Cariello e la nomina di Melchioonda al Consorzio Farmaceutico

Dietro la Nomina di Melchionda a Presidente del consorzio delle Farmacie, Cariello (Nuovo Psi) ipotizza scenari politici e affaristici di scafati sul territorio ebolitano.

Ferma opposizione di Cariello a un consorzio che è servito al centrosinistra di Eboli, ed al Pd in particolare, per sistemare amici e parenti, consiglieri, assessori ed ora il sindaco cacciato. É giunto il momento di uscire da questo carrozzone che serve solo a gonfiare qualche tasca.

Massimo Cariello

Massimo Cariello

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “Da tempo lo avevamo denunciato ed ora la vicenda Melchionda conferma tutte le nostre accuse ed i dubbi inquietanti: – scrive in una nota stampa lex Consigliere Provinciale e ex Consigliere comunale di Eboli del Nuovo Psi Massimo Cariello, Coordinatore “Casa delle Idee“, un raggruppamento di Liste civiche che lo indica come Candidato Sindaco di Eboli nelle prossime consultazioni amministrative di primavera – il consorzio intercomunale farmacie non è altro che un meccanismo per gonfiare le tasche e l’arroganza di amici e parenti, a danno dei cittadini e delle famiglie.

L’ex sindaco di Eboli, – prosegue Cariello ricordando gli ultimi avvenimenti politici che hanno caratterizzato il percorso negativo dell’ex Sindaco di Eboli – dopo essere stato cacciato dal Comune sotto il peso di una sfiducia firmata per l’incapacità e gli interessi di chi amministrava, ora pretenderebbe di ritornare ad amministrare una parte della città, incassando presidenza e lauto stipendio, nonostante gli ebolitani non ne vogliano sentire nemmeno il nome.

Se proprio i suoi amichetti di Scafati e di Capaccio muoiono dalla voglia di garantirgli gli stessi compensi del sindaco di Salerno, – aggiunge Cariello – se lo portino a Scafati o a Capaccio e gli diano qualche incarico come si fa per gli amici e gli amici degli amici, perché un consorzio intercomunale non è cosa loro.

La decisione della presidenza al sindaco cacciato da Eboli è uno schiaffo in faccia all’intera città, che ha lottato per allontanarlo dal Comune ed ora dovrebbe ritrovarselo per opera di sindaci amici suoi e che nulla hanno in comune con Eboli e con i suoi cittadini.

In queste ore ci stiamo chiedendo, – prosegue Cariello immaginando altri scenari politici, amministratifi e affaristici della città di scafati su Eboli – visto l’impegno del rappresentante del Comune di Scafati nel sostenere un avversario politico, sapendo che si trattava di un amministratore che Eboli non vuole più, se Scafati abbia interessi sul territorio ebolitano, sui suoi comparti imprenditoriale, professionale e commerciale tali da “dovere” garantire un posto di potere ben retribuito all’ex sindaco cacciato dal Comune.

Sul piano strettamente politico, – conclude la nota di Massimo Cariello rivolgendosi ai vertici di Forza Italia provinciale proponendo lo smantellamento del Consorzio delle Farmacie – vorremmo sapere, evidentemente attraverso i vertici provinciali, se per Forza Italia sia normale resuscitare un avversario politico che il centrodestra ebolitano, Forza Italia compresa, ha combattuto e sconfitto politicamente negli anni. Ribadiamo la nostra ferma posizione di opposizione ad un consorzio che negli anni è servito al centrosinistra di Eboli, ed al Pd in particolare, per sistemare amici e parenti, anche consiglieri, assessori ed ora il sindaco cacciato e pensiamo che sia giunto il momento di uscire da questo carrozzone che serve solo a gonfiare qualche tasca.

Eboli, 3 gennaio 2015

12 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. sono tutti della stessa pasta a danno dei cittadini e delle formazioni politiche

  2. Senti senti chi parla e cosa dice!!!!! Perché non ci parla anche dell’ incarico che il perdente iannone gli ha dato nella notte in cui sapeva di essere trombato?? Questo é stato un atto di inaudita illegalità politica. Sistemare i cumbarielli prima dellaa disfatta. É interessantw sapere quanto percepisce cariello nel consorzio della provincia . In attesa cordiali saluti

  3. Forza Italia di Eboli che si rivede in parte nel signore su nella foto si scandalizza per la nomina del serrese ma maliziosamente dimentica i 40.000 euro lordi annui presi dal lider da massimo, candidato sindaco della destra alla lagane e ceci, come parte del Consorzio di nomina Cirielli dopo essere diventato di destra da rifondazione, che ipocrisia, a eboli in supposte!.

  4. Ma ora Massimo Cariello andrà anche contro il Centrodestra? Diventerà un grillino? Peccato per quel Garofano che sfrutta ma con cui non ha niente a che fare

  5. Per quanto tempo volete prendervi gioco della gente? Cariello critica a Melchionda. Nel frattempo campano tutti e due di politica: Cariello con Consorzio ASI e Melchionda con le supposte del Consorzio Farmacie. Sit tal e qual!

  6. Una sfacciataggine assurda: perché non riferisce della sua nomina a membro del Consorzio ASI da parte di Cirielli nel lontano 2010 come premio del passaggio da Rifondazione Comunista al nuovo PSI (FDI, FI, PDL). Il compenso lordo annuo di costui x non far nulla (ugualmente al sig. Melchionda) è di 40.000 euro. Che squallida ipocrisia…

  7. Nel link seguente è possibile ammirare Massimo Cariello immortalato nel direttivo del Consorzio ASI SALERNO

    http://www.asisalerno.it/index.php?option=com_k2&view=item&layout=item&id=4&Itemid=145

  8. Io certamente non posso non voglio essere difensore diMelchionda del Pd o del cconsorzio farmacia, ma che Massimo Cariello si erga a paladino di perbenismo la dice lunga su ciò che potrebbe essere una sua elezione, ma non hai vissuto e convissuto con”nomine”di apparati amicali? Vedi consorzio Asi salerno, eh no gentil Cariello credo proprio che delli vesti di cui ti ammanti non possono appartenerti!!

  9. Qui non si tratta di vedere quanti incarichi ha collezionato uno piuttosto che un altro, la questione è politica sulle capacità gestionali: Melchionda ha reso Eboli un colabrodo, ormai nessuno ci considera più e siamo diventati peggio di una frazione. Quindi non credo sia stato nominato da Aliberti (F.I.) per le sue capacità, ma piuttosto per un baratto alle Regionali. Gli attacchi che leggo qui a Cariello non hanno senso: legittimamente ha posto una questione politica contro chi in questi anni, ripeto, ha DISTRUTTO EBOLI !

  10. Che gente. Sempre pronta a trascinare tutti nel baratro. A fare di tutta l’erba un fascio. Ma smettetela di dire sempre le stesse cose sugli incarichi di cariello. Non sapete più come criticarlo. Il suo incarico all’asi è un incarico politico, uguale uguale agli incarichi che hanno avuto altri politici. La differenza è sostanziale, però: quello di cariello almeno è attinente alla sua qualifica. E poi cosa centra questo con la nomina di un sindaco sfiduciato dal suo stesso partito e da tutta l’opposizione, incarico tra l’altro addirittura inconferibile?!. Svegliatevi!!!!!

  11. grande MASSIMO ……………

  12. a ebolisempre, germano, e paola.
    se cariello uscisse sindaco noi non conteremmo una cippa, il pd regna a roma, a giugno a napoli e a salerno si è insediato da poco, si (il sindaco di destra) confonterà con politici ostili, saremmo isolati anche nelle partecipate, avremmo messo la triste parola….FINE!
    PREGIAMO CHE ESCA UN PARROCCHIANO PD, O DAVVERO RICORDEREMO QUELLE CITTA’ FANTASMA DEI FILMS WESTERN DI SERGIO LEONE.
    p,s grande Massimo si, ma Del Mese.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente