SALERNO E’ CON DE LUCA. CIRIELLI E’ IL VERO SCONFITTO. SI DEVE DIMETTERE

Le dimissioni di Cirielli sono la conseguenza politica del risultato elettorale.

Lo scontro istituzionale Comune di Salerno/Provincia di Salerno e esasperato dallo scontro diretto DE LUCA-CIRIELLI non prevede il pareggio. Vuole un solo vincitore.

Risultati definitivi amministrative 2011 Salerno

Ore 04,31 – SALERNO – Le ultime proiezioni delle elezioni amministrative che eleggono Sindaco e Consiglio Comunale ormai non danno nessuna altra speranza a chi non vuole accettare una verità che si vedeva nell’aria e che solo Edmondo Cirielli e il corollario dei Ministri del Governo Berlusconi che ad uno ad uno sono approdati a Salerno per sostenere la Candidata per “conto Terzi” Anna Ferrazzano. Edmondo Cirielli in testa, da Renato Brunetta, ad Altero Matteoli, da Ignazio La Russa a Maurizio Gasparri, da Denis Verdini a Gianni Alemanno, per finire al Presidente del Consiglio Berlusconi che ha fatto bene a “chiudere” la campagna elettorale di Salerno a Napoli incoronando la Ferrazzano Sindaco di una Salerno immaginaria.

Tutti nei loro incontri e nei loro comizi hanno descritto un’altra Salerno, una Salerno ferma nelle illusioni di De Luca, avvolta dal clientelismo e fuori dal mondo oltre che fuori dal circuito nazionale. Sono venuti a fare campagna elettorale contro Salerno fino ad offendere i salernitani, e gli elettori lo hanno capito, attribuendo al Sindaco uscente Vincenzo De Luca un risultato al di la di ogni previsione. Hanno sistematicamente sfregiato Salerno chiudendo tutti i cassetti dei soldi, pensando di ridurre Salerno alla miseria ed hanno riversato tutto il loro potere a sostegno di quello che il Presidente della Provincia Edmondo Cirielli, ha messo in campo per sconfiggere De Luca e consolidare un suo potere personale vuoto di ogni iniziativa e senza prospettive politiche per l’intera provincia, circondandosi di uomini per niente all’altezza dei ruoli a loro regalati che , evidentemente gli raccontavano altre cose e gli disegnavano altri scenari.

Il vero sconfitto, in questa campagna elettorale è proprio il Presidente della Provincia Edmondo Cirielli, che nella sua spregiudicatezza politica, ha abbandonato il suo triplo ruolo istituzionale di Presidente della Provincia, di Deputato e di Presidente della Commissione Difesa della camera dei Deputati e si è buttato “scarpe e calze” in questa competizione elettorale, alzando il livello dello scontro e facendo diventare questa competizione, la più violenta che la storia della politica ricordi.

Se avesse perso De Luca non ci sarebbe stato scampo per lui, ma adesso che il verdetto delle urne è così chiaro non ci sono equivoci, Cirielli si deve dimettere. La conseguenza politica di quello che si è voluto rappresentare indirizzando la partita ad uno scontro istituzionale Comune di Salerno-Provincia di Salerno e uno scontro diretto DE LUCA_CIRIELLI. Scontro che non prevedeva un pareggio e nel quale uno solo dei due sarebbe stato il vincitore seppellendo, per contro, il proprio avversario. La inevitabile conseguenza sarebbero le dimissioni di Cirielli, il suo apparato non ha più la maggioranza che lo ha eletto, e il suo peso politico inevitabilmente viene ad essere misurato nel misero risultato che ha raggiunto la povera ed illusa Anna Ferrazzano.

Al risultato eccezionale di De Luca fa da contrappeso il misero bottino della candidata Anna Ferrazzano, ma anche ad un misero risultato della Rosa Egidio Masullo, e un deludente risultato di Salvatore Gagliano, mentre rispetto ai mezzi e all’improvvisato impegno è da ritenersi una ottima performance quella di Andrea Cioffi, così come è stata solo una testimonianza quella di Valerio Torre.

Disegnare “pricipati” come per tornare al Medio Evo non ha portato a nessun risultato per chi si ostina a seguire quella strada. Salerno ha approvato il modello di Città che in questi anni Vincenzo De Luca ha disegnato e con questo voto vuole che vada avanti. Il voto non si presta a nessuna altra interpretazione se non a questa, così come il voto disgiunto non ha rappresentato che un ulteriore riconoscimento al Sindaco Uscente, quasi a dire: noi votiamo la tua coalizione , ma votiamo essenzialmente te.

De Luca stravince le elezioni amministrative 2011 e le sue liste conquistano 21 Consiglieri Comunali a fronte dei 9 del PdL e dei due della Lista di Gagliano. Secondo le attuali proiezioni non avranno rappresentanti ne la Masullo, ne Cioffi e Torre.

Salerno, 17 maggio 2011, aggiornato ore 13,31

8 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente