Silvio Berlusconi

Franceschini sfida Berlusconi dal Sud e da Eboli

Dario Franceschini e il PD dal Sud e da Eboli, scegliendo un treno pendolare, rilancia la questione meridionale e sfida Berlusconi: "400 euro per i giovani e incentivi per le Imprese che li assumono". Il Segretario Nazionale del Partito Democratico Dario Franceschini irrompe in Campania e sceglie il treno, un mezzo ormai insolito, per fare un breve tour elettorale. Parte da Eboli per arrivare a Salerno, facendo brevi soste a Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano e Salerno, improvvisando brevi Comizi per dare un messaggio forte proprio dal Sud.

Italia nel Mondo: Cosa dicono di noi i giornali stranieri

Il Bel paese visto dagli altri ci convince e ci fa assolvere: siamo italiani. In generale noi non sappiamo mai cosa dicono di noi italiani all'estero. Molto spesso ci giunge solo l'attenzione che i quotidiani internazionali riservano al nostro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per il suo modo di porsi anche negli incontri più ufficiali dove vige uno strettissimo protocollo e un attentissimo cerimoniale. Per il resto invece si occupano e come di noi, ma sempre per cose che a loro sembrano eccezionali e che invece in italia passano inosservate. ...........

Il Presidente operaio è diventato architetto

Berlusconi imbattibile. Il terremoto in Abruzzo è il suo "teatro". Si sente a suo agio come uomo del fare e riesce a trascinare tutti, ivi compreso le opposizioni, in una sorta di gara a fare meglio e di più. Si è calato nel suo vero personaggio, e sicuramente non si accontenta del 75% di indice di gradimento. Vuole il 100% perché sente di meritarselo. Il Presidente Giorgio Napolitano, ha detto che sarà una dura prova quella che attende gli abbruzzesi; Gianfranco Fini, vuole che si individuano subito i responsabili; Dario Franceschini, fa finta di collaborare non potendo fare altro; Antonio Di Pietro, trova il pelo nell'uovo per essere contrario e basta; la Sinistra estrema, tace; Berlusconi, instancabilmente lavora.

La satira sotto processo: Vauro sospeso da "annozero"

Censurato Michele Santoro e "annozero". Proteste e accuse di Berlusconi e Fini, difese di Grillo e Di Pietro. Le polemiche che si sono innescate sulla puntata di Annozero di giovedì scorso, dedicata interamente all'Abruzzo e agli eventi sismici, non si sono ancora placate, il primo effetto è stato l'allontanamento del vignettista Vauro. La trasmissione condotta da Michele Santoro e tutto il suo staff, è accusata dal Centrodestra, Berlusconi e Fini in testa, Cicchitto Gasparri e gli altri dietro, di avere messo in discussione la serietà della Protezione Civile e del Governo, nella vicenda delicata di cui agli eventi sismici dell'Abruzzo.

La satira sotto processo: Vauro sospeso da “annozero”

Censurato Michele Santoro e "annozero". Proteste e accuse di Berlusconi e Fini, difese di Grillo e Di Pietro. Le polemiche che si sono innescate sulla puntata di Annozero di giovedì scorso, dedicata interamente all'Abruzzo e agli eventi sismici, non si sono ancora placate, il primo effetto è stato l'allontanamento del vignettista Vauro. La trasmissione condotta da Michele Santoro e tutto il suo staff, è accusata dal Centrodestra, Berlusconi e Fini in testa, Cicchitto Gasparri e gli altri dietro, di avere messo in discussione la serietà della Protezione Civile e del Governo, nella vicenda delicata di cui agli eventi sismici dell'Abruzzo.

L’ultimo sondaggio sulle intenzioni di voto: il Pdl dal 40 al 42%, decisivo l’esito del congresso fondativo

Il quotidiano on line Affaritaliani.it ha pubblicato il 4/4/09 il sondaggio dell'Istituto Crespi. l sondaggio realizzato da Crespi Ricerche dopo il congresso fondativo del Popolo della Libertà. Prima dell'assise del Pdl, Silvio Berlusconi e i suoi non erano certo in crisi di consensi benché il trend esprimesse una correzione del dato al ribasso. Il congresso ha avuto un effetto adrenalinico portando tutti i dati verso i massimi storici. Record per la fiducia nel premier con il 62% grazie a un più 2%. Massimo storico anche per Gianfranco Fini al 58% (+1) che scavalca Giorgio Napolitano fermo al 57% Massimo storico anche nelle intenzioni di voto del Pdl con il 42%.

Cirielli e Villani: Corsa alle liste e ai candidati

L’elevato numero di candidati, anche secondo De Luca, oltre ad essere di difficile gestione, è una diminutio della rappresentatività, ma ...

ADDIO A BERLUSCONI: di PAOLO GUZZANTI

CON QUESTA LETTERA APERTA L’ON: PAOLO GUZZANTI SI DIMETTE DAL GRUPPO PARLAMENTARE DEL PdL PER ADERIRE AL GRUPPO MISTO. (tratta dal Blog ...