Melchionda attacca Rosania sulla Fascia Costiera

Melchionda: “Farebbe meglio a stare zitto”.

Rosania è l’artefice della cancellazione di ogni prospettiva lungo la zona costiera di Eboli.

Gerardo Rosania

EBOLI – Una risposta quella del Sindaco di Eboli Martino Melchionda all’ex Sindaco Gerado Rosania, che va ben oltre la diplomazia. Melchionda restituisce al mittente le accuse di Rosania e addirittura lo accusa di essere stato il vero e unico responsabile del mancato decollo della Area Costiera ebolitana, dell’abbandono della fascia pinetata, e del fallimento della Marina di Eboli.

Melchionda lo indica come responsabile, avendo voluto, nel corso del suo duplice mandato, che su quell’area non si facesse nulla e avendo voluto che quell’area rientrasse nei SIC (Siti di Interesse Comunitari) con tutti quei vincoli che sono il vero freno al decollo di qualsiasi iniziativa.

…………..  …  …………..

COMUNICATO STAMPA

Martino Melchionda

«L’ultima sparata di Rosania è l’ennesimo autogol di chi, nel tentativo di attaccare a tutti i costi l’amministrazione comunale voluta dagli elettori, non si accorge di essere il vero responsabile di tanto sfascio ebolitano, a cominciare dalla fascia costiera».

Il Sindaco di Eboli, Martino Melchionda, bacchetta il consigliere comunale comunista e spiega i motivi per i quali Rosania, almeno sulla questione fascia costiera, «farebbe meglio a stare zitto».

«Rosania è l’artefice della cancellazione di ogni prospettiva lungo la zona costiera di Eboli – attacca Melchionda – La sua scelta di inserire la pineta nel SIC è stata scellerata. Basti pensare che quella zona pinetata non si potrebbe nemmeno calpestare, tanti sono i vincoli creati».

Per Melchionda, la grande difficoltà della fascia costiera di Eboli parte proprio da quella scelta assunta da Rosania nel periodo in cui era sindaco di Eboli.

«Nella zona è praticamente tutto vietato – spiega ancora il primo cittadino di Eboli –. Questo significa che non è possibile, in queste condizioni, alcuno sbocco, non si possono programmare interventi, è impossibile pensare ad uno sviluppo possibile. Invece di fare ammenda per il danno arrecato al territorio, Rosania ancora una volta si erge a castigatore dei comportamenti, immaginandosi unico depositario dell’azione amministrativa corretta. Farebbe invece bene a chiedere scusa agli ebolitani, ai bagnanti, ai gestori degli stabilimenti balneari, alle loro famiglie ed a quanti avevano intravisto nell’attività balneare estiva un possibile sbocco per le difficoltà occupazionali».

EBOLI, 30 LUGLIO 2010

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Melchionda irriconoscente.

  2. @ pienamente concorde con il sindaco……
    rosania ha la memoria troppo troppo corta.
    è lui il vero artefice dello scempio sul litorale.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente