Emergenza Covid, FISI denuncia: Troppi morti in Campania

Il 1 ottobre 2020 i deceduti per COVID in Campania da marzo 2020 erano 456. Attualmente i morti sono 1.545. Troppi. 

1.150 morti in solo due mesi. Per Scotillo di FISI Sanità è allarme. Domani, martedì 01 dicembre 2020, presso la sede di FISI in via ceffato 127 di Eboli, 1 piano scala B, sarà presentata in conferenza stampa ai mass media la denuncia che sarà oggetto di confronto con gli organi di informazione e dove saranno citati gli esempi.

Rolando Scotillo-Rapporto Covid-Campania

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Il 1° ottobre 2020 u.s., i deceduti per COVID in Campania da marzo 2020 erano 456. Attualmente i morti sono 1.545. Troppi.  1.150 morti in solo due mesi e dopo nove mesi di inerzia della Giunta della Regione Campania, dei Direttori Generali delle ASL e del Centro di crisi regionale. Decine, se non centinaia, di testimonianze di persone che accusano di essere stati abbandonati a domicilio senza che siano stati somministrati i Tamponi e le cure del caso.

Unica disposizione ripetuta all’infinito anche sui mass media da parte della Regione è stata: “recatevi al Pronto soccorso solo se avete difficoltà respiratorie”. Molti hanno eseguito il tampone a pagamento, a molti è stato somministrato dopo morto, tutti sono stati abbandonati al loro destino senza possibilità altra di cure: anziani, ma anche giovani, terrorizzati dall’andare presso gli Ospedali da una pubblicità ossessiva, Medici di Base rimasti da soli ad affrontare la pandemia senza dispositivi e senza personale dedicato. Da marzo u.s. nessuna procedura domiciliare è stata implementata per l’assistenza ai pazienti positivi, non sono stati previsti strutture dedicate tipo “Covid Hospital” fatto questo che ha permesso l’aggravarsi delle condizioni di salute, la corsa – oramai inutile – agli Ospedali ed in molti , troppi casi, casi la morte.

Questa mattina 30 novembre 2020 sarà depositata, presso la Procura della repubblica di Napoli, un esposto contro tutti i Direttori delle ASL, il centro di crisi regionale e la Giunta Regionale per strage poiché riteniamo che con le apposite cure del caso e con una assistenza domiciliare o in strutture dedicate degna di questo nome perlomeno la metà dei deceduti poteva essere salvata.

«Domani martedì 01 dicembre 2020,  – dichiara Rolando Scotillo, Segretario nazionale – presso la sede di FISI Sanità in via ceffato 127 di Eboli, 1 piano scala B, sarà presentata in conferenza stampa ai mass media la denuncia che sarà oggetto di confronto con gli organi di informazione e dove saranno citati gli esempi”.

Salerno, 30 novembre 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente