Parte la riqualificazione dell’area “San Giovanni” all’ingresso di Eboli

Rimodulato il progetto di riqualificazione Porta San Giovanni: interventi su ex macello, autoparco, mercato ortofrutticolo e Stazione ferroviaria.

La Giunta approva il progetto di riqualificazione urbana “Area Porta San Giovanni” che include: l’ex macello, l’ex autoparco, l’area del mercato ortofrutticolo e quella della stazione ferroviaria. Il Sindaco Cariello: “Una grande riqualificazione urbana dell’ingresso principale della città“. E il Project Financing già approvato? Quali e come saranno gli interventi?

RIQUALIFICAZIONE Urbana San Giovanni

RIQUALIFICAZIONE Urbana San Giovanni

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – La porta d’ingresso cittadina si rifà il look: infatti l’ampia zona denominata S. Giovanni, sarà oggetto di un’ampia zona di riqualificazione, come deliberato dalla Giunta Comunale: «Una grande riqualificazione urbana dell’ingresso principale della città sottolinea il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -, che garantisce spazi, decoro  servizi, aumentando la fruibilità della aree per i cittadini».

L’iniziativa dell’esecutivo comunale punta alla realizzazione di un ingresso alla città riqualificato e con importanti novità per Eboli. «Il Comune di Eboli interviene rimodulando i progetti ed ampliando l’area di interesse degli interventi di riqualificazione – ricorda il presidente del Consiglio Comunale, Fausto Vecchio -. Mettiamo in campo un’ampia azione di intervento sul territorio, che riqualifica l’intera area ed assicura servizi, abitazioni, locali commerciali e spazi di sosta, indispensabili in quella parte della città».

Area ex Mattatoio Eboli

Area ex Mattatoio Eboli

L’approssimarsi dell’adozione di un nuovo PUC, rendono l’iter di variante urbanistica difficilmente percorribile. «E’ necessario seguire la strada dell’attuazione della riqualificazione rispettando le previsione del PRG vigente o tramite un permesso di costruire in deroga, sfruttando le premialità e le incentivazione previste dal “Piano Casa”», spiega il consigliere delegato all’Urbanistica, Mario Domini.

L’intervento deve essere esteso anche ad altre aree pubbliche limitrofe al lotto dell’ex mattatoio, attraverso un unico progetto di riqualificazione urbana dell’ingresso di Eboli, quali l’ex autoparco di proprietà del Comune di Eboli, l’area del mercato ortofrutticolo di proprietà regionale ex Ersac e l’area della Stazione ferroviaria.

«L’incarico di redazione del progetto di riqualificazione urbana – annuncia il presidente della commissione consiliare per l’Urbanistica, Pierluigi Merola è stato conferito alla struttura tecnica comunale che si occupa della pianificazione territoriale, già dotata della necessaria professionalità, anche attraverso un concorso di idee che definisca sia l’opera architettonica che la modalità attuativa, cioè finanziamento pubblico o project financing».

Project Financing Porta San Giovanni Redering del Progetto

Project Financing Porta San Giovanni Redering del Progetto

Si ricorderà che su quest’area e le relative soluzioni progettuali affidate ad un Project Financing mai partito vi è stata una bella e lunga scia di polemiche con “frenate”, “accellerate” e poi lo “Stop” definitivo. Polemiche che costrinsero il Team dei progettisti dello Studio “Anabasi Architetti Associati“, di cui ne fanno parte gli Architetti Lanfranco Bove, Cosimo Fusco e Vito Brancaccio, promotori della proposta progettuale di cui al Project FinancingPorta San Giovanni“, ad intervenire fornendo appropriate spiegazioni

Il progetto, confusamente portato avanti nel corso del tempo e a seguito di uno stop costrinse il Team dei progettisti ad intervenire a chiarimento alla proposta presentata in Consiglio Comunale dall’Amministrazione dell’epoca che contestualmente prevedeva l’approvazione del Progetto e una Variante Urbanistica. La polemica suscitata riguardava i contenuti di una proposta esposta in un modo del tutto confusa e insufficiente, ma che in sintesi introduceva di fatto la “concessione” in un’area satura del 5° mc a mq, e sintetizzava in maniera superficiale una proposta più complessa, oggetto del Project Financing proposto dalla Giunta stessa e successivamente ritirata.

Project Financing Porta San Giovanni

Project Financing Porta San Giovanni

Ora sarebbe il caso di comprendere quale sia il progetto approvato e proposto, se è quello già approvato che prevedeva per l’Area ex Mattatoio che prevedeva la realizzazione di 43 alloggi per abitazioni civili, 1765 mq di locali commerciali su più piani, 78 box auto, un parcheggio interrato, 10 uffici, un ristorante di 254 mq. o è tutta un’altra cosa che oggettivamente in una scarna planimetria non si riesce a comprendere. Circostanza che forse ci si aspetterebbe una Conferenza stampa di presentazione per illustrare il progeto nella sua complessità piuttosto di convocarne più di una e l’ultima che si terrà lunedì 2 luglio alle ore 11.00 nell’aula consiliare nella quale si presenterà “Eboli in Beach“, un evento sportivo che si svolgerà dal 5 al 15 luglio prossimi in Piazza della Repubblica.

Forse più che sapere come si svolgerà questa manifestazione ci piacerebbe sapere come si articola e cosa comprende e quanti soldi impegna questo progetto “San Giovanni”, sia per darne la giusta pubblicità e sia per comprendere il complesso progettuale in un’area che ormai sembrebbe essere decollata e tra l’altro unica tra le tante sino ad ora proposte.

Eboli, 29 giugno 2018

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Come tutti i progetti di riqualificazione urbana realizzati nei tre anni, anche questo è di Melchionda… iniziativa zero, si vogliono intestare sempre cose degli altri… siamo messi male !

  2. Purtroppo di loro non c è niente, vogliono far passare un progetto della vecchia amministrazione, come se fosse stato realizzato da loro. Da cittadino mi auguro che riescono a portarlo a termine.

  3. Intanto l’Amministrazione fa comunicati stampa su “grandi” progetti di sviluppo urbanistico: dimentica che “porta san giovanni” è un programma dell’era melchionda,chiuso nel cassetto perchè non sotenibile economicamente, allora come ora. Intanto si approvano i sub ambiti dei sub ambiti degli ambiti, così qualche privato di corno d’oro sistema le proprietà. Anni fa il ridicolo poteva distruggere una reputazione ma, come sosteneva Flaiano, deve esserci qualcuno che continua a spostare la soglia del ridicolo. A Eboli, in questo caso, abbiamo Cariello (il Sindaco eletto dal Popolo), Domini (il Renzo Piano di Santa Cecilia) e Merola (il Consigliere Solitario).

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente