Servizi Sociosanitari: Istituito uno “Sportello” unico di accesso

Piano di Zona Ambito S3: Attuazione della Porta Unitaria di Accesso ai Servizi Sociosanitari. 

Lo sportello Unico è il frutto di un Protocollo d’Intesa fra Piano di Zona S3 e ASL Salerno/Distretto 64 che consentirà di ottimizzare la comunicazione con una modulistica unitaria presso istituita presso i Segretariati Sociali e l’Ufficio Sociosanitario dell’ASL facilitando l’accesso agli utenti dell’ambito 3 del Piano di Zona. 

Piano di Zona S3-Sede Eboli

Piano di Zona S3-Sede Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Coordinamento Istituzionale dell’Ambito S3, nella seduta del 23 luglio, ha approvato un Protocollo d’Intesa fra Piano di Zona e ASL Salerno/Distretto 64 che consentirà di attuare la Porta Unitaria di Accesso ai Servizi Sociosanitari, istituita con Deliberazione dello stesso Coordinamento.

La Porta Unitaria di Accesso, istituita presso i Segretariati Sociali di tutti i Comuni dell’Ambito S3 e presso l’Ufficio Sociosanitario dell’ASL, prevede l’utilizzo di una modulistica unificata, l’adozione di un sistema integrato per l’acquisizione delle domande e la gestione di un archivio digitale condiviso fra Piano di Zona ed Ufficio Sociosanitario del Distretto 64.

Massimo Cariello

Massimo Cariello

Questi strumenti permetteranno ai due Enti partner di ottimizzare la comunicazione ed il passaggio di informazioni tra operatori sociali e sanitari dei due enti gestori, evitare la sovrapposizione o duplicazione delle prestazioni e delle procedure, definire un sistema di indicatori standard per la valutazione dei bisogni dell’utente, garantire l’applicazione del Regolamento Europeo sulla tutela dei dati 679/2016.

Il Sindaco del Comune Capofila, Massimo Cariello, esprime la sua soddisfazione: «Con la sottoscrizione di questo protocollo diamo finalmente attuazione ad uno strumento, la Porta Unica di Accesso, prevista fin dal 2016, alla quale però per diverse vicissitudini non era stato dato seguito. Questo risultato è stato possibile grazie alla intensa cooperazione fra le Istituzioni interessate, che hanno lavorato intensamente per facilitare l’accesso ai servizi e semplificare il rapporto fra cittadini e pubblica amministrazione.

carmine-busillo-10-16

carmine-busillo-10-16

Ringrazio la dott.ssa Flavia Falcone, Responsabile del Piano di Zona S3, e la dott.ssa Giovanna Spinicelli, Responsabile dell’Ufficio Sociosanitario del Distretto 64, che hanno molto creduto in questo progetto e lavorato fianco a fianco per realizzarlo».

Sulla stessa lunghezza d’onda l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Eboli, Carmine Busillo «L’utilizzo della PUA permetterà agli Assistenti Sociali che raccolgono le domande dei cittadini di lavorare in maniera coordinata fra loro, scambiarsi informazioni, monitorare lo stato dei richiedenti in tempo reale e, di conseguenza, permetterà di dare risposte immediate e precise, snellendo le procedure. Questo obiettivo è stato raggiunto anche grazie all’apporto dei Volontari del Servizio Civile, Vito Bergamo, Maria Di Lorenzo e Mario Giordano, che hanno realizzato il database condiviso fra i due Enti Gestori ed una scheda di accesso informatizzata, ed hanno rivisitato, semplificandola, la modulistica già esistente».

Una iniziativa che sicuramente favorirà il servizio, agevolera’ i compiti e faciliterà l:accesso agli utenti, tuttavia è da sottolineare che il Comune di Eboli aveva già realizzato un servizio di facilitazione agli utenti con la istituzione della “Galleria dei Servizi” attraverso la quale tutti gli enti territoriali dislocati all’esterno del comune avevano aderito a questa iniziativa collocando proprio personale che collegato in rete on i propri Enti forniva i servizi ai cittadini. Purtroppo qualche buontempone, per risparmiare, decise di smantellarlo. Forse sarebbe il caso di ripristinarlo. Facilitare i servizi ai cittadini non è mai spreco di denaro.

Eboli, 25 luglio 2019

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Il sindaco fa turn over . Ciclicamente porta alla ribalta della cronaca qualche assessore o delegato ma il primo attore è sempre lui. Gli assessori da soli sono solo comparse o figuranti che splendono di luce riflessa. E’ il manuale Cencelli a past e fasul tanto per rimanere nel tema che sta più a cuore all’amministrazione cioè le sagre e le manifestazioni pseudo culturali peraltro organizzate e gestite da chi manco sa parlare in italiano .
    Porta unica d’accesso in un palazzo dove i disabili non possono accedere. Non c’è fine alle comiche. Quando finirete , perchè anche se doveste vincere alle prossime elezioni prima o poi finirete, avrete un futuro assicurato in un cabaret o in uno show di avanspettacolo. Sono scomparsi personaggi politici molto ma molto più importanti di voi più capaci più colti più strutturati , scomparirete anche voi e se fossimo ai tempi dei romani sareste condannati anche alla damnatio memoriae.

  2. o perbacco abbiamo ad Eboli i servizi sociali e gli assistenti sociali , una vecchia storia ,infatti alcuni di loro oggi Dirigenti assunti con la legge 285 post ter. 219 23 nov.1980 ad oggi non so cosa hanno mai fatto. Il territorio ebolitano è colmo di problemi sociosanitari ed qui segue l’elenco: il mercatino del sabato a piazza 25 aprile zona centrale di Eboli , sprovvista di servizi sanitari ed igienici , in piu seganli stradali di divieto di sosta di inizio mercato alle ore 6,00 alle ore 16,00 ma i venditori arrivano alle ore 0,3 del mattino creando schiamazzo notturno pubblico e liberandosi dei loro bisogni fisiologici ai margini delle strade.Inoltre giardini pubblici abbandonati e pieni di defecazioni canili, il centro storico abusi di alcuni ristoratori occupando suolo pubblico al di fuori di ogni regola, la zona 167 piano case popolari una schifezza della schifezza famiglie e persone nel degrado sociale me urbanistico piu assoluto. la piana del Sele con i suoi 14 km di spiaggia oltre la mucillagine di questi giorni abusi e fuori leggi di qualsiasi genere da alcuni stabilimenti balneari alle prostitute spacciattori e clandestini e CAPORALI.Non mi vanterei tanto di questa iniziativa vedete da dove cominciare il capo , credo per prima agli operatori del settore comunale che percepiscono stipendio senza guadagnarselo al di la se il sindaco è Carielo o qualche altro non hanno mai fatto nulla. al cimitero seguono furti di lapide tutti i giorni all’ospedale molti sono gli assenteisti e i nulla facenti . Cariello, busillo e >falcone datevi da fare.

  3. Buono sito hai qui .. E ‘difficile trovare difficile trovare di alta qualità scrittura come la tua in questi giorni al
    giorno d’oggi. Sinceramente apprezzo individui come
    te! Fate attenzione !! Maramures Grazie, buona giornata!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente