Eboli: Il Consiglio approva il Bilancio 2017

L’Assessore Di Benedetto ed il Sindaco Cariello concordemente affermano: “Continueremo convinti sulla nostra strada, nell’interesse della comunità ebolitana!”

Eboli: Il Consiglio  Comunale in una seduta fiume e con i soli voti della maggioranza ha approvato  la Manovra Finanziaria 2017.

Il Documento Finanziario di 107 milioni su relazione dall’assessore al Bilancio Di Benedetto sulle linee guida tracciate “compatta” la maggioranza. Qualche scintilla dalle Opposizione come l’ex Fido e Cardiello sui temi caldi della Trasparenza gli obiettivi di Mandato elettorale.

consiglio comunale eboli-bilancio 2017

consiglio comunale eboli-bilancio 2017

di Marco Naponiello
per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Seconda ed ultima seduta del mese di aprile dell’assise civica si ritorna in aula per discutere del D.U.P.,il Documento Unico di programmazione: esso infatti non fa altro che sostituire la Relazione Previsionale e Programmatica e rappresenta lo strumento cardine, che permette la guida strategica oltre che operativa dell’ Ente comunale. Questi deve essere redatto e approvato prima del Bilancio vero e proprio, data la funzione di guida che ne riveste. La legge italiana statuisce vincolativamente, che ogni anno sia approvato e pubblicato entro il 31 di luglio per il triennio a seguire.

Il D.U.P. è composto di due parti:

  1. la parte strategica pone in essere le linee strategiche di mandato, individuando gli indirizzi dell’Amministrazione, e le linee di indirizzo della programmazione regionale, in rispetto delle norme vigenti
  2. la sezione operativa, contiene la programmazione operativa del Comune, con un arco temporale analogo a quello del bilancio di previsione (triennale).
consiglio comunale eboli-bilancio 2017-Di Benedetto

consiglio comunale eboli-bilancio 2017-Di Benedetto

Un consiglio comunale composto da ben sette punti tecnici che comprendono oltre il D.U.P., il Bilancio di Previsione e Finanziario, oltre le are e i beni immobiliari nell’ambito degli insediamenti produttivi e dell’edilizia pubblica economica e popolare, la completa ricognizione invetariale a fini di alienazione o di rendita dei Beni Immobili pubblici, ed il piano triennale fino al 2012 dei lavori pubblici.

Un carnet di discussione dunque ricco e complesso, che per motivi di esaustività e comprensione saremmo costretti a riassumere in pochi ma salienti passaggi nei confronti del gentile lettore, per facilitarne la presa di visione durante l’arco cronologico della seduta.

Si inizia con 22 presenti e 3 assenti una seduta lunga oltremodo vista la delicatezza della materia ivi trattata, infatti dopo le schermaglie delle interrogazioni si conviene per una relazione unitaria tenuta dal vice Sindaco nonché Assessore al Bilancio, Cosimo Pio Di Benedetto, che vedrà l’esponente del N.PSI impegnato in una orazione di durata superiore all’ora e un quarto, ove esporrà compiutamente ma in sintesi le 251 pagine della corposa Manovra Finanziaria, che qui per ragioni informative riassumeremo, come tutta la seduta del resto, nei soli passaggi salienti.

consiglio comunale eboli-bilancio 2017-1

consiglio comunale eboli-bilancio 2017-1

Di Benedetto ricordando ai presenti il grande lavoro di squadra degli uffici e sottolineando come la nostra cittadina si avvii anche in stato di pre-dissesto a diventare più popolosa con circa 45.000 abitanti su 138 km quadrati entro il prossimo anno: Purtroppo le tariffe delle imposte rimangono pressoché invariate invece quelle inerenti i servizi individuali come asili e mense godono di una leve deflessione. Nell’area PIP (zona industriale) il valore a metro quadro è di 45,64 dovendo sottostare anche alle sentenze della magistratura che hanno penalizzato il Bilancio costringendoci per pregressi contenziosi a risarcire alcune società, mentre nell’area PEEP ( edilizia popolare) nessuna tariffa L’ufficio patrimonio ha poi, evidenzia  Di Benedetto, stilato un elenco coi beni di proprietà dell’Ente da alienare o mettere a rendita con locazione come le scuole del Borgo, fontanelle e Cioffi, le palestre per attività ludico-culturali: “..lo stesso vale per il centro storico, ove contiamo di ricavare 400.000 € ed i beni sdemanializzati come caselli terreni, etc, che per il 75% del valore rimangono al nostro Ente, il restante va allo Stato per compensare l’abbattimento del Debito! Il DUP molto corposo di oltre 250 pagine, delinea le nostre linee strategiche prossime venture, armonizzando il Diritto nazionale con quello della UE, che si prefigge di ridurre le spese generali, rafforzando la macchina amministrativa in una ottica di efficacia ed efficienza della P.A.!”

Conclude Di Benedetto: ”..abbiamo in mente un nuovo disegno urbanistico con Puc e Pua, oltre alle tasse, sui parcheggi, rifiuti, spiagge, partecipate, trasparenza, istruzione e sport, trasporti, con un budget in pareggio tra entrate ed uscite di 107 milioni di euro, ci riappropriamo rilanciandolo cosi del nostro territorio, facendo un ottimo servizio alla comunità!”

Subito dopo l’intervento dell’Assessore al ramo, prende parola la presidente della commissione Bilancio, Cosimina Cennamo (UDC), la quale plaude alle scelte operate dall’Amministrazione in sinergia con gli uffici preposti. ”Ricordiamoci che i trasferimenti dagli Enti sovraordinati sono di molto diminuiti e la situazione ereditata è  e rimane purtroppo  pesante, noi però stiamo lavorando solo nell’interesse generale!

Inizia la carrellata degli esponenti delle minoranza, i quali un pò tutti affermeranno la stessa cosa: ovvero che la Manovra Finanziaria sia una specie di “Libro dei Sogni”, dove le tasse non diminuiscono, la trasparenza nelle concessioni dei beni pubblici rimane bassa di concerto ad una forte improvvisazione complessiva nell’amministrare la città di Eboli, con la temuta perdita dei fondi europei.

Dunque per primo parla Santo Venerando Fido (Eboli 3.0), l’ex fedelissimo ed alter ego storico del Sindaco in carica, che esordisce tra i banchi dell’opposizione, ed inizia un intervento dai toni concilianti, che man mano sale di diapason: ”..il mio un intervento prettamente politico e la mia una scelta maturata ma difficile e allo stesso tempo ponderata, vista l’insoddisfacente capacità generale dell’azione amministrativa rispetto a quanto promesso in campagna elettorale. Ad oggi ci sono molte criticità irrisolte, come: Parco Fusco, l’area ex Pezzullo, il mancato rilancio del Turismo con una voce ascritta nel Bilancio di appena 5000 €!!! Sindaco le parole attendono di divenire fatti concreti, non si va avanti con poche risorse per rilanciare la nostra città!

Antonio Petrone (MDP) “consigliere anziano” ed orfano per una sera nel suo banco consiliare dei colleghi Conte e Di Candia, esordisce con: ”..sentito quanto si è detto mi viene voglia quasi di andarmene; un DUP questo inconsistente che non serve a rilanciare la nostra città, sperando che i favoritismi nelle concessioni di alcuni beni a titolo gratuito ad alcuni dei vostri amici termini, altrimenti non si possono chiedere i sacrifici agli altri cittadini onesti!”

Carmine Busillo delegato alle politiche giovanili e fedelissimo del Primo Cittadino, oltre a difendere a spada tratta le scelte di campo specifiche dell’Amministrazione e la Trasparenza delle stesse afferma: Noi ci prodighiamo alla inclusione sociale dei giovani, cercando di operare una politica inclusiva che scongiuri le devianze, come la ludopatia o altri comportamenti asociali, ed in specie in queste politiche siamo tra i primi nella Regione!

Ma a “tambur battente”, dopo che sembravano quasi refrattari agli interventi, si susseguono molti componenti del parlamentino di città. Damiano Cardiello capogruppo F.I. con il suo fare sempre pungente attacca de visu l’Amministrazione:Le parole del collega Santo Fido sono delle verità incontestabili, assistiamo stasera al bilancio di una città allo sbando, con tasse che rimangono alte in un clima di terrorismo fiscale voluto dalla Soget che ha vessato continuamente i cittadini, avete perso i fondi europei che avrebbero potuto rilanciare la città, perché non avete le capacità ed una visione adatta ai bisogni collettivi, solo feste e qualche coriandolo!

A Cardiello fa eco immediatamente, il capogruppo consiliare UDC Giuseppe La Brocca, ex sodale dell’esponente azzurro, che ravvede migliorie nella gestione totale della città: ”..caro Damiano, ci sono zone periferiche abbandonate che per la prima volta dopo tanti anni, vedono operare delle opere concrete sul proprio territorio!

Mentre Pasquale Infante capogruppo PD, attraverso una analisi maggiormente tecnica, come nel suo stile, rimprovera. ”..il parere negativo iniziale al DUP che vi ha fatto procrastinare l’approvazione dei pareri sempre scettici del Collegio dei Revisori dei Conti, in un momento di pre-dissesto notiamo nessun aumento delle entrate ne di converso diminuzione delle uscite! Allora proponiamo un fondo per l’imprenditoria a favore degli under 35 per combatterne la disoccupazione, basta alla Soget ed ai suoi sistemi, alle concessioni gratuite di beni che si ripercuotono su altri cittadini, ci sia una seria lotta alla evasione ed all’elusione fiscale!

Filomena Rosamilia esponente di Eboli Popolare, è un apostrofo rosa tra gli agguerriti esponenti di minoranza, difende senza remore le scelte di coalizione ribadendo con forza come: ”..pur nelle difficoltà contingenti economiche e di limiti impostoci dal Bilancio di un Ente in pre-dissesto, garantiamo buoni servizi alla collettività con un disegno ben preciso e descritto nel DUP 2017-2019!

Il ping-pong tra maggioranza – opposizione prosegue senza soluzioni di continuità con Antonio Cuomo parlamentare e consigliere PD che sarcastico afferma: ”..mi sembra di vedere un film già visto il 2016, governare è senz’altro arte difficile, ma speravo in un cambio di rotta che non ravviso, vedo una città in continuo declino con troppi crediti di dubbia esigibilità, 24 milioni di euro a fronte di altre realtà come la nostra che ne ascrivono per 8 mln! Stasera  allora vi lancio una sfida: dateci una consulenza gratuita a noi dell’Opposizione in una ottica collaborativa, e cercheremo di reperire fondi per la città di Eboli!

Alle “provocazioni” di Cuomo, risponde appresso ed a muso duro Giancarlo Presutto (Centristi per l’ Europa). “..l’On. Cuomo lo vedo sempre impreparato, non conosce a fondo la realtà cittadina, poi le consulenze gliele hanno date già i cittadini per venti anni! A noi stasera non spetta tanto entrare nei numeri ma a tracciare i profili della politica, delle scelte da operare. Abbiamo contezza di dove vogliamo andare nonostante le numerose difficoltà, vedi lo sgombero degli abusivi nelle case popolari, una scelta questa sicuramente impopolare, ma che ci ripagherà in futuro. Ricordiamoci che è cosa ardua combattere contro la Burocrazia italiana che allunga i tempi delle istanze e blocca le procedure!”

Pierluigi Merola, capogruppo di Insieme x Eboli, gigioneggia in appendice di seduta con l’opposizione: “..vorrei che si facesse un fondo per gli esponenti della Minoranza, un fondo per visite oftalmiche visto che palesano delle difficoltà di lettura del DUP, ma bando agli scherzi noi manteniamo la “barra dritta” nonostante un Bilancio vincolato dai limiti di spesa! Infine mi preme mostrare solidarietà alla collega Rosa Altieri (cosa reiterata poco dopo dal Sindaco in persona) per la stucchevole vicenda che la coinvolge da mesi sulle presunte incompatibilità,a fronte di un signorile suo comportamento in tutta la vicenda!

In epilogo della lunga seduta consiliare, tocca come di dovere al Sindaco Massimo Cariello, trarre le conclusioni del dibattito serale. Il Primo Cittadino lamenta una inconsistenza di proposta da parte della variegata opposizione, salvando solo Infante e Cuomo, quest’ultimo per gli impegni presi in sede istituzionale in specie per la vicenda del Giudice di Pace, attaccando invece il senatore forzista Franco Cardiello (“da lui il nulla per la collettività!”) e sciorina i risultati della sua Giunta: ”…noi invece diamo risposte concrete, abbiamo realizzato tante opere con l’anticipazione di cassa, scelta coraggiosa ma necessaria, sbloccato i sub-ambiti e tante opere pubbliche come il rifacimento: della facciata del municipio, la piazzetta Luigi Pezzullo e il corrispettivo parcheggio interrato, la manutenzione di molte Scuole ebolitane, siamo intervenuti nelle periferie, stiamo  riqualificando rioni e quartieri e Centro Storico, l’area PIP, la cultura e le politiche giovanili con incontri e manifestazioni e le prossime universiadi che ci arricchiranno di 800.000€ per ristrutturare lo Stadio Josè Dirceu. Ma ci sono anche l’Ambiente con la raccolta rifiuti porta a porta e 26 aree bonificate. Poi  e che dire del volontariato che coinvolge circa 200 persone, vedi Guardie Ambientali e Protezione Civile, sul fronte della legalità abbiamo assegnato beni confiscati, in una ottica di oggettività e trasparenza, e la vicenda delle case popolari ne è la riprova!”

Poi la stoccata finale a Fido Santo Venerando, per anni i  due erano coppia fissa nelle uscite dell’uomo politico ebolitano oggi allo scranno più alto della comunità: ”..mi spiace per sua scelta e la rispetto, ma forse lui anche quando stava in maggioranza non prestava attenzione ed era rivolto col pensiero all’altra parte con l’intento di andarsene, auspico però che non si ripetono degli atteggiamenti squalificanti verso questa Maggioranza e i dipendenti del Comune!” Termina Cariello:”..anche sul tema della Mobilità e Trasporti ci siamo dati da fare e tanto, in un Bilancio difficile ma che cerca di soddisfare i Bisogni di tutti non aumentando le tasse e rispettando i cittadini: comunque noi tireremo dritti per la nostra strada!

Ecco l’OdG licenziato dal presidente Vecchio:

Ore 18.00 per la trattazione del seguente Ordine del Giorno, approvato in maniera omogenea nei punti che vanno dal 2 al 7 con: 17 voti favorevoli, 3 contrari e 5 assenti:

  1. Comunicazioni del Presidente e/o del Sindaco;
  2. Verifica quantità e qualità aree e fabbricati nell’ambito del P.I.P. – art. 14 L.131/83 – determinazione prezzo di cessione 2017;
  3. Verifica quantità e qualità aree e fabbricati nell’ambito del P.E.E.P. – art. 14 L.131/83 – determinazione prezzo di cessione 2017;
  4. Piano di ricognizione, valorizzazione e alienazione patrimonio immobiliare anno 2017;
  5. Programma triennale LL.PP. 2017/2019 ed elenco annuale 2017 – Art.128 DLgs 163/2006 – Approvazione;
  6. Documento Unico di Programmazione (DUP) 2017 – 2019;
  7. Bilancio di Previsione e Finanziario 2017 – 2019 e relativi allegati – Esame ed approvazione

La seduta si è sciolta alle 0.10 dopo oltre sei ore di serrato dibattito.

…………  …  ……….

consiglio comunale eboli-bilancio 2017-interventi

consiglio comunale eboli-bilancio 2017-interventi

Eboli, 25 aprile 2017

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. scusate , ma avete approvato anche le lottizzazioni abusive della zona prato e i depositi agricoli in villette con idromassaggio???

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente