Sanità: Sblocco totale turnover, scattano 1200 assunzioni in Campania

Sanità, sblocco totale del turn over e in Campania scattano subito 1.200 assunzioni di medici e infermieri. 

1.200 posti che aggiungono ai 10.000 posti del Piano Lavoro. Soddisfatto il Governatore De Luca che dichiara: “Con lo sblocco totale del turn over si raggiunge un obiettivo straordinario che offre finalmente ai cittadini più servizi e qualità nelle prestazioni”. Per la Consigliera regionale del M5S Ciarambino: “Risultato storico del nostro ministro Grillo per garantire il sacrosanto diritto all’assistenza”. 

Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

NAPOLI – Venerdì scorso a Palazzo Santa Lucia il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e il suo Consigliere per la Sanità Enrico Coscioni hanno incontrato il commissario Joseph Polimeni e il sub commissario Claudio D’Amario., l’oggetto della riunione, tutta operativa, è stato ufficializzato con il via libera definitivo al decreto commissariale che consente lo sblocco del turn over nella sanità campana e la copertura del cento per cento del personale medico e infermieristico che ha lasciato il servizio al 31 dicembre 2015.

Si tratta di 1.200 unità lavorative che saranno immediatamente reintegrate reclutando il personale attraverso le diverse procedure previste: stabilizzazione dei precari; mobilità; nuovi concorsi. 1.200 posti di lavoro che si aggiungono agli altri 10.000 relativamente al Piano Lavoro proposto dal Governatore Vincenzo De Luca e approvato e condiviso dalla Ministra Giulia Buongiorno, 11.200 posti di lavoro in tutto che servono a garantire personale agli Ospedali e agli Enti locali che hanno aderito al Piano e garantire un miglior funzionamento dei servizi.

Vincenzo De Luca-Giulia Bongiorno-piano lavoro

Vincenzo De Luca-Giulia Bongiorno-piano lavoro

Continua la svolta radicale nella sanità campana, – ha dichiarato il Presidente De Luca. – Con lo sblocco totale del turn over – ha aggiunto – abbiamo raggiunto un obiettivo straordinario che va nella direzione della rivoluzione che stiamo realizzando per offrire finalmente ai cittadini più servizi e qualità nelle prestazioni”.

Ma la battaglia di De Luca non è ancora del tutto finita, dal momento che avendo pareggiato il Bilancio della Sanità in Campania per 4 anni consecutivi del suo mandato, egli reclama la fine della gestione commissariale della Sanità in Campania. Battaglia che si aggiunge a quella della così detta “Autonomia differenziata“, una vera e propria rapina sventata e ordita dal Governo per calzarla alle richieste di tre regioni a guida leghista, che De Luca ha condotto, ottenendo un blocco del provvedimento e una ridiscussione partendo dalla “cristallizzazione” delle risorse per la attribuzione dei fondi.

ciarambino_valeria

ciarambino_valeria

Ma ovviamente per il Movimento 5 Stelle il risultato è da attribuire al Ministro della Salute Giulia Grillo, e ne è convinta la Consigliera Regionale Valeria Ciarambino. “Con lo sblocco del turn over per il personale sanitario, – dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambinopossiamo finalmente dare respiro a regioni come la Campania, con operatori costretti da troppo tempo a fare gli straordinari e a caricarsi di un’enorme mole di lavoro a causa di un organico ai minimi storici. Stando a quanto stabilito dalla modifica normativa voluta dal ministro per la Salute Giulia Grillo, che ha incassato l’approvazione della Conferenza Stato Regioni, il superamento del blocco delle assunzioni in Sanità dovrà essere garantito non soltanto alle amministrazioni virtuose, ma anche alle Regioni in piano di rientro. Regioni come la Campania che lamentano evidenti difficoltà di spesa, ma che sono proprio quelle che hanno maggiormente bisogno di arruolare personale sanitario per garantire i Livelli essenziali di assistenza. Grazie all’impegno congiunto dei ministeri della Salute, della Funzione Pubblica e dell’Economia è stata trovata l’intesa per superare l’attuale vincolo di spesa e garantire finalmente a tutti il sacrosanto diritto alla salute”.

A 15 anni dal blocco delle assunzioni voluto dall’allora governo Berlusconi, che ha solo contribuito ad alimentare il precariato, a far lievitare i costi, con agenzie interinali e cooperative a farla da padroni, e ha fatto precipitare i livelli di assistenza – sottolinea Ciarambino – abbiamo conseguito un risultato storico per regioni come la nostra. Con lo sblocco del turn over, i nostri medici e infermieri non saranno più sovraccaricati di lavoro e potranno garantire la necessaria assistenza a ciascun paziente. Con personale in numero adeguato al fabbisogno assistenziale – conclude la Consigliera regionale del M5S Valeria Ciarambino – si metterà anche un argine a episodi di aggressione ai danni del nostro personale sanitario, che in Campania sono diventati una vera e propria emergenza sociale”.

Napoli, 25 marzo 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente