Straordinario successo a Salerno per la prevenzione delle malattie della tiroide

Si è conclusa a Salerno con uno traordinario successo l’incontro-dibattito dal tema: “La Tiroide: ghiandola della vita”, sulla prevenzione delle malattie della tiroide.

L’evento, moderato e condotto dal giornalista di RaiUno Franco Di Mare che ha lodato l’iniziava di Orio , si è svolto presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno, e rientra nell’ambito della 5° Giornata Salernitana per la Prevenzione delle Malattie della Tiroide.

Raffaele Di Mare- Francesco Orio

Raffaele Di Mare- Francesco Orio

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Strepitosa partecipazione all’incontro dibatto dal titolo: “La Tiroide: ghiandola della vita”  organizzata e promossa dal prof. Francesco Orio, docente di Endocrinologia ed Endocrinologo del Ruggi d’Aragona a Salerno, che ha visto oltre 600 persone, soprattutto ragazzi intervenire attivamente alla discussione.

L’evento, in occasione della 5° Giornata Salernitana per la Prevenzione delle Malattie della Tiroide, si è svolto presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno ed è stato magistralmente moderato e condotto dal giornalista di RaiUno Franco Di Mare che ha lodato l’iniziava definendo “formidabile” l’endocrinologo salernitano Orio, già riconosciuto a livello internazionale e di recente premiato all’Unesco a Parigi con medaglia d’oro proprio per il suo impegno nella ricerca in campo endocrinologico, soprattutto per iniziative, come questa, di prevenzione delle malattie della tiroide e per la cura della sindrome dell’ovaio policistico.

Presenti anche te le principali testate giornalistiche, tv e siti web regionali e nazionali.

Un dibattito davvero vivace, fruibile per tutta la cittadinanza accorsa numerosa e che ha visto i ragazzi delle scuole medie e superiori tra i protagonisti veri, infatti la stragrande maggioranza dei quesiti ed interrogativi posti al prof. Orio sono arrivati proprio dagli studenti.

I dati emersi, resi noti proprio durante l’evento hanno evidenziato come campagne di sensibilizzazione e di screening mediante ecografie della tiroide nelle scuole servano ad incrementare l’utilizzo del sale iodato contribuendo a quella tanto sollecitata iodoprofilassi; “si è passati infatti dal 40% nel 2012 al 60% nel 2015 di prevalenza di ragazzi che mangiano con il sale iodato e siamo quindi sulla strada giusta, perché il risultato immediatamente conseguente di tale incremento sta proprio  nella diminuzione dell’incidenza di noduli, passando infatti dal 5% nel 2012 al 3% di oggi”  ha dichiarato l’illustre ricercatore salernitano.

All’evento hanno inoltre partecipato la prof.ssa Colao, responsabile dell’endocrinologia dell’Università “Federico II” di Napoli, che ha tracciato le conclusioni della mattinata.

Tra le Autorità intervenute: il Vice Presidente della Commissione Sanità e Sicurezza Sociale del Consiglio Regionale della Campania Dott. Enrico Coscioni; l’assessore all’annona del Comune di Salerno, Dr Franco Picarone, che ha portato il saluto dell’amministrazione comunale di Salerno che sin dall’inizio ha sposato tale iniziativa e che ha sempre patrocinato tutte le precedenti edizioni con la partecipazione dell’on.le Vincenzo De Luca ; il Rettore dell’Università di Salerno Prof. Aurelio Tommasetti , che ha sottolineato, soprattutto per gli studenti, l’importanza di iniziative come queste, che “ormai hanno una storia essendo giunte alla 5° edizione e pertanto vanno apprezzate” sottolineando l’impegno profuso dal prof. Orio annualmente nell’organizzare tale evento; il vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Salerno Dott. Giovanni D’Angelo ed il direttore di “Giffoni Experience” Claudio Gubitosi.

Salerno, 16 marzo 2015

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente