Aggressioni al Ruggi. Solidarietà ai vigilanti. Espulsione per l’extracomunitario

Lega e FI di Salerno con Esposito, Volzone e l’on. Casciello hanno espresso: solidarietà ai vigilanti, condanna ed espulsione l’aggressore extracomunitario. 

Ancora aggressioni negli Ospedali: A Napoli, a Salerno e nelle strade italiane; Condanna dalla Lega e richiesta di espulsione per l’aggressore extracomunitario. A Venezia aggredito Scuotto: Silenzio. L’aggressore del Ruggi (extracomunitario) grida “Allah Akbar”, gli aggressori a Venezia (italiani) “Duce Duce”. Niente integrazione con stronzi-fanatici islamici e fascisti: Espulsione dall’Italia per i colpevoli.

Ospedale Ruggi Salerno (Foto POLITICAdeMENTE)

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Nella notte di fine anno a Venezia si è consumata un’aggressione da parte di un gruppo di “bravi ragazzi” a volto prima scoperto e poi coperto, al grido di: “Anna Frank sei finita nel forno”, “Duce, duce…” con la mano alzata; ai danni dell’on. Arturo Scotto riempiendolo di botte davanti alla sua famiglia. Non gridavano Allah Akbar, ma “Duce, Duce”, non erano extracomunitari ma italiani e presumibilmente veneti.

Alle 7 di mattino di oggi, un extracomunitario che si trovava all’interno dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona a Salerno si è reso protagonista di un’aggressione, mentre attendeva il suo turno in codice verde al pronto soccorso, l’uomo avrebbe dato in escandescenze e al grido “Allah Akbar” avrebbe ferito i due vigilanti intervenuti per calmarlo. L’energumeno dopo essersi chiuso nel bagno della struttura ospedaliera ed aver seminato panico tra i pazienti, continuando a gridare, fortunatamente è stato bloccato dai Vigilanti che comunque sono rimasti feriti.

Ospedale di Salerno

Dall’inizio dell’anno sono state decine le aggressioni negli ospedali della Campania e centinaia in quelli italiani, così come centinaia sono le aggressioni e le violenze che uomini e donne se ne rendono colpevoli in tutta Italia, e agli aggrediti oltre che manifestare solidarietà sincera e la più ferma condanna verso chi colpevole sia esso bianco, nero, cinese, extracomunitario, arabo, “cattolico”, che gridi “Allah Akbar” o “Duce Duce” e via di seguito, dovremmo pretendere più sicurezza, più controllo del territorio, più presidi di sicurezza negli uffici pubblici, per strada, negli Ospedali.

Tuttavia l’aggressione del Ruggi a Salerno ha scatenato una serie di condanne, come quella del giovane coordinatore salernitano della Lega Nicholas Esposito che ha voluto esternarle: «Ho appreso da un articolo di Sky tg24 che al Pronto Soccorso dell’Ospedale Ruggi D’Aragona di Salerno un extracomunitario ha dato in escandescenze e ferito due vigilanti che erano intervenuti sul posto per calmarlo nell’espletamento del proprio lavoro.

Nicholas Esposito

L’uomo pare abbia urlato “Allah Akbar – ha chiosato Esposito che in questi giorni sta monitorando il territorio con i militanti leghisti in vista delle prossime tornate elettorali – Se questa è l’integrazione che vuole la sinistra, allora c’è davvero di che essere preoccupati. Dobbiamo proteggerci da  questi esaltati per tutelare chi lavora per la nostra sicurezza. L’extracomunitario dovrebbe immediatamente essere espulso dall’Italia senza se e senza ma».

«Ho appreso dell’aggressione avvenuta al Ruggi d’Aragona di Salerno da parte di un extracomunitario, urlando “Allah Akbar” – dichiara la Coordinatrice provinciale Forza Italia Giovani di Salerno Adriana VolzoneTutto questo è successo nel Pronto Soccorso di un ospedale del capoluogo di provincia, dove i nostri connazionali hanno il diritto ed il dovere di sentirsi al sicuro.

Adriana Volzone

La situazione è molto critica: – conclude la Volzone – abbiamo bisogno di serrare le fila, di sentirci protetti a casa nostra e nelle nostre strutture. Un plauso al coraggio, alla prontezza d’azione ed all’abnegazione dei due vigilanti e del responsabile della ditta di vigilanza che sono intervenuti».

Sulla vicenda è intervenuto, ma con una dichiarazione del tutto diversa rispetto ai due giovani esponenti della destra salernitana anche l’onorevole Gigi Casciello di Forza Italia, il quale inquadra la vicenda in un contesto più ampio che coinvolge le violenze negli Ospedali non rispetto agli immigrati come pare siano ossessionati i seguaci di Salvini:

“Aggressione all’ospedale Ruggi di Salerno, escalation allarmante. Interrogherò due Ministri”

Gigi Casciello

L’increscioso episodio di violenza verificatosi questa mattina al Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi di Salerno è solo l’ultimo di un’inquietante e allarmante escalation che coinvolge ospedali in tutto il Paese. Presenterò un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno, Lamorgese, e al ministro della Sanità, Speranza, per chiedere cosa intenda fare questo Governo per garantire la sicurezza dei medici e del personale ospedaliero”.

Il fatto che il protagonista dei fatti di stamani a Salerno sia un immigrato non rende più grave una situazione che aveva già superato ogni limite. L’allarme sicurezza negli ospedali va affrontato con urgenza – prosegue l’onorevole Casciello -. Esprimo la mia solidarietà alle persone rimaste ferite nell’aggressione al Ruggi e farò la mia parte per raccogliere l’allarme lanciato dal presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno, Giovanni D’Angelo. Chi lavora nei nostri ospedali svolge un ruolo delicatissimo e deve essere messo nelle condizioni di sicurezza e serenità per farlo al meglio”,

Ma ovviamente il giovane Esposito non perde l’occasione per prendere ad esempio la violenza del Ruggi compiuta da uno stronzo-delinquente-fanatico per associarlo all’integrazione, ma ignora tutti gli altri casi di Napoli, di Salerno, Nocera, Battipaglia, Eboli e in tanti altri compiuti da altri stronzi-delinquenti-arroganti-fanatici e non consuma una sola parola nei loro confronti: né di solidarietà verso gli aggrediti, né di condanna verso gli aggressori; È distrazione o è condivisione verso gli aggressori?

In fondo quale è la differenza tra lo stronzo che grida “Allah Akbar” e gli stronzi che hanno gridato “Duce Duce“? Sicuramente nessuna, il primo (extracomunitario) è uno “stronzo-delinquente-fanatico“; I secondi (italiani) sono “stronzi-delinquenti-arroganti-fanatici“; entrambi con l’integrazione ed il messaggio contrario al “diverso” che maldestramente o ingenuamente Esposito e la Lega vorrebbe trasmettere, c’entrano come il cavolo a merenda, e oggettivamente con queste persone la maggior parte di noi non vuole proprio averci a che fare anzi, insieme allo stronzo del Ruggi chiederemmo l’espulsione dall’italia anche degli stronzi di Napoli, di Milano e soprattutto quelli di Venezia. Noi con queste merdacce non vogliamo avere a che fare siano fanatici islamici o fanatici fascisti.

Salerno, 5 gennaio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente