Confesercenti Eboli: I ristori Terna a famiglie e imprese

I ristori di Terna vadano prima a imprese e famiglie di Eboli e Battipaglia: Ammonisce Confesercenti territoriale di Eboli. 

Donato Santimone (Confesercenti Eboli): “La nostra associazione ritiene invece che prima di ristori infrastrutturali questa deve essere l’occasione per Eboli e Battipaglia di avere bollette elettriche piu’ leggere” .

Donato Santimone

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Da oltre un anno le comunità di Eboli e Battipaglia sono prese dalla discussione sul grande investimento di Terna da realizzarsi nei territori di Eboli e Battipaglia. – si legge in una nota del presidente della Confesercenti Territoriale di Eboli Donato SantimoneConfesercenti è da sempre a favore dell’innovazione tecnologica, del risparmio energetico e di maggiori investimenti nel settore delle energie rinnovabili.

Il progetto Terna ci convince perchè è figlio degli accordi di Parigi per ridurre le emissioni di Co2 in atmosfera e ridurre la dipendenza energetica dell’Italia. – prosegue Santimone – È un grande progetto il Tirrenian Link che mette l’Italia e il Sud al centro della innovazione tecnologica.

I territori di Eboli e Battipaglia saranno in Campania quelli interessati da questi grandi lavori. – prosegue ancora il Presidente di Confesercenti di Eboli – Terna, come è noto, quando realizza questi grandi investimenti ristora i territori con infrastrutture per le comunità.

La nostra associazione ritiene invece che prima di ristori infrastrutturali questa deve essere l’occasione per Eboli e Battipaglia di avere bollette elettriche piu’ leggere. – aggiunge il presidente di Confesercenti locale – Terna incassa da ogni bolletta elettrica una quota che va dal 3% e che arriva all’aumentare dei consumi fino al 7%. Ecco questa deve essere l’occasione per i territori di Eboli e Battipaglia di risparmiare sull’energia elettrica.

I sindaci di Eboli e Battipaglia chiedano a Terna di azzerare la quota dispacciamento per le imprese e le famiglie di Eboli e Battipaglia e poi chiedano infrastrutture. – insiste nella richiesta Santimone – Aiuteranno imprese e famiglie e renderanno più attrattivi i nostri territori per le imprese che vorranno localizzare nuovi investimenti perché accanto ai benefici previsti da ZES, incentivi per il Sud e risorse del PNRR per chi investirà avrà qui da noi anche l’energia elettrica costa di meno. – Conclude Donato SantimoneÈ una occasione unica per ridurre i costi dell’energia per chi vive oggi e per chi verrà, come ci auspichiamo, a investire a Eboli e Battipaglia»

Eboli, 14 gennaio 2022

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente