L’Atto aziendale ASL è illegittimo: Bufera su Giordano

Bufera sull’ASL Salerno e il DG Giordano: FISI Sanità avverte e “diffida”: L’Atto Aziendale è illegittimo.

E finisce la “Luna di miele” tra il Coordinatore provinciale Scotillo della Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali, che disseppellisce l’ascia di guerra, e il neo Direttore Generale dell’ASL Salerno Antonio Giordano.

Scotillo-Giordano6_1

Scotillo-Giordano6_1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO«Come ben saprà, anche da precedente missiva inviatavi, – Si legge in una nota che il responsabile provinciale Rolando Scotillo della FISI Sanità ha inviato: al Direttore Generale della ASL SALERNO; Al Direttore Sanitario della ASL SALERNO; Al Direttore Amm.vo della ASL SALERNO, avente ad oggetto: “Atto aziendale ASL SALERNO, illegittimità derivata.” – la nostra Organizzazione è parte attiva nel ricorso al TAR contro il Decreto n 33 (Piano Ospedaliero) adottato dal Commissario Polimeni. L’udienza di merito di tale ricorso è stata fissata per il 25 gennaio 2017 e per il tratto temporale che separa le parti fino a tale data potrebbe essere non possibile adottare per un Direttore Generale l’atto aziendale, che è uno strumento che sostanzialmente sintetizza l’organizzazione che il Direttore Generale stesso vuol dare alla Asl e che contiene le scelte strategiche e consacra il modello di organizzazione e funzionamento dell’azienda sanitaria che deve sottostare a tutta una serie di direttive regionali, da quelle sulla redazione degli atti aziendali stessi alla congruenza col piano sanitario regionale.

Antonio Giordano0_1

Antonio Giordano0_1

Ciò a significare – prosegue Scotillo che con la FISI ha disseppellito l’ascia di Guerra – che se Ella adotta, per la ASL SALERNO, il cosiddetto “Atto Aziendale” potrebbero esserci i presupposti per una <illegittimità derivata>. L’illegittimità è derivata – precisa Scotillo e la FISI – quando l’atto, di per sé valido, subisce le conseguenze dell’invalidità di un altro atto precedente o presupposto, al quale sia strettamente collegato. L’illegittimità di un atto si trasmette in via derivata ad un altro solo quando sussista tra i due un nesso procedimentale, ovvero quando vi sia un rapporto di presupposizione.

Rolando Scotillo

Rolando Scotillo

Essendoci, – precisa la nota avvertendo del risciò di invalidazione di tutti gli atti che nel frattempo si adottano da parte della Direzione Generale immaginandone le conseguenze – tra il Piano Ospedaliero dettato dal Decreto n 33 e l’adottando Atto Aziendale ASL SALERNO, un sicuro nesso procedimentale e potendosi appurare in sede di giudizio una illegittimità del Decreto n 33 ne conseguirebbe una illegittimità derivata con una possibile nullità di tutti gli atti.

Per tali motivi – Conclude la nota del Coordinamento Provinciale di Salerno della Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali – la scrivente le chiede di soprassedere alla pubblicazione ed all’applicazione dell’Atto Aziendale fino a quando non si stabilisca in giudizio la validità del Decreto n 33, ovvero del Piano Ospedaliero Campano».

Salerno, 27 smettere 2016

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. sindacalista ma fai i fatti invece di fare solo sceneggiate.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente