Ecco il “Pacchetto viabilità” per Battipaglia

L’Amministrazione Francese ha presentato in Conferenza stampa il Pacchetto viabilità per Battipaglia.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre all’assessore Provenza, la sindaca Francese e il capogruppo di FI Longo. Il pacchetto viabilità è il frutto di un lavoro sinergico e sono stati illustrati tutti gli interventi.

Battipaglia-conferenza pacchetto viabilità

Battipaglia-pacchetto viabilità-Provenza-Francese-Longo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Si è svolta questa mattina presso la sala conferenze del Comune di Battipaglia la conferenza stampa per presentare il pacchetto viabilità messo a punto dall’assessore all’area tecnica Giuseppe Provenza. Alla conferenza stampa hanno partecipato, oltre all’assessore Provenza, la sindaca Cecilia Francese e il capogruppo di Forza Italia Valerio Longo. Il pacchetto sicurezza è stato messo a punto, oltre che dal lavoro della giunta, anche dalla partecipazione del gruppo consiliare di Forza Italia.

Oltre ad alcuni interventi sul territorio, che sono illustrati nella relazione allegata, è stato varato dalla giunta comunale anche il nuovo piano per i parcheggi a pagamento che consiste nel riattivare le colonnine di pagamento già presenti sul territorio comunale. Ai residenti saranno destinati abbonamenti mensili.

Relazione dell’assessore Giuseppe Provenza

Oggetto: PACCHETTO VIABILITÀ

Interventi di miglioramento della circolazione e della sicurezza stradale nel centro urbano

Proposte

Premessa
La proposta in oggetto è basata sul convincimento che il centro urbano debba essere un luogo funzionale alla vita dei cittadini e che pertanto esso sia innanzitutto uno spazio fruibile a tutti, senza i troppi condizionamenti dovuti al traffico veicolare, senza inquinamento e con la massima sicurezza anche per i pedoni, cercando di far si che tale spazio rappresenti un luogo di aggregazione dove le persone possono muoversi, fare acquisti o trascorrere il tempo libero e nel quale ciascuno possa riconoscersi e ritrovare un’identità.

Tale proposta è stata redatta con il supporto e la collaborazione degli uffici comunali competenti, sulla base di uno studio degli attuali stalli di sosta speciali (sosta per disabili e carico/scarico), dei flussi veicolari e pedonali che interessano la viabilità delle strade del centro urbano; nello specifico delle strade che si intersecano con la via Mazzini che rappresenta lasse principale della viabilità all’interno del centro e a ridosso di Piazza Della Repubblica. Attraverso l’analisi di alcune criticità si è pervenuti ad individuare alcune soluzioni.

A parere degli scriventi crediamo sia possibile nell’immediato attuare degli interventi migliorativi della circolazione veicolare del centro che possono dare un tangibile contributo al raggiungimento dei sopra auspicati convincimenti.

CRITICITA
Aree di sosta speciali
Innanzitutto è stato effettuato un CENSIMENTO/Ricognizione delle aree di soste speciali dedicate alla sosta per disabili (generici e personalizzati) e dedicate al carico e scarico merci. Attraverso tale censimento si è fotografata una realtà allarmante, ad oggi esistono in città ben 323 parcheggi per disabili e ben 121 parcheggi per il carico e scarico.

A ciò si aggiunga che la materia è priva di un regolamento che la disciplini e ciò evidentemente ha consentito nel corso degli anni- una degenerazione del fenomeno.

PROPOSTA
Pertanto, si è ritenuto opportuno redigere un apposito regolamento finalizzato al corretto utilizzo delle aree di sosta speciali.

In particolare, per quanto riguarda il regolamento del carico e scarico merci, con il contributo degli uffici comunali competenti (G.I.V. e Comando Polizia Municipale) attraverso anche il confronto con le associazioni di categoria (CONFCOMMERCIO e Confesercenti) si è giunti a redigere lallegato regolamento in modo da mantenere gli attuali stalli (in regola col Cds) sempre con due fasce orarie ma ridotte (7.30-9.30 e 14.00-17:00) oltre a disciplinare listruttoria per il rilascio, il tutto finalizzato a riconsegnare alla sosta per gli utenti i posti al di fuori degli orari del carico e scarico, di fatto recuperando in favore della collettività senza alcuna spesa- ben 121 posti auto.

Discorso a parte le aree di sosta per disabili per i quali è prevista una razionalizzazione delle attuali soste e la redazione di un regolamento per disciplinare il rilascio del permesso di sosta disabili personalizzato.

Criticità: Circolazione veicolare
In particolare, lungo via Mazzini che rappresenta una delle direttrici principali del sistema di mobilità allinterno del centro urbano, sono attualmente presenti due visibili criticità, le quali, soprattutto in determinati intervalli di punta del traffico, determinano dei veri è propri tappi al normale deflusso veicolare, creando dei rallentamenti alla circolazione lungo la stessa via Mazzini che di conseguenza ripercuotendosi sulle strade ad essa limitrofe, causano una più ampia congestione di tutto il traffico del centro urbano.

Le suddette criticità su via Mazzini si verificano:
in corrispondenza del tratto in cui confluiscono via Buozzi e via Solferino.
Attualmente infatti, il traffico in transito su via Mazzini, in corrispondenza di via Buozzi e di via Solferino, si incrementa per effetto della confluenza del traffico proveniente da queste due strade e creando una sorta di imbuto che provoca rallentamenti al normale deflusso. Lungo via Mazzini la viabilità è attualmente organizzata secondo due schemi di sensi unici, di cui uno sul lato sinistro, in entrata su via Mazzini, che permette il collegamento da via Buozzi e laltro, sul suo lato destro, sempre in entrata su via Mazzini, che permette il collegamento da via Plava.

Ciò comporta pericolo per i veicoli in transito su via Mazzini per la confluenza di due strade, di quelli provenienti da via Buozzi e via Solferino, congestione del centro urbano, notevoli rallentamenti della circolazione veicolare su via Mazzini.

in corrispondenza dell’attraversamento pedonale tra piazza Amendola e via Italia;

Il flusso pedonale, tra piazza Amendola e via Italia, in attraversamento di via Mazzini è spesso elevato e in alcuni momenti, addirittura paragonabile ad un blocco della circolazione in particolare nel fine settimana (sabato sera). Ciò comporta pericolo per i pedoni in passaggio tra piazza Amendola e via Italia, rallentamenti alla circolazione veicolare su via Mazzini, congestione del centro urbano aumento degli scarichi ed inquinamento;

PROPOSTA
Con il contributo degli uffici comunali competenti (G.I.V. e Comando Polizia Municipale) attraverso l’analisi dei flussi veicolari e pedonali che interessano il centro urbano, anche alla luce della delibera di c.c. n. 10 del 08.04.2013, si ritiene possibile allo stato attuale di poter rendere più fluida la circolazione veicolare lungo via Mazzini, a tal fine si propone di invertire i sensi di circolazione veicolare di:

  • via Buozzi e via Gonzaga, sul lato sul lato sinistro di via Mazzini in direzione Eboli;
  • via Solferino e via Cernaia, sul lato destro di via Mazzini in direzione Eboli.

Tali modifiche consentiranno ai flussi di traffico transitanti su via Mazzini, in direzione di via del Centenario, di defluire in corrispondenza di via Buozzi e consentiranno a quelli in direzione di via Plava di defluire in corrispondenza di via Solferino. Anticipando le manovre di deflusso da via Mazzini, in via Buozzi e in via Solferino, con gli interventi proposti, si eliminerà il predetto effetto imbuto e si consentirà al traffico di defluire normalmente. Il traffico di via Mazzini si decrementerà in tale tratto anziché sovraccaricarsi come avviene attualmente. Tutto questo comporterà una ovvia riduzione di traffico su via Mazzini, rispetto alla situazione attuale.

Ovviamente, questi schemi di sensi unici, oltre a queste bretelle principali (via Buozzi e via Gonzaga sul lato sinistro di via Mazzini e, via Solferino e via Cernaia sul lato destro di via Mazzini), prevedono anche dei raccordi secondari, costituiti da una serie di strade trasversali che consentono i collegamenti con le bretelle principali.

Migliorare la sicurezza pedonale – impianto semaforico pedonale.
Un miglioramento delle condizioni di sicurezza, in corrispondenza dell’attraversamento pedonale tra la piazza Amendola e via Italia, mediante l’installazione di un impianto semaforico pedonale. In particolare, l’impianto semaforico che si propone di installare, in considerazione degli elevati flussi pedonali in questione, al fine di consentire la massima sicurezza degli stessi, senza però causare lunghi ritardi alla circolazione veicolare, dovrà prevedere delle fasi di verde e di rosso ad impulso (a chiamata) per i pedoni le cui durate saranno allo scopo adeguatamente calcolate e verificate.
L’impianto dovrà essere dotato di tutti i dispositivi accessori che nei semafori pedonali sono consigliati:

  • pulsante di chiamata del verde pedonale;
  • dispositivi vibratili per ipovedenti e non udenti;
  • dispositivi acustici per ipovedenti;
  • ripetizione semaforo pedonale per i non udenti.

3) Miglioramento della circolazione veicolare. Sempre con il supporto e contributo degli uffici comunali competenti (G.I.V. e Comando Polizia Municipale) si prevede un altro intervento finalizzato al miglioramento della circolazione veicolare a ridosso di Piazza Della Repubblica, mediante l’inversione dei sensi di marcia su via Lecce e su via Puccini (doppio senso di circolazione), in modo da creare una sorta di rotatoria naturale evitando le attuali inutili deviazioni.

A tutto ciò si aggiunga il lavoro e l’istruttoria in corso per la realizzazione della seconda uscita autostradale e la realizzazione del Terminal bus, altezza rotatoria ingresso autostrada, opere che non dipendono solo da noi ma soprattutto da altri enti ed altre variabili

LAssessore ai LL.PP. e Viabilità La Sindaca
avv. Giuseppe Provenza dott.ssa Cecilia Francese

Cosiglieri Comunali
Valerio Longo
Gerardo Zaccaria

Battipaglia, 19 febbraio 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente