Sinistra e Libertà lancia l'allarme "sforamento" pato di stabilità

Le conseguenze dello sforamento del patto di stabilità

Il Comune di Eboli nell’esercizio finanziario 2009 non ha rispettato il patto di stabilità interno.

È un fatto che si è cercato di far passare sotto silenzio e che in campagna elettorale ci si è guardati bene dal toccare, salvo da parte di Sinistra Ecologia e Libertà.

Eppure quel mancato rispetto del patto può portare a delle sanzioni durissime per la funzionalità del Comune e per i cittadini:

1) Riduzione del 5% dei contributi dello Stato (ossia meno fondi che il Comune può spendere nel 2010 per i servizi ai cittadini!);

2) Limite agli impegni di spesa correnti (ossia alle spese che il Comune può programmare per servizi ai cittadini), che non possono superare il dato più basso fra gli impegni assunti nel triennio precedente (in sostanza si può spendere solo fino a quanto speso in passato! Perciò niente nuovi servizi e taglio di quelli eventualmente aggiunti nel triennio passato!);

3) Divieto di contrarre mutui per opere pubbliche (in sostanza meno investimenti e meno denaro che viene messo in giro dal Comune nelle economie locale!)

4) Divieto di assunzione di personale e di incarichi (in altri termini: meno capacità da parte del Comune di offrire servizi alla città!);

5) Riduzione del 30% delle indennità e dei gettoni di presenza degli amministratori (quindi non una scelta politica, da buon padre di famiglia, come qualcuno ha voluto fare intendere in questi giorni, ma una penalizzazione, per legge, a “cattivi amministratori”);

6) Rischio di aumento dello 0,3% dell’addizionale IRPEF (ossia un ulteriore salasso al portafoglio dei cittadini ebolitani, che già dovranno subire l’aumento della TARSU, perché hanno sbagliato a fare i conti!).

Sinistra Ecologia e Libertà ha presentato apposita interrogazione al Sindaco, perché riferisca al Consiglio su quali, effettivamente, saranno le conseguenze di una pessima gestione del bilancio del Comune, che ha comportato il mancato rispetto del patto di stabilità! Perché si riferisca in Consiglio su quali sono le responsabilità politiche e tecniche di quanto avvenuto.

La Città non può subire queste conseguenze, che ricadranno sul portafoglio degli ebolitani, sulla loro qualità della vita, sulla qualità dei servizi, nel silenzio assoluto di chi l’Amministra.

Si venga in Consiglio a dire cosa è successo, quali saranno le conseguenze per gli ebolitani e se qualcuno verrà chiamato a pagare per quanto avvenuto.

Sinistra Ecologia e Liberta’

Circolo “La Sinistra” – Eboli

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente