Resoconto dell’Assemblea sulle Fonderie Pisano

Resoconto assemblea 26 febbraio e lancio giornata di mobilitazione per la chiusura delle Fonderie Pisano il 25 marzo. 

La manifestazione di oggi ha raccolto un vasto consenso ad ampio raggio, che ha messo insieme numerose realtà politiche, sociali, amministrative e associazionistiche. 

Fonderie Pisano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Si è tenuta stamattina, presso il cinema teatro San Demetrio, un’assemblea pubblica partecipata, in vista delle prossime iniziative per ottenere la chiusura delle Fonderie Pisano. – si legge nella nota a firma del Presidente dell’Associazione “Salute e Vita” Lorenzo ForteL’assemblea, che ha visto la partecipazione e l’adesione di tantissimi cittadini, ma anche di molti rappresentanti di Istituzioni, associazioni e movimenti civici, ha lanciato una giornata di mobilitazione per la chiusura delle Fonderie Pisano, prevista per il prossimo 25 marzo.

La manifestazione di oggi ha raccolto un vasto consenso ad ampio raggio, che ha messo insieme numerose realtà, come si evince dagli interventi che si possono visualizzare al link https://fb.watch/bpXZm9bwek/ ed hanno tutti avuto al centro la richiesta rivolta al sindaco di Salerno di non perdere ulteriore tempo e di agire con un’ordinanza contingibile ed urgente per la chiusura immediata dell’opificio, ricordando che il sindaco di una comunità è il primo responsabile della salute dei suoi cittadini.

Alla luce delle certezze sui danni causati da questo stabilimento siderurgico, si è stigmatizzato, all’unanimità dei presenti, il tentativo di perdere ancora tempo, da parte di membri della maggioranza, in primis del presidente della Commissione Ambiente del Comune di Salerno che, nella giornata di ieri, senza aver letto le carte, ha tentato di sminuire le certezze incontrovertibili dello Studio SPES e delle relazioni peritali dei Consulenti Tecnici d’Ufficio nominati dalla Procura.

Non è più tempo di “provare ad approfondire cercando di fare la cosa giusta”, riportando le sue parole, ma è il tempo di atti concreti ed immediati per fermare la strage in corso, che ha già fatto morti ed ammalati e che ogni giorno che si perde, nascondendosi nel “voler studiare ancora le carte”, continuerà a mietere vittime. Ancora più grave sono le sue parole, quando ieri ha invitato i consiglieri dell’opposizione a “non fare politica sulle Fonderie Pisano”. Ovvero, con le sue dichiarazione, che ci provocano profonda indignazione, il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Salerno ha calpestato la dignità dei nostri morti.

Un’altra proposta fondamentale, che verrà messo in campo, lanciata dalla consigliera comunale Elisabetta Barone, la quale ha annunciato anche un’interrogazione urgente al sindaco, è di realizzare un progetto che coinvolga tutti gli Istituti di scuole superiori di secondo grado, utilizzando le ore di educazione civica ambientale previste, per far conoscere alle nuove generazioni la realtà drammatica della Valle dell’Irno a causa del mostro di Fratte.

Tra gli altri, hanno partecipato all’assemblea pubblica:

Elisabetta Barone – Consigliere Comunale Comune di Salerno

Catello Lambiase – Consigliere Comunale Comune di Salerno

Claudia Pecoraro – Consigliere Comunale Comune di Salerno

Nicola Provenza – Deputato Repubblica Italiana

Paolo Fierro – Associazione Medicina Democratica

Raffaella di Leo – Italia Nostra

Giuseppe Criscito – Circolo Arci Marea Salerno

Lucio Schiavone – Circolo Arci Open Lab Baronissi

Matteo Maria Zoccoli – Associazione Voci Libere Pontecagnano

Nadia Bassano – Help Consumatori

Enzo Tosti e Raniero Madonna – Stop Biocidio Napoli

Giulio Condorelli – UdS (Unione degli Studenti) Salerno e Consulta Provinciale Studenti Salerno

Giovanni Fiorito – Associazione Limen Salerno Festival

Matteo Marchetti – Codacons Campania

Angelo Orientale – Associazione Memoria in Movimento

Ruggiero Matteo – Legambiente

Martina Bianchi – Legambiente Circolo Valle dell’Irno

Ciro Caliendo – Comitato “Salviamo piazza Alario”

Maurizio Del Bufalo – Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

Federico Marra Arcangelo – Sinistra Italiana Pontecagnano

Sandro Longo – Collettivo SCP (Sinistra Civica Plurale) Salerno

Gianluca De Martino – Salerno in Comune

Mario Barbirotti – Verdi Salerno

Gaetano Amatruda – Il Pezzo Impertinente

Franco Massimo Lanocita – avvocato amministrativista.

Salerno, 26 febbraio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente