Battipaglia: Etica agli “anticeciliaci”

Il movimento “Etica per il Buon Governo” agli “anticecilisti” sulle ultime inesattezze dei candidati a sindaco.

E’ vero, siamo in piena campagna elettorale! Ma: “è d’obbligo far chiarezza!” Ed elencano delibere, date e cifre di tutti gli immobili messi in vendita da anni. «Altro che volontà di vendere gli immobili!” questi ipotetici candidati a sindaco e “anticeciliani” acquisiti della prima ora,  hanno idea di quello che dicono?»

Cecilia Francese

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «Comprendiamo e per questo esprimiamo umana solidarietà a quei candidati a sindaco ed ai personaggi politici locali che fanno dell’”anticecilismo” la loro ragione di vita e che sono, oggi più che mai, in preda ad una parossistica crisi di nervi alla luce del crescere del consenso popolare intorno alla figura della Sindaca Francese. – si legge in una nota di Etica per il Buongoverno il Movimento politoco fondato dalla Sindaca di Battipaglia Cecilia FranceseQuando si scrive qualcosa, per lo meno ne va verificata la veridicità. La questione degli immobili comunali posti nell’elenco dei beni da alienare, e’ davvero esplicativa e testimonia un vecchio metodo di fare politica.

Dire che la Sindaca Francese ha deciso di vendere i beni comunali, facendo finta di cadere dal “pero“ e non conoscere la vicenda amministrativa cittadina, è la cosa più lontana dalla verità che si possa affermare. – prosegue ls nota di Etica – E dunque, per amor del vero, ricostruiamone la storia con atti e date:-Delibera della Giunta Comunale 201 del 2009: il comune di Battipaglia decide di alienare degli immobili comunali.
– Delibera del Consiglio Comunale 76 del 2010 : il Comune di Battipaglia  decide di costituire una societa’ a r.l.  ( denominata societa’ “Veicolo s.r.l.) e di trasferire a questa società i beni comunali da vendere per un valore totale di 18.433.526 euro di cui, l’85% sarebbe dovuto entrare nelle casse comunali.

Quindi il Comune di Battipaglia, a partire da quella data,non ha piu’ il  possesso dei suoi immobili;
Nel 2015 la societa’ “Veicolo s.r.l” viene incorporata dalla societa’ “Alba s.r.l.” alla quale vengono conferiti tutti i beni.

Il Comune quindi, continua a non avere il possesso degli immobili comunali. Fra questi anche l’Americanino (valore di Euro 1.314.281), l’ex tabacchificio (valore di Euro 8.460.000) e il Pala Zauli (valore 890.000!)

Nel frattempo, nel 2013 viene approvato il piano di riequilibrio pluriennale a causa dei debiti del Comune e lo stesso si impegna a vendere il proprio patrimonio per far fronte a tale situazione.

Ogni anno il Comune deve, in sede di approvazione del bilancio, indicare i beni da alienare per onorare il piano (con tanto di verifica da parte della Corte dei Conti)

Che cosa ha fatto la Amministrazione Francese?

1) con delibera del Consiglio Comunale n° 32 del 12/4/2017 (neanche ad un anno dall’insediamento!)  il comune avvia la procedura per  rientrare  in possesso dei beni immobili allora in capo ad Alba s.r.l.
2) avendo sistemato i conti, (cosa che gli anticeciliaci, tendono a dimenticare!), ripianato il disavanzo ed appianato i debiti fuori bilancio per circa 39 milioni di euro, il Comune potrà uscire anticipatamente dal piano di riequilibrio senza essere più obbligato alla vendita dei beni patrimoniali.
3) la fuori uscita dal piano verrà decretata dalla Corte dei Conti a seguito dell’approvazione del rendiconto e fino ad allora con l’approvazione del bilancio è fatto obbligo approvare anche il piano di alienazione dei beni.

Ecco il perche’ della delibera recentemente approvata.

4) nel frattempo gia’ abbiamo avviato la discussione su come utilizzare,in modo produttivo  per la Città, gli immobili comunali, alcuni di importanza strategica!e di cui siamo rientrati in possesso, a partire dal Ex  tabacchificio.

Altro che volontà di vendere gli immobili!

Stiamo proprio su un altro pianeta rispetto a questi mezzucci piuttosto meschini, di far politica. Allora sorge spontanea una domanda – conclude la nota di Etica per il buongoverno – :ma questi ipotetici candidati a sindaco e “anticeciliani” acquisiti della prima ora,  hanno idea di quello che dicono? Aprono la bocca solo per dare aria ai denti e per sputare un po’ di veleno sulla Sindaca?

Eppure sanno di dire falsità

Battipaglia, 1 maggio 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente