"Riformista" tag

Eboli: Il MDP-LEU si organizza. Massimiliano Curcio è il Segretario

EBOLI – L’Assemblea MDP-LEU ha eletto i 16 membri del direttivo sezionale, Segreteria e i tre componenti dell’esecutivo.
Massimiliano Curcio è stato eletto all’unanimità segretario sezionale del MDP-LEU. Curcio sarà affiancato dal gruppo consiliare e un ufficio di segreteria. Una operazione politica che racchiude in se esperienze riconducibili a sensibilità Riformiste, Progressiste e Cattoliche nell’ambito del centrosinistra.

Referendum: Appello al SI di Pera e Urbani

ROMA – Si è costituito a Roma il Comitato Nazionale per il Referendum Costituzionale “Liberi SI” e dall’Hotel della Minerve parte l’Appello di “LiberiSì”.
Referendum costituzionale, l’Appello per il Sì di Marcello Pera e Giuliano Urbani presentato oggi a Roma.

Salerno: Presentazione del Libro di Claudio Martelli, “Ricordati di vivere”

SALERNO – Sabato 1° febbraio 2014, ore 10.00, Salone dei Marmi, Palazzo di Città, Salerno, presentazione del libro “Ricordati di vivere” di Claudio Martelli. Un’autobiografia politica e una confessione esistenziale.
Interverranno, insieme all’autore, il Sindaco di Salerno e Vice Ministro alle Infrastrutture Vincenzo De Luca, lo scrittore e regista Ruggero Cappuccio, Mauro Maccauro Presidente Confindustria Salerno, Antonio Bottiglieri, Presidente Fondazione Salerno Contemporanea.

Replica dell’Assessore Bruno a Mariesi sulla Ludoteca di Santa Cecilia

EBOLI – L’Assessore alle Politiche Sociali Annarita Bruno replica alle ultime dichiarazioni del consigliere riformista Marisei.
“Abbiamo tenuto in buon conto le esigenze delle periferie. Il servizio ludoteca offerto in località Santa Cecilia sarà completamente gratuito. Quanto agli orari, è nostra intenzione estendere il servizio”.

E’ morto Gino Giugni il “padre” dello Statuto dei lavoratori

E’ morto un socialista, ma non come tutti gli altri. Un “Turatiano” perché riformista, come amava definirsi.
Giugni nel Governo Ciampi fu “un Socialista Ministro” e non “Ministro Socialista”
ROMA – Dopo una lunga malattia, è morto a Roma Gino Giugni, il padre dello Statuto dei lavoratori. Giugni, nato a Genova il 1 agosto 1927, giurista, il suo nome è indissolubilmente legato allo Statuto dei lavoratori, a lui si deve il documento che costituisce l’architrave del giuslavorismo in Italia.

E' morto Gino Giugni il "padre" dello Statuto dei lavoratori

E’ morto un socialista, ma non come tutti gli altri. Un “Turatiano” perché riformista, come amava definirsi.
Giugni nel Governo Ciampi fu “un Socialista Ministro” e non “Ministro Socialista”
ROMA – Dopo una lunga malattia, è morto a Roma Gino Giugni, il padre dello Statuto dei lavoratori. Giugni, nato a Genova il 1 agosto 1927, giurista, il suo nome è indissolubilmente legato allo Statuto dei lavoratori, a lui si deve il documento che costituisce l’architrave del giuslavorismo in Italia.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente