Emergenza idrica: Per Natale sarà ripristinata la condotta

La Protezione Civile ha affidato i lavori alla SETE di Battipaglia. Il progetto è dell’Ing. Cozzolino di Napoli, e nel Team ci sono due tecnici ebolitani, Del Mese e Galiano.

L’assessore Regionale Cosenza sul posto con la Protezione Civile, la ditta esecutrice e i tecnici, per coordinare l’intervento. L’emergenza idrica finirà a Natale.

Francesco-Del-Mese_Edoardo-Cosenza_Tonio-Cozzolino

CONTURSI TERME – Ancora 45 giorni e la crisi idrica sarà risolta. L’Assessore Regionale Ed0ardo Cosenza, si è voluto recare sul posto per rendersi conto delle difficoltà e per coordinare gli interventi.

In effetti a seguito dell’alluvione dei giorni scorsi, la violenza delle acque del Sele e del suo affluente Calore, il pilone su cui poggiava la condotta ne è stato travolto, piegandosi su se stesso. La forza distruttrice delle acque ha letteralmente spezzato le tubazione al suo interno e relativa portata di acqua potabile si è riversata nel fiume formando una vera e propria diga che ha peggiorato la situazione dal punto di vista della sicurezza delle aree circostanti.

Maltempo_alluvione_fiume_sele

Mentre il maltempo continua ad imperversare nel salernitano e la pioggia battente fa temere il peggio di quanto già non si sia verificato nei giorni scorsi con la rottura degli argini dei fiumi Calore, Sele e Tanagro, e il rovinoso allagamento di buona parte della Piana del Sele, una delle aree più produttive d’Italia, arrivano due buone notizie: La prima, è che finalmente il Governo Centrale, ha dichiarato lo stato di calamità per la Provincia di Salerno a seguito dell’alluvione dei giorni scorsi; la seconda l’Assessore regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza nelle vesti di Commissario straordinario, si è recato sul posto, tra Contursi e Postiglione, per rendersi conto personalmente dei danni causati all’Acquedotto che tiene a secco oltre 500mila abitanti, e coordinarne i lavori di ripristino attraverso la realizzazione di un By-Pass.

Ma nonostante tutto, a causa del maltempo, la provincia di Salerno uscirà dall’emergenza idrica solo a Natale. Intanto, i lavori per la realizzazione di una nuova conduttura di tre chilometri e 800 metri, che bypassi i punti di rottura dell’acquedotto del basso Sele, e che dureranno almeno 45 giorni, sono stati affidati dalla Protezione Civile, con il criterio della somma urgenza ad una ditta di Battipaglia, la SETE S.r.l..

condotta divelta

Il progetto è stato redatto dall’Ing. Tonio Cozzolino di Napoli, che sarà coordinato da Francesco Del Mese e Santino Galiano, due tecnici ebolitani: il primo coordinerà i lavori; il secondo si occuperà del cantiere.

I lavori, nonostante le difficoltà delle condizioni del terreno e del tempo, sono stati consegnati all’impresa, che ha preso possesso del cantiere e per questo, l’Assessore Regionale alla protezione Civile Cosenza, che con le dimissioni di Guido Bertolaso è anche Commissario straordinario, ha voluto recarsi sul cantiere tra i comuni di Contursi e Postiglione, per incontrarsi con l’impresa, i tecnici e la Protezione Civile, per rendersi conto dello stato dei luoghi, coordinare gli interventi progettuali e costruttivi e assicurarsi che tutto inizi bene, per effettuare nei tempi previsti (45 giorni), il ripristino ed il relativo funzionamento della condotta idrica, e mettere fine all’emergenza idrica di buona parte della Provincia di Salerno.

Pilone divelto sul sele

Condotta acquedotto sele Lavori

17 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente