cosa dira’ a noi battipagliesi in quella tornata elettorale? Io vedo una chiara cotradizione ,tenendo presente l’opposizione a Santomauro.

    • Per elis-
      quello che farà, lo saprà solo lei. Credo che tu faccia un errore nel momento in cui per te è un assioma vita privata e impegno politico. quello che farà la Francese sarà in linea con la sua coscienza e con la sua morale, anche perchè nella sua vita ha già dato prova di essere persona seria sul lavoro e moralmente a posto ache nella sua ancor breve carriere politica.

  23. penso che il sig Del Mese ha espresso esattamente il mio pensiero. mai confondere la vita privata con la idea politica. ricordo a questo signore elis che già dai tempi del liceo io e gerardo pur essendo uniti nella vita privata entrambi battagliavamo su fronti opposti: io ero a capo di un movimento studentesco di destra e lui a capo del movimento di sinistra. ( entrambi consigliere di Istituto) Molti i dibattiti e le battaglie condotte sempre nel rispetto delle idee altrui. quelli si che erano tempi buoni dove esistevano delle ideologie e il dibattito avveniva seriamente. Per rispondere ad Elis: gli sembra questo un governo di centro sinistra in cui la maggior parte dei consiglieri viene dalle file della peggiore destra della scorsa elezione e i nuovi transfughi? Gerardo è stato di grande aiuto al Movimento che ti ricordo è un movimento civico trasversale. Ha lavorato a stretto contatto con amici presenti nella lista di opposta estrazione politica con grande sintonia, e sai perchè l’unico denominatore comune era ed è il lottare per il ripristino delle regole, per la trasparenza, maggiore giustizia sociale, in poche parole restituire l’Etica alla politica. Non pensare che sia come gli altri, io non mi permetterò mai di fare dichiarazioni ufficiali come presidente del Movimento per orientare il voto politico. Noi siamo fuori dagli schemi dei partiti. Gerardo si è ampiamente guadagnato la stima di quanti l’hanno conosciuto. Già alle europee senza che io ho detto niente molti del movimento pur con ideologia opposta lo hanno votato per la persona che è poichè sicuramente ti senti meglio rappresentato da una persona che ha condotto sempre in prima linea battaglie giuste. Anche quando ha fatto il sindaco è stato il sindaco di tutti indipendentemente dal colore politico. Ma voi questi valori non siete in grado di coglierli, nè riuscite a capirli.
    Per quanto riguarda la sua candidatura poi non preoccuparti Gerardo non si presenterà alle regionali già sta lavorando in autonomia per il momento alla sua candidatura a sindaco… Forse potrei cambiare la residenza

  24. Vorrei tralasciare un po’ questo discorso,che si allontana un po’ dall’articolo in discussione.Dal commento si capisce che c’e’ molto pessimismo nel percorso delineato da Santomauro,forse perche’ gli elettori hanno votato sbagliato?non credo,semmai a risultato raggiunto c’era bisogna realmente di governare la citta’ ormai i 30 consiglieri sono stati scelti dal popolo di Battipaglia,IL SINDACO SOPRATTUTTO,mi ripeto consapevole di esprimere la mia modesta opinione:GLI ELETTI DEVONO ESSERE AL SERVIZIO DELLA CITTA’ NON DEI
    P A R T I T I.La sconfitta dei partiti l’ha definita il consIgliere ROCCO.
    Io penso invece un grande passo per lo sviluppo della citta’.

  25. egregio o egregia ELIS, non v’è miglior cieco di chi non vuol vedere. Se vuoi puoi conoscere la mia storia e la mia attività spesa anche politicamente per l’interesse comnune. Fatti riconoscere e sarò lieto di presentarti quanto sei curioso o curiosa di conoscere. Per il resto giudico pessimo questo sindacato di Santomauro in quanto, potendo scegliere tra una maggioranza programmatica ampia e una risicata maggioranza basata sulle “degenerazioni” del potere, ha scelto quest’ultima possibilità.

  26. Dopo diversi mesi sono entrata nel vostro blog e scopro che si è DECISAMENTE, schierato dalla parte della Francese…VIVA LA FACCIA! ho un solo dubbio… ci sarà veramente lo spazio per un contraddittorio serio? Adim spara contro Marco Campiione, reo di AVER USATO LA TESTA…Già durante il ballottagio con la Francese che andava a chiedere voti sottobanco per Motta, scandalizzando molti di quelli che avevano veramente creduto in un politica dell’ETICA…convinta di avere “diritto di precedenza” nelle decisioni altrui. Ormai è chiaro che la dottoressa non è intenzionata a riconoscere la decisione popolare, VOLEVA ESSERE IL SINDACO, non ci è riuscita, non è capace di accettare la realtà, non ha capito che la campagna elettgorale è finita (probabilmente spera in un ribaltone per riprovarci), magari passando nelle file del PDL, partito che ben si addice alla sua “idea dell’ etica”, e che le consentirebbe di raggiungere facilemente il suo scopo, coronando il sogno di molti suoi sostenitori, non ultimo l’archietetto Di Cunzolo che si è sempre distinto per la sua abnegazione e per il suo interesse “disinteressato” alla cosa pubblica …

    • Per Anita Fiore-
      Gentilissima, si vede che non hai visitato questo blog, altrimenti avresti letto, per il passato e in altri articoli, delle mie posizioni a difesa del giovane Marco Campione. Difese forti e sentite. In quella circostanza se tu avessi letto quegli articoli avresti detto quello che hai appena detto: si è schierato con campione. Non posso schierarmi con uno o con gli altri per partito preso, semmai lo faccio è perché sono persone pubbliche ed in quanto tale producono con il loro impegno degli effetti che sono pubblici. In quanto tali sono giudicabili. Ma per l’amor di Dio, solo dal punto di vista delle opinioni, mai per loa loro sfera privata che non interessa ne me e ne dovrebbe interessare altri. Quindi gentilissima, io esprimo delle opinioni, e forse per questo POLITICAdeMENTE ha avuto successo. Quando si fa cronaca, si deve rispettare e rappresentare la realtà dei fatti, e quando la faccio è così, quando invece esprimo delle opinioni, quelle sono solo mie e le offro agli altri e gli altri possono o non possono condividerle. Ma la cosa più importante è che tutti su questo blog possono esprimere le loro idee, le loro opinioni, i loro commenti, liberamente e senza condizionamenti, con le regole della correttezza che si è imposto il blog stesso. Tutti, nessuno escluso.
      Ritornando al fatto specifico, osservando i fatti, analizzandoli e confrontandoli con altri fatti similari di altre realtà vicine e meno vicine di battipaglia e Battipaglia stessa, la strada che si è intrapresa, non porta da nessuna parte, politicamente parlando, il personalismo produce fatti personali, semmai anche dietro intenzioni nobili ma comunque fatti personali. Purtroppo il giovane Marco Campione e gli altri due, con il loro atteggiamento hanno inaugurato in questo consiglio una pratica che non farà bene alla Città e non farà bene al Sindaco Santomauro.
      Chi impediva a Marco Campione o agli altri due di far valere le proprie ragioni nei loro rispettivi movimenti e magari, con la forza e la persuasione delle loro idee, avrebbero condizionato i loro rispettivi movimenti o Partiti al punto tale, da appoggiare come stanno facendo il Sindaco?
      L’altra opzione invece sarebbe stata quella, che dopo avere espresso le proprie motivazioni di un appoggio a Santomauro e i loro rispettivi gruppi, partiti o movimenti, ne avessero respinto le motivazioni, con percorsi democratici: assemblee, dibattiti, incontri, il Campione o gli altri avrebbero dovuto attenersi alle decisioni assunte. Solo se questi percorsi non fossero stati rispettati, allora era giustificata un’azione individuale di distinguo rispetto ai loro movimenti o partiti. Se questo non è avvenuto, sono posizioni personali e questa mio ragionamento non può essere travisato come uno schierarsi a favore di Cecilia Francese, che tra l’altro stimo incondizionatamente, per il suo vissuto personale. Non si può pensare di stare insieme agli altri solo se ci conviene.
      Ecco cosa penso, e lo penso e lo scrivo e ti anticipo che domani ci sarà una mia riflessione su Battipaglia, alla quale sono molto legato per affetti personali e familiari, avendo studiato, lavorate e vissuto.

  27. ANITA io la penso come te,ma ne siamo in parecchi non preoccuparti,sono tanti i bla bla bla…………………… e sono pochi coloro che pensano che l’alternativa seria fosse GERARDO MOTTA & COMPANI.Questi andrebbero a votare 2 volte all’anno,RECANDO ALLA CITTA’ UN DANNO IRREPARABILE.
    FORZA BATTIPAGLIA,VIVA LA DEMOCRAZIA E LA LIBERTA’ DI VOTO.

  28. gentile sig Anita. lei che sa tutto e che afferma che io ho cercato voti sotto banco al ballottaggio per gerardo motta: Numero 1, nei giorni del ballottaggio non ero a battipaglia volutamente. N°2 chieda ai suoi amici, lo chieda allo stesso Marco con cui conservo un rapporto di amicizia e ai tanti della mia lista e miei sostenitori lasciati liberi di votare Santomauro se pensavano che era “il male minore”. Non si preoccupi poi, chi ha votato Etica continua a stimarmi e lo rifarebbe di nuovo. Io quando dico una cosa è quella, e nel mio stile di vita la parola sottobanco (che trovo offensiva) non esiste. In verità la maggior parte degli elettori che ha votato Etica penso che ha continuato a votare al ballottaggio cecilia francese, se va a vedere i verbali delle singole sezioni, troverà che tra i pochi che si sono presentati a votare al ballottaggio molti voti erano per me. In quanto alle mie velleità di fare il Sindco si sbaglia alla grande, per come è attualmente la mia situazione familiare e lavorativa penso proprio che è l’ultima cosa che vorrei. Questo non vuol dire che io non debba continuare a tenere gli occhi ben aperti e fare la mia opposizione nel rispetto delle regole. Aprite gli occhi e guardate come si spartono la nostra (e sicuramente la mia da 4 generazioni).città. Fatemi ora il piacere smettetela di fare crica spicciola.

  29. Caro admin finalmente riescoi ad arrivare sul tuo blog che,per altro,trovo particolarmente stimolante.Mi permetterò di lasciarti alcuni commenti,sperando di contribuire al dibattito che qui si svolge.il prossimo te lo lscio sulla questione “aracne”.Nel merito della vicenda battipagliese,che ho seguito con attenzione in questi mesi mi sembra di poter fare una prima valutazione: a giugno si sono svolte le votazioni che hanno segnato la elezione di santomauro come sindaco,ma non la vittoria della coalizione del centro-sinistra cui non è stat consegnata la maggioranza numerica in consiglio.Un problema della legge,sicuramente (qui sarebbe bello tornare a vedere chi quella legge orrenda ha voluto,incominciando a smantellare quella grande legge sugli enti locali che era la 142/1990)ma questo è il dato che le elezioni di giugno ci hanno consegnato. A quelle elzioni erano in lizza altri 2 candidati sindaco,che ovviamente non sono stati eletti sindaco,ma che erano portatori di posizioni,proposte,progetti diversi da quelli di santomauro.Una prima domanda:-perchè questi candidati sindaci,ed i gruppi politici di cui erano espressione,dovrebbero sostenere l’attuale amministrazione,se erano portatori di visioni diverse della città?perchè dovrebbero rinunciare al ruolo di oppositori cui il voto popolare li ha relegati? Si tende a rispondere: per il bene di Battipaglia!Risposta che trovo francamente un po’ generica e banale,ma che accetto.Ma allora,volrendoci tenere su questo terreno posso ricordare che in una democrazia ,per il bene di quella democrazia stessa, e quindi di un comune,o di una provincia o di una regione o dello stesso Stato,fondamentale è il ruolo dell’opposizione,che deve saper vigilare,saper incalzare chi governa,saper proporre progetti alternativi.Io vengo da una militanza decennale,come tu sai bene ,in un partito che dal dopoguerra,fino al suo scioglimento è stato all’opposizione, e credo l’abbia saputa fare,assumendosi le sue responsabilità in momenti drammatici della storia del nostro paese (i governi di unità nazionale furono la risposta che le forze democratiche di questo paese,diedero all’attacco terroristico culminato nel delitto moro).Quindi nessuna recriminazione se chi non vince le elezioni si collochi all’opposizione e critichi chi governa nel momento in cui quest’ultimo assume decisioni che non condivide.O questo famoso bene della città sottende il fatto che bisogna accettare tutto ciò che la giunta propone?Mi sovviene,allora un altra domanda: siamo sicuri che la cancellazione dell’opposizione risponda davvero al bene della città? Io francamente non azzarderei una risposta positiva.C’è un’altra domanda che rimane senza risposta,nel dibattito che ho letto sulla politica battipagliese,perchè la richiesta di non fare opposizione riguarda solo il movimento “Etica per il Buon Governo” e non il PDL,che pure è presente in consiglio?Si tende ad affermare che il movimento è civico! Sono d’accordo,ma non riesco a cogliere le motivazioni delle conclusioni che da questa constatazione si tende a far discendere:rinunciare all’opposizione.Un movimento anche se civico,e non partitico,è tuttavia politico (aspetto questo che varicordato a chi fa troppo facilmente confusione fra “apartitico” ed “apolitico”)e come tale portatore di una propria visione del governo della città,sia sul terreno del metodo,che su quello del merito (i programmi!).Se allora si vuole che un gruppo politico,al quale si deve innanzitutto riconoscere tale dignità,rinunci alla sua collocazione di opposizione “per il bene della città” si dovrebbe aprire con questo gruppo un tavolo di trattativa,ufficiale,trasparente,alla luce del sole ove trovare la sintesi sui citati terreni del metodo di governo e dei programmi.E’ avvenuto questo?A me francamente non risulta!A me risulta invece : che l’Amministrazione,senza avere i numeri in consiglio,si è presentata al primo consiglio (quello dove dovevasi approvare il programma dell’amministrazione) con il programma elettorale del Sindaco eletto. Sicuramente qualcosa mi sfugge.Ma non eravamo reduci da una campagna elettorale in cui si erano confrontati,progetti alternativi per la città?Cosa era intervenuto nel frattempo per cui chi il rpogramma del Sindaco non aveva condiviso in campagna elettorale avrebbe dovuto condividerlo in aula consiliare?A me risulta ancora che chi si aspettava delle novità sotto l’aspetto del metodo,passaggio obbligato per una coalizione che non aveva i numeri in consiglio,si è trovato dinanzi ala rivendicazione di una giunta ,legittimamente,tutta politica e molto attenta agli equilibri della coalizione che esprimeva il Sindaco.Nessuna novità rispetto a metodi del passato.Nessuna nomina tecnica fuori dagli schemi di partito,di alto profilo (In quel caso ,il famoso “bene della città, che fine ha fatto?)A me risulta ,ancora, che prima del fatidico consiglio sul riequilibrio di bilancio,ancora una volta in modo perfettamente legittimo,la coalizione che esprime il sindaco,si è riunita per una attenta ripartizione dei posti di sottogoverno,che assicurasse i famosi equilibri interni di cui prima.Anche qui:il bene del paese ha subito un momentaneo congelamento.Infine,risulta a me che,legittimamente ancora una volta (Io confesso che non l’avrei mai fatto però,nè nella parte di sindaco,nè in quella di singolo consigliere),ma,anche qui,senza segnare alcuna novità rispetto al passato,si apre una trattativa fra singoli consiglieri e la coalizione che governa.Su quali basi proigrammatiche e di metodo? E’ legittimo chiederselo,senza per questo essere accusati di voler esprimere giudizi che,sicuramente non spetta a me dare?Sulla base di questo quadro mi chiedo,e chiedo:perchè Etica per il buongoverno dovrebbe rivedere la sua posizione di opposizione rispetto a questa Giunta?Quale elemento di novità,quale discontinuità rispetto a pratiche del passato?Quali novità programmatiche?La scelta di affidare all’esterno la gestione di “Villa Maria”,mentre le associazioni chiedevano un coinvolgimeto diretto tramite una fondazione?La scelta di portare il consiglio dinanzi ad un fatto compiuto dell’avvio dei lavori di una rotatoria,senza alcuna condivisione di quella scelta,finanziandola con il ricorso alle economie di precedenti lavori,mentre altra rotatoria,dove probabilmente l’urgenza della realizzazione è più palpabile,viene rimandata all’ottenimento di un mutuo che al di là di ogni valutazione di opportunità,vista la situazione di bilancio,sicuramente conosce tempi più lunghi?qual’è il ruolo che viene riconosciuto al Consiglio Comunale,che la legge sicuramente sminuisce,ma che per” Etica”dovrebbe tornare ad eseere il luogo degli eletti,delle decisioni per la città e non un luogo di semplice ratifica.Un ultima domanda,infine,credo sorga spontanea: perchè tanta veemenza verswo l’azione di opposizione di “Etica”?Io mi rendo conto,figurarsi ho fatto il sindaco per tanto tempo,che il sogno di ogni sindaco è quello di avere unanimità di consensi su ogni scelta,ma attenzione, lo scadere anche nell’attacco personale,verso chi esprime dissenso,lo spiegamento di tali forze verso un “piccolo “movimento che persegue il suo programma politico,può dare ad un osservatore esterno,quale io sicuramente sono,l’impressione che alla fine quella opposizione stia colpendo nervi scoperti e contraddizioni feroci nella coalizione che governa.E se qui nervi scoperti o quelle contraddizioni ci sono la domanda finale diventa: Chi è che sta facendo il bene del paese,la ooposizione che li denuncia e li mette a nudo, ola coalizione di governo che li produce al suo interno e cerca poi di nasconderli?Io ,serenamente,lascio ad altri la risposta.Grazie Massimo per l’ospitalità.

    • Per Gerardo Rosania-
      Tutte quelle domande che hai fatto, a mio avviso sono le risposte. Nell’articolo di domani “Battipaglia verso un’amministrazione qualunque”, in un certo senso si risponde anche a quegli interrogativi.
      Il qualunquismo imperversa a Battipaglia, e purtroppo aimé anche a Eboli e in Italia. Rispetto al quale non saprei cosa fare, ma che individuo forse nell’assenza dei partiti e delle loro funzioni mediatrici e propositive, ma sicuramente non è solo un problema politico semmai sociologico e riguarda l’individuo, i valori, la morale e tutto il bagaglio che l’uomo dovrebbe avere nel suo DNA, di questi tempi non se ne vede traccia, purtroppo.
      Ritornando a Battipaglia, Cecilia Francese, per quanto mi riguarda, benché non rappresenti una cultura di sinistra, ha rappresentato e rappresenta un vero e proprio elemento di novità, in quel mare magnum di qualunquismo e personalismo che imperversa in questa Città. Rappresenta a suo modo, e non del tutto compreso a Battipaglia, quel “bagaglio” a cui facevo riferimento, viene recepito come un pericolo per quella realtà, e viene individuata manco a dirlo come un capro espiatorio al contrario. Perchè se ormai si arriva all’assoluzione per maggioranza, si capisce come 10 malandrini possono additare una persona onesta, di “onestà. Ecco perché si aspetta coerenza da Cecilia, e viene lanciata a mò di sfida quella coerenza, ben sapendo che la Francese con il suo movimento non trasgredisce, ma sotterraneamente sperano in un suo coinvolgimento, solo per poter dire: Hai visto questa è tale e quale agli altri, o meglio, è tale e quale a noi.
      Non ci sarebbe niente di male se un gruppo, un movimento, un Partito rivedesse le proprie posizioni, anche alla luce di una Legge che contempla l’elezione di un Sindaco senza Maggioranza, e per responsabilità politiche rivedere la propria ricollocazione, ma con percorsi che siano lineari e trasparenti e che siano volti all’ottenimento di un risultato politico che veda anche la possibilità di raggiungere obbiettivi comuni al partito stesso. Ma questo è pretendere troppo.
      Il peccato originale di questa città è proprio questo trasformismo che gli elettori non apprezzano e comunque subiscono. L’assurdo è che anche le persone perbene e che potrebbero dare contributi notevoli, finiscono per essere travolti dai più.
      Ti ringrazio del tuo intervento che sicuramente qualifica il Forum.

  30. x ELIS ed ANITA FIORE: vorrei sapere se fate un corso di specializzazione per imparare ad “ANGARIARE” oppure vi viene naturale? In ogni caso si può affermare che “DIO li fa e SANTOMAURO li accoppia”. Per quanto attiene i miei interessi personali, questa Sindacatura sarebbe stata ECCELLENTE se abnegassi all’unica ragione che mi ha ricondotto in politica, ovvero l’interesse comune, perchè anch’io avrei potuto chiedere un vantaggio, un prezzo da pagare, il DAZIO. Certamente non sono meno importante di altri, se è vero che mi si accredita di essere quello che trama, muove i fili, fa la regia. Se sono così importante e necessario posso certamente chiuedere un prezzo almeno pari a quello di ogni singolo partecipante alla festa, nell’INTERESSE della CITTA’? VERGONATEVI nel senso cristiano, ovvero, rivedete le vostre posizioni in modo critico, se non avete altre convenienze. Se non siete tra quelli e quelle che stanno beneficiando di vantaggi privati, aprite gli occhi e accettate le divesità, scoprirete che il mondo è fatto di tante idee e tante opportunità, di tanta umanità, di altro. NON OMOLOGATEVI.

  31. NON LITIGHATE !!!!!!!!!!!!
    IL MAGNA MAGNA C’è PER TUTTI.
    SIAMO A BATTIPAGLIA NO!

  32. Saremo anche a Battipaglia ma sicuramente non tutti, e per fortuna, siamo così famelici ed affamati.
    Trovo sconcertante l’accettazione rassegnata da parte di tanti di un sistema così degenere e degenerato.
    Se io avessi le stesse convinzioni, probabilmente potrei rinunciare da subito a vivere.
    I sacrifici , le rinunce, la coerenza, la tenacia e le costanza sono frutto di grandi sacrifici che molti di noi fanno ogni giorno senza arrendersi al mal costume dilagante, fiduciosi che le cose possano cambiare con l’impegno anche di minoranze che, solo perchè scomode, finiscono per scatenare offese gratuite e volgari da parte di coloro che vantano di operare per un presumibile bene bene della città. Chissà se le coscienze si sveglieranno, chissà se mai ci saranno confronti politici corretti e costruttivi, chissà se mai taluni soggetti smetteranno nel volgare tentativo di imbrattare e sporcare ciò che invece, loro malgrado, rimane coerente e cristallino.
    Beato quel paese che potrà fare a meno della volgarità!

  33. Recentemente l’architetto DiCunzolo mi ha definito “Tifosa” di Santomauro e,leggo solo ora, che già in precedenza, mi aveva degnato di un suo magnanimo consiglio, di non omologarmi.Mi spiace, ma non posso cogliere questo suo prezioso consiglio, sa perchè? perchè sono canvinta che nella vita c’è sempre da imparare solo che il vantaggio della “maturità” è quello di poter scegliere i propri “maestri” e se anche a lei sembrerà inverosimile…io non riesco a vedere in lei un buon maestro!
    Purtroppo non ho molto tempo da dedicare a questo spazio e quindi mi capita di leggere in modo saltuario i vari interventi, ma ho notato in lei un atteggiamento più che critico, direi “bellicoso” nei confronti di Santomauro, come ben dice io non conosco bene i vari meccanismi che regolano la vita politica della nostra città. Lei di certo sa molto meglio di me come funzionano le cose e probabilmente la nuova amministrazione non è di suo gradimento ,perchè incapace di operare nell’interesse pubblico…IO, se le me lo permette, sono dell’avviso contrario. Sono faziosa, perchè credo in questa persona? Ebbene sì, non vedo cosa ci sia di male. Per quanto riguarda tutte le accuse da lei mossa alla nuova amministrazione, io non sono in grado di darle risposte tecniche, ma , da tifosa, le dico che sono certa che il tempo darà ragione a chi lo merita…Io sono certa che la nostra città ha finalmente l’opportunità di “crescere ” e migliorare. Le auguro un buon Natale e tanta “serenità”, penso ne abbia davvero bisogno!

  34. x Anita Fiore: La ringrazio degli auguri, anche se ironici, fanno sempre bene. Volevo ringraziarla anche per aver immaginato che possa essere un maestro, pur se non buono, per qualcuno, sa, di questi tempi avere gli strumenti per insegnare qualcosa è già di per se un riconoscimento. Non ha invece risposto all’interrogativo più forte: avete fatto un corso di specializzazione per angariare le persone che non la pensano come voi, oppure vi siete ritrovate tutte idealmente accomunate dalle stesse tensioni empaticamente?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente