Ecco “Eboli Natale 2016”, ed è magia di arte, luci e colori

Tagliato il nastro della kermesse: “Eboli Natale 2016” ed è magia di luci, colori, arte e cultura.

Con l’inaugurazione del Villaggio dei bambini, l’accensione del maestoso Albero, l’esposizione artistica di Borgo d’Arte e la partecipazione degli attori Agliardi e Placido: la festa del Natale ad Eboli parte alla grande ed accoglie una folla festante.

Massimo Cariello-Eboli Natale 16

Massimo Cariello-Eboli Natale 16

di Marco Naponiello
per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Luminarie e presepi, ma anche arte, spazi per i bambini, degustazioni gourmet, sport, solidarietà ed accoglienza, tutto questo è il Eboli Natale 2016, che ieri sera 8 dicembre ha consumato la sua ennesima trionfale inaugurazione, un altra “medaglia” dell’Amministrazione di Massimo Cariello nel campo dellorganizzazione di eventi.

Prima tappa dedicata ai più piccoli, difatti alle 16.30 in punto è stato aperto “Il villaggio dei bambini” in Piazza della Repubblica, in una atmosfera festante e gioiosa, fatta di tanti bambini accompagnati dai loro genitori, i quali insieme son passati allinterno del grande Globo luminoso, per accedere alla capanna di Babbo Natale e al contiguo laboratorio allestiti per loccasione. Inoltre centinaia di famiglie hanno accolto l attore tv, Niccolò Agliardi, giovanissimo protagonista della serie tv “Braccialetti Rossi” nella veste di testimonial della cerimonia di inaugurazione, che non si è sottratto agli autografi ed ai flash e selfie dei numerosi presenti. Subito dopo, alle 17.00 l inaugurazione a pochi metri dalla prima di Millefiori: ovvero il consueto appuntamento gourmet con le produzioni locali di miele e derivati, a cura sempre dell Associazione eburina Puro Gusto, che si prefigge da anni di promozionare le eccellenze locali.

Natale Eboli 2016-Cariello-taglio nastro

Natale Eboli 2016-Cariello-taglio nastro

Alle diciotto si replica, con una folla di persone che hanno atteso per diversi minuti l accensione dell albero high-tech sempre in Piazza della Repubblica, con l allietamento del gruppo folk locale Murga Los Espantapajaros, tra tamburi, nacchere, balli e variopinte coreografie. Sul palco di fronte al Monumento dei Caduti la presentatrice Angela Clemente intervistava un visibilmente soddisfatto Massimo Cariello il quale precisava come: ”Noi sulla scia di Luci d’Artista salernitane, vogliamo incrementare il turismo darea, ed abbiamo registrato un forte riscontro di presenze nelle nostre strutture recettive, oramai la nostra edizione natalizia sta ottenendo anche un respiro internazionale, siamo stati segnalati su riviste e servizi di genere estere: quindi un grande onore per la nostra collettività!» Insieme al primo cittadino ebolitano si intravedeva al suo fianco anche il presidente della Camera di Commercio provinciale, limprenditore Andrea Prete, il quale ha corroborato pubblicamente le osservazioni del Sindaco, adducendo che: “Si Massimo, condivido pienamente, infatti tali manifestazioni culturali fanno entrare delle città minori come Eboli ma anche Salerno in un circuito virtuoso ed indipendentemente dalla festività in se, vi sono delle ricadute economiche rilevanti per il territorio interessato!

Eboli Natale 2016-Albero illuminato

Eboli Natale 2016-Albero illuminato

Dopo qualche minuto di ritardo, come si conviene ad una vera star, è giunta l avvenente Violante Placido, notissima attrice e cantante figlia del grande Michele, la quale prima di declamare una poesia dal taglio fortemente esistenzialista della scomparsa poetessa Alda Merini, si è complimentata calorosamente con l’organizzazione (Weboli di Vito Leso), ed ha affermato: “Mi aspettavo una cosa cosi spettacolare, tanto che mi son portata dietro anche la mia famiglia!“, e pertanto senza soluzione di continuità si è dato il via all’accensione dell’abete elettronico, tra migliaia di flash, urla festose della gente e l immancabile motivetto Christmas Tree, che ogni anno oramai, fa da corollario appunto allaccensione di Piazza della Repubblica

Ma la maratona di inaugurazioni prosegue indefessa, invero in una fiumana di ospiti itineranti, la grande magia di Eboli Natale 2016 si cristallizza nelle installazioni di Borgo d’Arte, sul tradizionale Corso Garibaldi ribattezzato dall’Amministrazione in carica lo scorso anno Via delle Arti e il centro antico della nostra Città si trasforma come d incanto in una galleria artistica a cielo aperto. Decine di botteghe artigianali facevano difatti, bella mostra dei propri lavori, e parimenti le attività ristorative accompagnavano i visitatori tra i sapori e gli odori della cucina tipica ebolitana.

Eboli Natale 2016-opere Mangone

Eboli Natale 2016-opere Mangone

Di seguito, il Sindaco Massimo Cariello accompagnato ancora da Violante Placido, hanno ascoltato Valerio Falcone direttore artistico della kermesse, il quale si è soffermato brevemente nellesposizione tecnico-simbolica delle decine pannelli fluorescenti estesi per oltre 265 metri. Subito dopo si è passati al taglio del nastro, con le presenze istituzionali dell’assessore del Ennio Ginetti (centro storico) e dellassessore alle attività produttive Maria Sueva Manzione, al manager GDO Roberto Pansa (più volte ringraziato dallo stesso Sindaco Massimo Cariello per l impegno finanziario profusovi), ed il sempre presente event planner Vito Leso, si è inaugurato cosi il Cielo Stellato dell’artista pluripremiato darte moderna e nostro conterraneo, Alfonso Mangone, a cui nei prossimi giorni si aggiungeranno le opere denominate “Ritorno al passato” di Costabile Guariglia, la riflessione de La Pace del Toro di Raffaele Falcone.

Si chiude dunque il “tour de force di questa Immacolata  verso le ore 20 in via Magna Grecia, dove si è battezzata PresEboli la via dei presepi artigianali, con caratteristici allestimenti e creazioni dalta fattura con gli alunni del locale Liceo Artistico Carlo Levi unitamente all’IIS.T. Confalonieri di Campagna ed Art House, di contro Spazio DArte è ospitato nella limitrofa Piazza San Giacomo a partire dalle ore 20.30, a chiudere il cerchio di una grande serata glamour, che conferma la nostra Eboli ancora una volta come: Città, di Storia Arte e Cultura!

Eboli, 9 dicembre 2016

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. E vai con i selfies …………… chissà quando finiranno sti festeggiamenti . Meglio festeggiare finchè si può qua stiamo sotto il cielo.

  2. Costo dell’intera operazione,compreso il cachet della nota attrice ?
    Caro sindaco, conosco parecchia gente a cui non frega nulla del tuo Natale spendi e spandi con i soldi delle tasse degli ebolitani.
    Son tutte persone che fanno fatica a mettere assieme pane e cipolla per mangiare a pranzo a anche a cena.E per pagare appunto le tasse.
    Temo che qualcuna di loro, prima o poi, spaccherà la faccia sia a te che all’assessore al ramo di queste inutili manifestazioni.Fai attenzione,mi raccomando.

    • L’assessore al ramo chi sarebbe, la “P”anzione ?
      Ahahahaha
      Quella che pensa solo a “crescere”,nel vero senso della parola ? Certo che per costituzione fisica alcuni sono proprio il prototipo del politico ingordo e gozzovigliante…

  3. Pauca pane et multa circenses…

  4. Da quando si organizza il Natale con i soldi dei cittadini??Da quando i finanziamenti sono “a caso” e quindi si possono spendere x altro nonostante l’indicazione sia precisa??
    Da quando se non si fa Natale improvvisamente l’economia di questo paese gira meglio,i giovani trovano lavoro e le famiglie diventano”benestanti”??
    Da quando i privati x fare un investimento in sponsor devono chiedere il permesso a qualcuno??
    Qualcuno mi dimostri tutto ciò.
    Le tasse si pagano x dovere civile,x i servizi,e x tutto ciò che fa essere noi tutti cittadini italiani,e non del Burundi.
    Mi auguro che chi parla di tasse,poi le paghi davvero.
    Io sí.
    Bello questo paese dedito x il 70% alla lamentela,alla diffamazione,al “era meglio se invece…”.
    Bello questo paese che parla di economia,di investimenti,ma appena arriva un cane che vuole investire é subito un delinquente,un poco di buono,un “chissá chi c’è dietro…”.
    Spero che anche voi “dietro” abbiate qualcuno…che all’occorrenza vi tiri uno di quegli schiaffoni a sorpresa,e vi zittisca finalmente.
    Nel 2016 ancora c’è gente che parla di”costituzione fisica”…che vergogna!
    Mi ricordo alle elementari…quando c’era il bambino imbecille che chiamava “quattr’occhi” il bambino con gli occhiali…
    Gentile”schiaffi alla povertà”,colgo delle minacce indirizzate a Sindaco e assessori nel tuo scritto…sarà mica il caso che si avvertano le autorità e si acquisisca il tuo commento??
    Magari basterà una figuraccia a sedarti…xkè sai…mica tutti pensano,come te,che la soluzione sia spaccarti la faccia!
    C’è ancora molta gente perbene in giro.
    Io tra questi.Tu tra i restanti.
    Però hai ragione:il rischio della faccia spaccata lo corre solo chi ce la mette!!
    Che faccia vuoi spaccare a quelli che neanche se cade il mondo li vedi uscire dalle tane??!
    Buon Natale anche a te che ritieni che senza l’albero e le luci eravamo tutti più biondi,alti e con gli occhi azzurri!!
    Io mi accontento di essere un Calimero.
    Ma senza rancori.Un Calimero sereno,diciamo cosí!

  5. Per Schiaffi alla povertà:
    dov’eri quando si buttavano i tuoi,i nostri soldi nella Eboli Multiservizi?
    Dov’eri quando si “mangiavano” l’Ises?
    Dov’eri quando si facevano Le Primarie del PD per decidere chi doveva abbuffarsi di più??O eri anche tu in fila per votare??
    Sono certo che c’eri.E che di sicuro ti sei incatenato sotto il Comune mentre urlarvi che c’era gente che non poteva mettere il piatto a tavola!!!
    Piantala.E sii serio.

  6. Star wars alla lagane e ceci…..botto iniziale poi il buio…
    Ci vediamo dal 7 in poi….saranno volatili per diabetici o falli al Petrus…come preferite!

  7. una riflessione per il clown:

    ma L’Ises ha risolto il suo problema ?? Voi cosa avete fatto?

    ma la Multiservizi non è nata con Cariello Assessore?
    Non fu una manovra elettorale dei comunisti?? Se non sbaglio qualche Fido consigliere è stato amministratore…..
    ve lo ricordate a “Giambettone”? alias Moccaldi?? nominato da Cariello…
    e parlate di soldi sperperati??

    da quando le primarie riguardano le tasse dei cittadini?

    probabilmente caro clown tu sei uno di quelli che ha acceso l’albero di Natale…a spese nostre…sei uno di quelli che ha chiuso un corso Garibaldi per puro divertimento personale visto che è quasi deserto….
    probabilmente sei uno di quelli che ha inserito il figlio nel servizio civile a discapito dei piu meritevoli o ha fatto lo scrutatore nominato dai tuoi amici politci…
    o ancora peggio uno dei tanti disperati che non avendo altro da fare commenta pregi e non difetti dei suoi amici
    amministratori…..
    o peggio sei uno di quelli che realizza il doppio senso a via Ripa “sensa nessun senso”….dimenticando che quando si amministra lo si fa per tutti i cittadini e non per egocentrismo personale….(comando io,tutto io)….

    comunque la cartina di tornasole saranno le prossime elezioni
    dove attenderemo con “serenità” la Vostra riconferma.

  8. Grazie Marvel x aver immaginato,anche solo x poco,che io possa essere uno delle categorie da te individuate;
    Per tua fortuna o meno,non sono nessuno di tutti questi.
    Forse non sono nessuno in generale,ti dirò.
    Hai detto cose molto giuste,il doppio senso di via Ripa é una delle scelte peggiori,anche su altro hai ragione…ma ti dico anche che l’albero non è a spese tue,questa é una verità,come le altre.
    Come é una verità che,col senno del poi,non ci saremmo dovuti alleare con la Germania durante la guerra mondiale.
    Ma la Storia é fatta così,rivederla non ci é dato,le scelte sono valide nel tempo e nel contesto in cui avvengono.Il giorno dopo,a ripensarci,avremmo voluto fare sempre in un altro modo…
    Bene,credo che anche la Storia di Eboli sia cosí.
    Ti saluto.

  9. x clown,

    non per polemizzare ma è necessario precisare una cosa….

    l’albero non è a spese nostre?? e come stato finanziato??

    non erano forse i soldi che per contratto o concessione l’Outlet doveva versare al comune ??

    saluti

  10. No Marvel,ti sbagli.Quella chiamasi “convenzione”,e va per altro.
    Quindi facciamo così:su 99 cose dette hai ragione,su una ascolta me.
    Scusate l’intromissione nel discorso.
    Saluti.

  11. ok

  12. ok quindi….mettiamola così…

    un tizio mi regala una cosa senza contropartita….

    va bene??

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente