Regionali Campania: Il FdI candida Cirielli. Stop da Fiamma Tricolore

Regionali: Spunta la candidatura Cirielli. Un passo avanti ma senza dialogo per il Movimento Sociale Fiamma Tricolore.

La candidatura di Cirielli dal MSFT. È un passo in avanti di qualità del Partito della Meloni ma anche un errore, e rischia di dividere il Centro-Destra e essere una candidatura isolata, finendo per dare nuovo spazio a un De Luca Bis.

Edmondo Cirielli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – «Si apprende dalle testate giornalistiche di una candidatura condivisa in Fratelli D’Italia per le prossime elezioni regionali, il nome è quello di Edmondo Cirielli, persona autorevolissima – Si legge in una nota stampa del Movimento Sociale Fiamma Tricolore – ma questo passo in avanti del partito di Giorgia Meloni senza condivisione in progetti, azioni e unione, porta, anzi apre la strada ad un Vincenzo De Luca Bis, per questo motivo il Movimento cerchi un incontro per discutere con tutte le forze della Destra e centro destra per sviluppare un unica candidatura che porti finalmente a casa l’attuale governatore De Luca ed isoli il triste Movimento 5 stelle che – conclude la nota del MSFT – a breve ufficializzera’ la sua candidatura mediante civica a supporto dell’attuale governatore della regione campania».

Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore è preoccupato ed ha ragione di esserlo nel momento in cui ha appreso da un’agenzia AdnKronos della dichiarazione dell’On. Edmondo Cirielli di Fratelli d’Italia e Questore della Camera dei Deputati: “Ringrazio l’assemblea regionale e i vertici nazionali del partito per avermi indicato quale candidato presidente della Campania per FdI. Sono orgoglioso che la scelta sia ricaduta sul mio nome e sarebbe un onore amministrare la mia Regione. Ovviamente, aspettiamo le decisioni dei vertici nazionali del centrodestra perché l’obiettivo prioritario è presentarsi agli elettori con una coalizione unita, fondata su un programma di governo condiviso, per rappresentare una seria e credibile alternativa alla Giunta regionale di De Luca, la peggiore che la Campania mai abbia mai avuto. Ma qualora l’indicazione finale dovesse ricadere su un altro candidato presidente – conclude Cirielli – lo sosterremo con lealtà perché l’unità del centrodestra è più importante dei nomi”.

Una dichiarazione quella di Cirielli che conferma i dubbi del Movimento Sociale FT circa un naufragio di una eventuale ricomposizione di un’alleanza di Centrodestra. Un passo avanti che oggettivamente appare un fallo a gamba tesa. Di qui la domanda, se FdI vuole costruire un alleanza, perché anziché convocare un tavolo politico ha presentato una candidatura specifica?

Del resto gli altri interlocutori e specie quelli di Forza Italia non hanno ancora dimenticato la gestione assolutistica della Presidente della provincia di Salerno da parte di Cirielli, e a non dimenticarlo è soprattutto la portavoce Nazionale di FI Mara Carfagna, così come non si è dimenticato lo scontro muscolare con Vincenzo De Luca e tutte le conseguenze negative che questo tipo di gestione comportò ivi compreso un prosieguo di presidenza affidato ad Antonio Iannone.

A giudicare dai ricordi ha ragione il Movimento Sociale, con tutti questi ricordi la candidatura Cirielli è divisiva e De Luca può festeggiare.

Salerno 22 settembre 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente