Presentazione a Eboli del Libro: “Operai e studenti uniti nella lotta”

29 marzo, ore 18.30, Viale Amendola, Sede MDP-LEU, presentazione del libro: “Operai e studenti uniti nella lotta”. 

Parleranno del libro “Operai e studenti uniti nella lotta” 1970-1975 cinque anni ribelli a Salerno, edito da Gaia, scritto da Ubaldo Baldi con la collaborazione di Enzo Castaldi, Massimiliano Curcio, Antonio Conte, Gerardo Rosania e Giuseppe Fresolone. 

Eboli-presentazione-Libro-di-Baldi-e-Castaldi

Eboli-presentazione-Libro-di-Baldi-e-Castaldi

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il 29 marzo, alle ore 18.30, in Viale Amendola 101, presso la Sede del MDP-LEU, si terrà la presentazione del libro: “Operai e studenti uniti nella lotta – 1970-1975, cinque anni ribelli a Salerno”, scritto da Ubaldo Baldi con la collaborazione di Enzo Castaldi, edito da Gaia

Ne parleranno con gli autori Baldi e Castaldi, con la moderazione della Giornalista Luella Mazzara:

  • Il Dott. Massimiliano Curcio, Segretario della Sezione MDP-LEU di Eboli;
  • L’Avv. Antonio Conte, Capo gruppo consiliare MDP-LEU Eboli;
  • Il Dott. Gerardo Rosania, ex Sindaco di Eboli e già Consigliere Regionale della Campania;
  • Il Prof. Giuseppe Fresolone Unisa, Direttore MOA Eboli.

SINOSSI

1970-1974: è in questo arco temporale che si svolgono e sono descritti gli avvenimenti e la storia di un’organizzazione politica, un gruppo extraparlamentare a Salerno attraverso i suoi “volantini”, i suoi documenti e fogli di propaganda, i giornali, le foto, le manifestazioni, le assemblee. Descritti da un punto di vista interno e quindi dichiaratamente di parte, ma capace di offrire una lettura privilegiata, sul campo, della storia di cinque anni di profonda trasformazione della struttura politica e culturale di una città e di una provincia meridionale. Una città e un territorio che – come più volte capitato nella storia di questo Paese – diventava laboratorio della politica nazionale.

Ubaldo Baldi, nato a Battipaglia, vive e opera a Salerno. Medico, responsabile provinciale della consulenza medico-legale del patronato inca-CGIL, si dedica da alcuni anni allo studio e alla valorizzazione della memoria storica del Movimento Operaio. E’ direttore scientifico dell’Istituto “Galante Oliva”, membro dell’ANPI di Salerno e consigliere nazionale dell’ANPPIA. ha pubblicato nei quaderno dell’istituto “Galante Oliva” prima che alro silenzio passi negli occhi. Storie di Salernitani dall’Antifascismo alla Resistenza (2010)

Eboli, 25 marzo 2019

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. E’ bello vedere chi lanciava le monetine, in piazza della Repubblica, abbracciarsi con chi le riceveva. A mio modesto parere, non basta cambiare la targa di provenienza per acquisire “cittadinanze”….non dimentichiamo che i MDP-LEU…si sono baciati alla francese, fino ad un anno fa, con il Martino nazionale e poi, all’improvviso, “folgorati sulla via di Damasco” un volemose bene e una riappacificazione che nemmeno Papa Francesco!

  2. Un linguaggio da’900, un incesto fino a pochi anni addietro,improponibile e perdente.
    Il vostro tempo è scaduto:informatevi.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente