"Il Cavaliere" tag

Carfagna e Nitto Palma “ri”battezzano la “vecchia-nuova” Forza Italia

SALERNO – Dal PDL a Forza Italia: I dirigenti campani insieme per Salerno. Azzerate le cariche di Partito ora si va verso il Consiglio Nazionale del 16 novembre prossimo.
Con la Carfagna e Nitto Palma, i Senatori Cardiello, Fasano e Longo, il Deputato Esposito, i Sindaci di Scafati e Montecorvino Pugliano Aliberti e Di Giorgio, Amministratori e dirigenti di tutta la Provincia. Presentata una ppetizione europea sulla rieleggibilità e retroattività delle L. Severino.

Elezioni Politiche. Ecco il “Senatometro”: In esclusiva Scenari politici e Sondaggi in Campania

ROMA – Cosa accadrà a Palazzo Madama? La Partita finale si gioca in Lombardia, Campania e Sicilia? Ecco, in esclusiva nazionale, i vari scenari politici, con il “senatometro”.
Con il “Senatometro” elaborato da Fluidworks del web Master Gabriele Del Mese in collaborazione con ScenariPolitici, è possibile partendo dall’ultima rilevazione, simulare e testare i vari scenari possibili fino ad avere un resoconto veloce, chiaro e dettagliato della composizione del prossimo Senato della Repubblica in base allo scenario ipotizzato.

Eboli: Il comitato Renzi ricomincia da 3+1. E “Adesso c’é Conte”

EBOLI – E “Adesso c’é Conte”. Anche l’ex Ministro Carmelo Conte è della partita e con i suoi si schiera con Renzi.
Si contano 3 comitati Pro-Renzi in Città: Il primo quello di Venusia Mazzaro e Consalvo; il Secondo quello di Cinzia Belardi e Sofia Vetruccio; il terzo quello di Carmelo Conte e i suoi. E all’orizzonte? Se ne profila un quarto: quello del Presidente del Consiglio comunale Luca Sgroia.

Monti è sereno, oggi sale al Colle per sciogliere la riserva

ROMA – Monti: “Sono sereno, il Paese ce la farà. In Italia consapevolezza dell’emergenza, tutti disponibili a sacrifici”.
Ricevuto l’OK dai partiti, Mario Monti oggi alle 11,00 sale al Colle, per sciogliere la riserva e su Letta nell’esecutivo il Pdl insiste e apre ad Amato.

Berlusconi si dimette? Prima la Legge di Stabilità, dopo il “diluvio”

ROMA – Il governo sotto quota 316. Berlusconi non ha più la maggioranza. Bossi lancia Alfano Premier. Scendono le quotazioni di Monti.
Il Rendiconto dello Stato è passato, ma gli astenuti sono più dei votanti. Il governo non raggiungere la fatidica quota 316 e Berlusconi va al Quirinale, ma non molla, chiede 15 giorni.

La Finanziaria della vergogna: Il Paese è in ginocchio

SALERNO – La manovra Finanziaria più pesante degli ultimi cinquant’anni, fa pagare sempre gli stessi, tiene fuori i ricchi e ignora gli evasori.
In vista un’ondata Scioperi: il 9 settembre a incrociare e braccia per 2 ore è il pubblico impiego, il 19 è la volta del trasporto pubblico per 4 ore, fino allo Sciopero Generale Nazionale.

L’ITALIA SPROFONDA NELLA CRISI, LUI CHE FA? SI STA SVAGANDO

ROMA – Il caso Ruby detonatore della crisi? Squallido ma probabile. Premier sempre più indifendibile. Ma a differenza di Noemi ora Fini non c’è.
Lo stile di vita di Berlusconi si riflette sul suo prestigio e sulla sua credibilità politica, ma soprattutto su quella del Paese.
– L’Italia sprofonda nella crisi, lui che fa? si sta svagando –

Dove porta il Paese l'avventura del Cavaliere

ROMA – Berlusconi per come concepire lo Stato e le sue propaggini, rappresenta una gravissima deformazione della nostra democrazia repubblicana e un continuo attacco alla Costituzione.
Le persone di buon senso trovino il coraggio di metter da parte le proprie botteghe e si assumano il carico di responsabilità che la situazione richiede.
di Eugenio Scalfari

Benedetto XVI e Berlusconi: I “PAPI” si incontrano all’aeroporto

Benedetto XVI e Berlusconi si incontrano a Ciampino
Il Cavaliere con la regia di Letta è rimasto all’aeroporto per salutare il Papa.

ROMA. Dopo tutte le tensioni che c’erano state nei giorni scorsi con il Vaticano e con quotidiano di famiglia “il Giornale”, e tutti gli attacchi che il suo Direttore Feltri aveva portato “all’Avvenire” e al Direttore Boffo, costringendolo alle dimissioni, un segno di disgelo ci voleva.

Infatti il cavaliere avrà fatto tutto il possibile per incontrare Benedetto XVI, e lo ha fatto a modo suo, come è solito fare, secondo la sua agenda, cioè quando lo decide lui, e c’è riuscito.

Benedetto XVI e Berlusconi: I "PAPI" si incontrano all'aeroporto

Benedetto XVI e Berlusconi si incontrano a Ciampino
Il Cavaliere con la regia di Letta è rimasto all’aeroporto per salutare il Papa.

ROMA. Dopo tutte le tensioni che c’erano state nei giorni scorsi con il Vaticano e con quotidiano di famiglia “il Giornale”, e tutti gli attacchi che il suo Direttore Feltri aveva portato “all’Avvenire” e al Direttore Boffo, costringendolo alle dimissioni, un segno di disgelo ci voleva.

Infatti il cavaliere avrà fatto tutto il possibile per incontrare Benedetto XVI, e lo ha fatto a modo suo, come è solito fare, secondo la sua agenda, cioè quando lo decide lui, e c’è riuscito.

BERLUSCONI CONTRO TUTTI

L’Italia sui giornali stranieri.
Berlusconi assediato dai giornali italiani e stranieri, attacca anche Bruxelles, litiga con la Chiesa, dichiara guerra alla stampa.

ROMA – C’è poco da fare, il fuoco sul nostro Presidente del Consiglio, continua senza sosta. La stampa estera e quella italiana, secondo il Premier, sono mistificatrici della realtà, scrivono menzogne e buttano fango e discredito sul Governo Italiano e sull’Italia, ma nonostante tutto Berlusconi occupa le prime pagine di tutto il mondo.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente