Miasmi: Incontro Commissario di Eboli-Sindaco di Battipaglia

La questione dei miasmi al centro dell’incontro tra la Sindaca di Battipaglia Francese e il Commissario di Eboli De Jesu.

Alle assicurazioni del Commissario sugli imminenti lavori di adeguamento all’Impianto di Compostaggio di Eboli e al suo passaggio di gestione all’Ente d’Ambito, la Francese attende la chiusura del Procedimento Penale. Entrambi ignorano il “Triangolo delle puzze” e tutti gli Impianti privati di immondizia di Battipaglia. 

Antonio De Jesu-Cecilia Francese

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLIBATTIPAGLIA – «Ieri mattina, presso il municipio di Eboli, si è tenuto l’incontro col Commissario di Eboli dott. Antonio De Jesu, – scrive in una nota stampa la Sindaca di Battipaglia Cecilia Francese che tiene a precisare è stato possibile grazie ad una sua iniziativa per discutere dei miasmi – che avevo chiesto per potere fare il punto sulla situazione dell’impianto di compostaggio di Eboli, ed i miasmi che da tempo affliggono la nostra citta’!

Il Commissario ha inteso garantire lo svolgimento di tutti i controlli necessari con particolare riguardo alla sostituzione periodica dei filtri, nonché sull’intero processo di lavorazione dell’umido che avviene in quell’impianto! – prosegue la Francese – Il Commissario ha inoltre voluto precisare che l’impianto passerà, a breve, dalla gestione attuale, affidata ad una società privata, a quella dell‘Ente d’Ambito, e che nel frattempo va avanti a ritmo serrato la progettazione per la copertura definitiva dell’impianto stesso. Progetto che dovrebbe essere pronto per la fine del prossimo mese di settembre.

Per realizzare quel progetto, che risolverà definitivamente il problema dei miasmi, che purtroppo al momento periodicamente si ripropone affliggendo la nostra città, sono stati stanziati 1,9 milioni di euro. – Aggiunge la Francese attribuendosi il merito specie per tutte le denunce e le proteste inscenate, proteste ahi noi che hanno funzionato solo per l’Impianto di Compostaggio di Eboli e non per lo STIR e per il Depuratore a a confine dei di due comuni di Eboli e Battipaglia. – Stanziamento per ottenere il quale, fondamentale è stata l’azione di denuncia continua, e i tanti incontri istituzionali, del Comune di Battipaglia.

De Jesu-Francese

Per quanto ci riguarda, – conclude la prima Cittadina di Battipaglia Cecilia Francese che al contrario, invece di chiedere e pretendere l’immediata chiusura dello STIR e l’immediato stop alla realizzazione al suo interno di un ulteriore Impianto di Compostaggio che accoglierà i rifiuti di mezza Regione, e di tutti gli impianti privati che a vario titolo trattano immondizia normale, speciale e pericolosa dislocati nel suo territorio, chiedendone o predisponendone anche il monitoraggio delle emissioni odorigene (puzze) individua nel solo impianto di compostaggio, che comunque lavora al di sopra felle sue potenzialità e necessita dei sicitati lavori per renderlo definitivamente idoneo, adotta uno “strabismopolitico territoriale e un odorato “selettivo” ad usum delphini, che non ci convince affatto, specie dopo l’incontro tenuto con il Commissario Prefettizio ebolitano, il quale, per la verità ogni qualvolta sembra faccia qualche cosa che sembra buona ne fa due sbagliate – restando convinti che quell’impianto dovesse essere chiuso in attesa degli indispensabili lavori di adeguamento, rimaniamo in attesa della conclusione del procedimento penale aperto dalla magistratura!

Campa cavallo….. verrebbe da dire pensando alla “conclusione del procedimento penale” che invoca la Francese. Accontentarsi di una risoluzione che viene da un Palazzo di Giustizia anziché trovare una risoluzione politica, e nei Palazzi politici, atteso il ruolo che si attribuisce agli organismi istituzionali elettivi è la cosa più sbagliata che si possa fare.

STIR – Battipaglia

Innanzi tutto noi siamo ancora in attesa di conoscere con esattezza:

  • Quanti sono gli Impianti privati che trattrano Immondizia nel Comune di Battipaglia?
  • Chi sono i proprietari?
  • Chi li ha autorizzati?
  • Quando è stata rilasciata loro l’autorizzazione?

Depuratore Asi Battipaglia a confine con Eboli

Vorremmo sapere ancora perché sia il Comune di Battipaglia che quello di Eboli continua ad ignorare l’esistenza del “Triangolo delle puzze e degli inquinamenti” costituito: Dallo STIR di Battipaglia; Dal Depuratore in zona ASI di Battipaglia; Dall’Impianto di Compostaggio di Eboli.

Intanto prendiamo atto che la classe politica degli ultimi 20 anni, ivi comprendendo le gestioni Commissariali ordinarie e speciali, non è stata capace di risolvere alcun problema di questo tipo, atteso tutti gli sversamenti, i siti di stoccaggio e le discariche che sono state dislocate in questi territori, ma prendiamo anche atto che siamo in piena campagna elettorale e si sa tutti prendono la distanza dai problemi e tutti vorrebbero intestarsi le risoluzioni che al contrario la memoria implacabile condanna.

Prendiamo atto altresì che non vi è solo l’immondizia a tener banco e negli ultimi giorni oltre ai servizi sociali ci si sono messi anche i conti comunali e le bordate che l’ex assessore e vice Sindaco della Francese Giuseppe Provenza ha portato avanti in direzione dell’Amministrazione, conti che sono oggetto di interpretazioni diverse ma che comunque hanno dato fiato all’opposizione con Provenza ora candidato nel Centrosinistra con Antonio Visconti, alle quali ha dato una risposta a SudTv l’Assessore Maria Catarozzo che chiarisce inequivocabilmente ogni cosa:

Battipaglia, 24 agosto 2021

6 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente