All’Accademia di San Pietroburgo mostra delle opere degli alunni del “C. Levi”

In mostra alla Start Accademia di San Pietroburgo le opere degli allievi del Liceo Artistico “C. Levi” di Eboli.

Giordano: “Pensavamo che questa terra fosse gelida e invece c’è anche il calore delle persone. Ci hanno fatto sentire orgogliosi di essere italiani, la città poi è così bella costruita e gemellata con l’Italia ci rende particolarmente orgogliosi”.

i docenti Volanti Trotta Giordano Perinzano

di Ornella Trotta

SAN PIETROBURGO – È stata inaugurata ieri, mercoledì 11 maggio, nella Start Accademia di San Pietroburgo, galleria e scuola d’arte, la mostra dei lavori degli allievi della scuola. Si tratta di  riproduzioni di opere in ceramica raffiguranti sculture zoomorfe e antropomorfe, realizzate in maiolica con riferimenti di carattere fantastico-mitologico, di lavori di rilievo architettonico, di opere grafiche e di oggettistica in legno. Le creazioni in vetrina sono il frutto del lavoro di tutte le classi dell’Istituto svolto con la supervisione dei docenti.

La mostra sarà visitabile fino a giugno.

Dopo la visita all’Accademia delle Arti di San Pietroburgo, dove sono stati ricevuti dal vice rettore  Skliarenko Andrej Nikolaevic, i dodici studenti modello, vincitori del viaggio premio a San Pietroburgo, hanno potuto confrontarsi con le prestigiose scuole russe, con i loro allievi e i loro docenti.

Particolare rilievo è stato conferito alla cerimonia di inaugurazione della mostra per la presenza  dell’addetto culturale italiano Giorgio Mattioli, del pittore russo Lednev Valery Alexandrovich, del direttore del’associazione per i rapporti Italia-Russia Natalia Markova, della curatrice dell’evento  espostivio Olga Matveeva e del dirigente scolastico Giovanni Giordano.

Ha fatto gli onori di casa Natalia Markova che ha introdotto sottolineando l’importanza della vetrina espositiva: “Qui fanno le loro esposizioni i migliori pittori di San Pietroburgo e delle altre città russe. La città di Eboli è la prima città italiana ad esporre le opere dei suoi artisti in questo locale, sono sicura che la mostra sarà molto visitata perché questa è una galleria prestigiosa”.

mattioli, Giordano Perinzano

Entusiasta Giorgio Mattioli, addetto culturale dell’Istituto di Cultura di San Pietroburgo: “Ringrazio gli studenti, i docenti e il preside convenuti qui a San Pietroburgo. Credo abbiate avuto consapevolezza del fatto che San Pietroburgo è una bellissima città, con un grande spirito italiano. Mi riferisco agli architetti italiani che qui hanno lavorato. Voi portate la testimonianza della vostra capacità artistica, del vostro impegno e questo è il miglior esempio di collaborazione. Ritornate ad Eboli pieni di idee e con le sensazioni migliori di questa antica capitale della Russia, la seconda città della Federazione Russa”.

Dopo i saluti dell’addetto culturale italiano ha preso la parola il professore Lednev Valery Alexandrovich, famoso pittore: “Spero che le giornate che avete trascorso qui a San Pietroburgo siano state bellissime per voi giovani artisti, anche il tempo vi favorisce, avrete portato sicuramente voi dall’Italia questo sole. Credo che vi sarà di grande aiuto la visita a San Pietroburgo e saranno di grande aiuto ai nostri studenti le opere che avete portato qui. Mi ritengo una persona fortunata per aver visitato la vostra bellissima terra. Vi auguro di diplomarvi, di fare delle importanti tesi e di lavorare bene per il futuro del vostro Paese”.

La curatrice della mostra Olga Matveeva ha elogiato gli studenti: “Siamo molto lieti di avervi qui tra noi, i nostri professori sono rimasti colpiti dalla maestria con la quale avete eseguito le opere che avete portato, siamo lieti della vostra presenza qui e anche in futuro saremmo molto lieti di rivedervi tra noi. Speriamo che possiate tornare a San Pietroburgo come pittori già affermati”.

Il preside Giovanni Giordano ha dichiarato: “Vi ringrazio perché ci avete fatto sentire orgogliosi di essere italiani, vedere una città così bella costruita e gemellata con l’Italia ci rende particolarmente orgogliosi. Credo che ciò inorgoglisca anche i nostri ragazzi che, per essere i più bravi dell’istituto, hanno meritato questo viaggio premio a San Pietroburgo. Vogliamo premiare le eccellenze, vogliamo che siano gratificate dal lavoro che fanno. Pensavamo che questa terra fosse gelida e invece abbiamo appurato che, oltre al clima, c’è anche il calore delle persone”.

Il rientro in Italia è previsto stasera.

L’iniziativa è stata patrocinata dalla Provincia di Salerno e dal Presidente del Consiglio Provinciale Fernando Zara. I rapporti con le associazioni estere sono stati curati dall’associazione Dioniso e dal suo presidente Gino Saia.

San Pietroburgo, 12 maggio 2011

……………………….  …  ……………………….

Per info: 338/9059154

.

In allegato:

  1. foto attestato dell’Associazione per i Rapporti Italia-Russia
  2. foto di gruppo (da destra i docenti Bartolo Volanti e Ornella Trotta, al centro il preside Giovanni Giordano, a sinistra  il docente Vincenzo Perinzano e gli allievi Piera Busillo, Damiano Busillo, Maria Grazia Battipaglia, Emilia D’Arminio, Nicoletta Ginetti, Federica Napolillo, Lidia Palladino, Pavel Petraglia,Valentina Ravallese, Antonio Risi, Francesca Scarpa, Nicol Vincenzo)
  3. un momento della cerimonia di inaugurazione della mostra
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente