Eboli: Interrogazione PD sul Centro storico

Il PD ha presentato una interrogazione a risposta scritta e orale sul Centro Antico.

Infante, Rizzo e Cuomo del PD sollecitati da lamentele e proteste dei cittadini del centro storico chiedono come l’Amministrazione intenda affrontare e risolvere gli annosi problemi del Centro storico: Sicurezza, vivibilità, illuminazione, Rigenerazione, ZTL, castello Colonna.

Francesco Rizzo-Antonio Cuomo-Pasquale Infante-2

Francesco Rizzo-Antonio Cuomo-Pasquale Infante-2

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – I consiglieri comunali Pasquale Infante, Rizzo Francesco e Antonio Cuomo del Gruppo Consiliare del Partito Democratico, avendo ricevuto molteplici sollecitazioni e lamentele dai residenti del centro storico condivise anche dal Comitato per la Sinistra Unita di Eboli, in cui venivano sollevate alcune questioni “strutturali” del Centro Antico, a cui non è stata data ad oggi alcuna risposta, nonostante le tante iniziative messe in piedi, non si vede però ancora l’impegno di affrontare e risolvere alcuni problemi strutturali che si trascinano da anni nel Centro Antico, quali il problema del traffico e dei parcheggi (ovvero dell’applicazione del Piano Traffico con la ZTL tra Porta Dogana e il Pendino e la creazione dei parcheggi riservati ai residenti) su cui l’amministrazione e l’assessore competente pur si erano impegnati pubblicamente ad avviare prima dell’estate di quest’anno ma anche questo proposito è scemato.

Il Gruppo del PD ha riscontrato inoltre che nonostante le tante promesse fatte ai cittadini, ad oggi dall’Amministrazione comunale, non hanno avuto alcun riscontro.

Il PD prende atto che questa Amministrazione non ha la volontà di porre in essere il piano del traffico, approvato nel 2008 continuando a cagionare notevoli disagi ai cittadini residenti (con piazze occupate dalle macchine) nonostante i fior di quattrini, ben 150.000,00 euro spesi per realizzare tale piano, la relativa segnaletica e l’installazione delle telecamere.

In tutti questi anni non è stata effettuata nessuna riqualificazione della pubblica illuminazione, la quale invece di migliorare è peggiorata. Infatti invece di provvedere ad ampliare ed estendere la nuova illuminazione, anche laddove questa ancora non era stata realizzata con i lampioni antichizzati (così come era previsto dalle migliorie dell’appalto ventennale concesso alla società privata che gestisce il servizio), i residenti sono rimasti delusi in quanto è accaduto il contrario e laddove questi c’erano, come alla Discesa Ripicella, sono stati staccati e vi hanno messo dei faretti. Inoltre il PD ha rilevato la mancata realizzazione degli interventi di riqualificazione che avrebbero dovuto eliminare tutti quei fili volanti che ci sono tra un fabbricato e l’altro, utilizzando le tubazioni dei sotto servizi che furono installate circa 20 anni fa.

In proposito il PD chiede quali tempi l’amministrazione ritiene necessari per avviare e concludere l’intervento per l’attuazione delle migliorie ed il rispetto del contratto?

In tema di miglioramento del quartiere, i residenti chiedono che ci sia una maggiore attenzione alla qualità urbana, con la manutenzione periodica a carattere mensile del verde pubblico, al fine di valorizzare anche i progetti posti in essere dalla vostra Amministrazione, ed evitare che finiscano nell’abbandono come le aiuole in piazza della Repubblica (area del monumento ai caduti) e sul viale Amendola (Piazzetta Carlo Levi) e migliorare l’igiene e la pulizia del quartiere con controlli più stringenti sui trasgressori.

Per il PD bisogna vigilare sul rispetto del Regolamento per la Riqualificazione da parte dei cittadini residenti, nonchè delle società e ditte incaricate della erogazione di pubblici servizi (ad esempio ci sono da diversi anni degli alloggiamenti dei contatori del gas e dell’acqua che sono incompleti e danno una brutta immagine del palazzo e del quartiere, sarebbe opportuno obbligare i proprietari a mettersi in regola).

Relativamente allo sviluppo e alla valorizzazione del centro storico fondamentale acquisire dal Ministero della Giustizia il Castello Colonna e comunque fino a quando non sarà acquisito è necessario sollecitare il Ministero affinchè completi i lavori di sistemazione della facciata crollata (che crollò ormai più di due anni e mezzo fa) in modo da poter eliminare la strettoia nella curva di San Cosimo che crea tanti disagi causa agli automobilisti e ai pedoni.

Il gruppo consiliare del PD sulla base dei rilievi e delle proposte che ha avanzato chiede di sapere dall’Amministrazione attraverso l’interrogazione presentata al Sindaco e al Presidente del Consiglio comunale:

  • Quali iniziative ha intrapreso o intende intraprendere per portare a soluzione le numerose problematiche di questo quartiere evidenziate sopra;
  • Se ritiene opportuno adottare, con urgenza, tutti gli interventi necessari a migliorare la vivibilità e favorire lo sviluppo del Centro Storico: quali l’applicazione del piano traffico costosissimo con la relativa zona ZTL, la realizzazione di nuovi parcheggi per i residenti e non, la riqualificazione della pubblica illuminazione, una maggiore manutenzione del verde e dei beni comunali, ecc.;
  • Se ritiene opportuno per favorire lo sviluppo e la valorizzazione del centro storico acquisire dal Ministero della Giustizia il Castello Colonna e comunque fino non sarà acquisito se ritiene necessario sollecitare il Ministero per far si che completi i lavori di sistemazione della facciata crollata in modo da poter eliminare la strettoia nella curva di San Cosimo che crea tanti disagi causa agli automobilisti e ai pedoni.

Eboli, 3 agosto 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente