Parte a S. Cecilia “Enews” il l blog cambiamosantacecilia.blogspost.com

Dal’6 gennaio é partita la Enews di Vito Marate, il blog dell’Associazione cambiamosantacecilia.blogspot.com

Con il blog Maratea, presidente Dell’associaizone Cambiamo Santa Cecilia, vorrebbe trovare un modo per essere più vicino a chi ha deciso di seguire l’associazione, ma anche per chiarire le posizione che egli intende prendere per dare un contributo alla collettività.

Vito Maratea

Vito Maratea

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI -Apprendiamo con piacere che il web si arricchisce di un nuovo angolo di informazione. Di seguito si pubblica integralmente la prima “Enews” pubblicata sul blog cambiamosantacecilia.blogspot.com. Poichè ho provato a collegarmi per visionare il sito e magari anche per dare un giudizio e fornire qualche consiglio, non è stato possibile ogni collegamento. E’ comprensibile, specie quando si è agli inizi, aspetteremo. Tuttavia, leggendo la prima lettera che il giovane Maratea ci invia per comunicare la nascita del blog dell’Associazione Cambiamo santa Cecilia di cui Maratea ne è anche presidente, si comprende di come essi (i componenti dell’Associazione) desiderano comunicare in maniera alternativa a quella tradizionale, come ormai fanno soprattutto i giovani affidandosi alla comunicazione veloce e rapida di Twitter e a quella lo stesso rapida ma più riflessiva di facebook. Il blog al contrario è un punto di riflessione più intima se si vuole mantenerlo nell’abito stretto delle proprie osservazione, più aperto se invece si vuole offrire i propri punti di riflessione a tutti aprendo forum o accettando condivisioni o critiche.

E’ ovvio che POLITICAdeMENTE si augura che sia una pagina aperta, ma non per chiarire le posizioni del presidente Maratea, le quali evidentemente saranno chiarite all’interno della sua associazione, ma per aprire appunto ad un confronto tra i vari blogger che vorranno parteciparvi. E’ chiaro anche che trattandosi di giovani è necessario si dia loro ogni possibilità, ma sempre nell’ambito della correttezza, della giustizia, della libertà di opinione, e innanzitutto del rispetto verso gli altri, specie per chi non la pensa come noi. Per fare questo ci vogliono delle regole, che non sono necessariamente riportate in un manuale, ma che appartengono all’etica e alla morale, spesso accantonata dai grandi e spesso assimilata dai giovani che tendono ad assorbire ogni lezione, quindi se le lezioni sono aperte e democratiche quell’etica e quella morale si accresce e diventa patrimonio indissolubile di ognuno di noi, se al contrario le lezioni sono povere allora si può immaginare cosa accade,

Pensando e augurando il meglio, POLITICAdeMENTE vuole dare il benvenuto a questa iniziativa nella speranza di trovare una sponda al racconto vero che si deve fare della nostra società, racconto che come viene preannunciato si vuole intraprendere lanciando un Focus sulla immigrazione. Un tema a dire il vero molto delicato e che non può essere affrontato formulando una semplice domanda: sei favorevole all’immigrazione?” immaginando già quale sia la risposta. Temi del genere non possono essere messi in pasto alle emozioni, ma vanno trattati come si tratta la dinamite con delicatezza per evitare ci possa scoppiare in mano,

L’immigrazione, come tutti i fenomeni di massa, ha molte sfaccettature e indipendentemente da quello che ne pensiamo, la società “così detta” occidentale è la meta ambita che tutti gli immigrati si pongono, in quella c’é la speranza di dare una svolta decisiva a se stessi e ai propri figli e sebbene la nostra società ne ha maledettamente bisogno, soffre il fenomeno perché mal posto e/o per nulla posto, e in questo frattempo oltre al disagio che i cittadini provano per gli immigrati vi è anche il loro disagio e vi è anche lo sfruttamento e una grande speculazione a cui si fa spesso ricorso, e discutere solo di uno di questi argomenti senza affrontarli nella loro comlessità e con persone che se ne intendono dei fenomeni migratori di massa, si corre il rischio di dare il problema in pasto ai lupi, intendendo per lupi coloro i quali sulla diversità fondano i sentimenti di odio e di disprezzo.

Ma si è certi che i giovani che parteciperanno avranno la saggezza  e la maturità di  saper affrontare le varie questioni che attraversano la società in generale e le comunità in particolare si presentano, ricordando che in tanti anni di siti e di blog ve ne sono stati a iosa, della stragrande maggioranza non ve ne è più traccia e nessuno se ne ricorda. In bocca al lupo.

“Salve a tutti e Buon 2015 – scrive Vito Maratea – Ormai da quasi 5 giorni abbiamo avviato (su richiesta dei ragazzi) il blog della nostra associazione, per promuovere i nostri progetti e manifestazioni, ma non solo le nostre anche i progetti e le manifestazioni che molte associazione della nostra periferia svolgono per dare quel tocco in più alla nostra comunità.

Oltre questo cercheremo di dare anche qualche notizia di attualità, cronaca e ci soffermeremo un po’ meno sulla politica anche perché non ci interessa più di tanto, visto che negli ultimi mesi sopratutto le vicende locali ci fanno venire solo la nausea, per il semplice motivo che per noi la politica deve essere confronto fra i cittadini e punto di riferimento per chi ha progetti, ma ad Eboli la politica tutto é fuorché che questo, i partiti si riducono semplicemente a fabbriche di candidati, e i giovani vengono trattati semplicemente come dei portaborse. Ma ora basta parlare di politica, non é questo quello che voglio, ci dovrebbero essere le sedi di partito per parlare di questo, ma a volte sono commissariate per anni!!

Ma ora veniamo al dunque Il programma di questo mese sarà svolto principalmente su 2 punti:

  1. Avvio del blog, strumento che ritengo essenziale per la crescita dei ragazzi, visto che la maggior parte degli articoli verranno redatti da loro. Ma sopratutto perché credo che questo blog debba diventare punto di rifermento non per i soliti noti, ma per tutti i cittadini dove ognuno potrà segnalare la propria problematica e dove ognuno potrà esprimere la sua opinione qualsiasi essa sia!!
  2. Questionario sull’immigrazione, avvieremo l’elaborazione di un questionario su uno dei principali problemi della nostra periferia e di tutta la piana del Sele cioè l’immigrazione, per poi sottoporlo nei mesi di Febbraio-Marzo ai nostri concittadini per poi infine elaborare il risultato e capire cosa la maggior parte dei cittadini pensa di questa grande problematica. Anche questo sarà un momento di crescita per i ragazzi dell’associazione ma non solo sarà un momento di crescita e chiarimento anche per i nostri cittadini. Personalmente credo sia un primo passo per accendere i riflettori sul problema immigrazione, anche se potremmo già immaginare la risposta, ma oltre alla domanda “sei favorevole all’immigrazione?” C’è ne saranno tante altre che faranno riflettere l’interlocutore.

Ho deciso di scrivere questa specie di lettera, semplicemente per essere più vicino ai tanti concittadini e amici che hanno deciso di seguirci e anche per mettere in chiaro ogni mia presa di posizione……….oltre a spiegare i vari progetti ed eventi che volta per volta andremo a svolgere. Il mio obiettivo, l’obiettivo che tutti i ragazzi e le ragazze (almeno credo) come me hanno e semplicemente quello di creare qualcosa in più nel luogo in cui siamo nati,siamo cresciuti e dove vogliamo continuare a vivere.

Un Abbraccio
Vito

PS: Abbiamo il dovere di metterci in gioco per far si che qualcosa cambi, ma sopratutto se non vogliamo metterci in gioco dobbiamo avere la consapevolezza di non avere il diritto di lamentarci se le cose rimangono così come sono!!”

Eboli, 8 gennaio 2015

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. forza ragazzi…….siamo con voi!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente