Luciano è il Segretario provinciale PD. Succede a Landolfi: la “sedazione” continua

Passaggio di testimone da Landolfi a Luciano alla guida del Partito Democratico della provincia di Salerno. 

Eletto all’Unanimità dei 200 delegati presenti al Congresso provinciale, Enzo Luciano: Capostaff del Sindaco Napoli e Amministratore Unico di Salerno Sistema; è l’espressione della maggioranza deluchiana e della continuità di una “sedazione” politica impressa da Landolfi al PD provinciale.

pd-salerno-enzo-luciano-Piero De Luca-Nicola-Landolfi

pd-salerno-enzo-luciano-Piero De Luca-Nicola-Landolfi (Foto Salernonotizie)

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Con il passaggio di testimone da Nicola Landolfi a Enzo Luciano alla guida del Partito Democratico della provincia di Salerno, l’assemblea congressuale democrat salernitana convocata ieri al Centro Sociale ha eletto alla guida della segreteria provinciale la continuità politica e con l’indicazione unanime conferma senza nessuna particolare emozione anche la maggioranza assoluta deluchiana, sebbene si sia “concesso” alle minoranze varie, quella di Simone Valiante e di Tonino Cuomo un 20%,  confermando ancora, anche in questo caso come sia “filosofica” l’opposizione interna. Il “verbo” quindi: Quello di continuare il percorso tracciato da Landolfi in quell'”interno di famiglia” di casa PD di cui fanno parte oltre che la Famiglia tradizionale di Vincenzo De Luca e i figli Piero e Roberto, anche i vari Landolfi, Luciano e altri “sistemati” come è nelle tradizioni delle migliori famiglie chi nei tanti Enti di cui il PD familiare ne detiene il “possesso”, chi magari al Parlamento e alla guida della Città di Salerno.

Infatti a giudicare dalle prime dichiarazioni rilasciate alla stampa Luciano conferma quella continuità scontata nella quale è sprofondato il PD provinciale. «Continueremo il percorso tracciato da Landolfi, perché non possiamo immaginare un Pd diverso – ha dichiarato Luciano – affronteremo le politiche con grande umiltà, individueremo i candidati giusti per riconfermare numeri e percentuali» Ha perfettamente ragione Luciano anche rispetto alla staffetta che lo ha visto poi eletto Segretario provinciale di un Congresso provinciale di un Partito “sedato”, che si è svolto in sordina e in molti casi a “tavolino”, e pure qui non c’è da gridare a nessuno scandalo dal momento in cui il PD provinciale nella sua quasi totalità si richiama a De Luca in barba a minoranze del tutto inesistenti.

E così senza particolari emozioni e come nella previsione della vigilia Enzo Luciano, con a suo attivo incarichi politici di capostaff del sindaco Enzo Napoli e Amministratore Unico di Salerno Sistemi, unico candidato in corsa alla guida del Pd in provincia di Salerno, per acclamazione dei 200 delegati ha ricevuto l’investitura e il passaggio di consegne dall’uscente Nicola Landolfi alla presenza soddisfatta di Piero De Luca nella sua doppia qualità di membro della segreteria regionale del Partito Democratico e membro della “famiglia”, con la benedizione del Governatore De Luca, che come si racconta, ha assistito all’operazione dalle ultime file del Centro Sociale di Salerno.

Enzo Luciano, in un’atmosfera di festa come avviene nelle migliori famiglie, e alla presenza numerosissima in sala di parlamentari, sindaci, amministratori, dirigenti, tra questi: Tino Iannuzzi, Sabrina Capozzolo, Simone Valiante e Antonio Cuomo, i consiglieri regionali Franco PicaroneLuca Cascone e Tommaso Amabile, il Presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora, il sindaco di Salerno Enzo Napoli, il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino, Mimmo Volpe, Donato Pica, Paolo Imparato; e quella altrettanto numerosa presenza di simpatizzanti ed elettori che attendono per ora speranzosi di poter essere un domani tra i primi, è il nuovo Segretario Provinciale del Partito Democratico di Salerno,

E se per De Luca Junior il Segretario uscente Landolfi ha svolto un lavoro straordinario e merita le sue lodi e quelle del Partito, altrettanti lodi sono state tessute al neo-eletto Luciano, individuandolo tra quei giovani avendo egli dimostrato di avere una maggiore capacità di ascolto e di equilibrio. Ora resta al nuovo segretario quello di organizzare una assemblea programmatica con tutti i segretari di circolo della Provincia di Salerno. Per fare cosa? per riavviare nella continuità quella “sedazione” preparatoria all’appuntamento elettorale nazionale, che nel PD significa anche organizzare le Liste e individuare i candidati, ricordandosi ovviamente di preparare forti dosi di valium per far “digerire” una candidatura all’altrettanto giovane e brillante, oltre che ascoltatore ed equilibrato Piero De Luca.

EVVIVA! Evviva il PD che ha il suo nuovo segretario, ha una sua continuità, ha anche già un suo candidato sicuro e tutti gli altri specialmente gli uscenti? C’è da scommettere, specie dopo la celebrazione del Congresso Provincialeanestetizzato“, saranno tutti contenti di stare in fila e dietro di lui, ma fortunatamente tutti pronti a trasmettere quel segnale di unità del Partito, che finalmente ha messo fine a quei personalismi e quei tatticismi che erano una fonte di disturbo per il nuovo-vecchio cammino che i Democrat intendono percorrere.

Salerno, 31 ottobre 2017

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. due zeri che si sommano cosa fanno?
    domenica sera ci facciamo le matte risate!!!!
    trovatevi un lavoro vero….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente