"Denis Verdini" tag

Battipaglia: Gazebo per il NO al Referendum

BATTIPAGLIA – Domenica 25 settembre 2016, ore 9.30, gazebo in piazza a Battipaglia per dire NO alle Riforme Costituzionali.
In piazza per dire NO ad una delle riforme costituzionali più ambigue della storia del nostro Paese, che stravolge o modifica ben 47 articoli della nostra Costituzione.

Referendum Costituzionale: Il Coordinamento per il NO a Eboli scende in Piazza

EBOLI – Il variegato Coordinamento per il NO scende in Piazza per la seconda domenica consecutiva.
La Portavoce Ciao: ”Vogliamo solo difendere la Costituzione e la Democrazia!” Rosania: “Ringraziamo ancora questa testata giornalistica, per l’attenzione e l’indipendenza manifestata”.

Eboli: Assemblea pubblica del “Comitato Per il No”

EBOLI – Venerdì 5 febbraio, ore 18.00, Aula consiliare, Eboli, 1^ assemblea pubblica del “Comitato Per Il No” al referendum sul ddl Renzi-Boschi.
Intervista in esclusiva al Prof. Vincenzo Cicalese tra i promotori referendari per il NO al DDL Boschi-Renzi in città, che insieme ad altre forze sociali stanno dando vita al comitato: ”La nostra è inequivocabilmente una battaglia per la salvaguardia della democrazia.”

Grand Hotel Salerno, Festa Nazionale di Scelta Civica

SALERNO – 26 e 27 settembre 2015, Grand Hotel Salerno, Festa Nazionale di Scelta Civica: Ecco il programma ufficiale.
D’Avenia: “Tante le presenze autorevoli chiamate a confrontarsi sui temi di maggiore attualità ci sono: Enrico Zanetti, Angelino Alfano, Pier Paolo Padoan, Maria Elena Boschi, Vincenzo De Luca Mara Carfagna ..e altri”.

Letta incassa la fiducia, Berlusconi la sconfitta. Alfano è il nuovo leader della Destra

ROMA – Berlusconi si arrende, è all’angolo. Si alla fiducia dal Senato. Dopo la “Congiura dei Ministri” il Pdl è a pezzi, si spacca, nasce un nuovo gruppo.
Il governo incassa il “SI” del Senato con 235 voti a favore e 70 contrari. Berlusconi costretto al dietrofront ma il suo Partito si spacca lo stesso: alla Camera si forma un altro gruppo. Un altro vertice Alfano-Cavaliere. In serata la nota di Napolitano.

Rivoluzione Civile candida alla Camera l’ebolitana Assunta Nigro

EBOLI – Rivoluzione Civile, la Lista di Ingroia, nel Collegio Camera Campania 2, punta sull’ebolitana Assunta Nigro per catturare consensi nella Piana del Sele.
Nigro: “Sarò una voce costante che ricordi, a chi di dovere, la ferma volontà di noi tutti cittadini normali a rivendicare il diritto ad avere finalmente una società diversa che assicuri, come Costituzione e giustizia imporrebbero, condizioni di vita e di lavoro umane e dignitose”.

Confusione nel PDL di Battipaglia: I Giovani chiedono chiarezza

BATTIPAGLIA – Giuseppe Salvatore coordinatore di “Giovane Italia” “richiama” i grandi: Il Partito è allo sbando. Regna confusione e sconcerto.
I giovani del Popolo della Libertà chiedono ai grandi maggiore chiarezza. Accade di tutto intorno a loro e non sono affatto coinvolti: non c’è chiarezza, chiedo una presa di posizioni del gruppo consiliare e del coordinatore Carmine Pagano.

Eccolo con i suoi trucchi: Berlusconi il “piazzista” irrompe nella comunicazione

ROMA – Berlusconi fa il furbo, per evitare la Piazza dice di essere in pericolo e per partecipare ai dibattiti televisivi si proclama Capo della Coalizione.
Chi sono quelle “certe autorità” che ritengono Berlusconi in pericolo? Gli stessi che hanno suggerito la Lettera che ha consentito al Governo berlusconi di massacrare gli italiani? E’ o non é il capo della Coalizione di centrodestra? Maroni dice di no.

Berlusconi si dimette? Prima la Legge di Stabilità, dopo il “diluvio”

ROMA – Il governo sotto quota 316. Berlusconi non ha più la maggioranza. Bossi lancia Alfano Premier. Scendono le quotazioni di Monti.
Il Rendiconto dello Stato è passato, ma gli astenuti sono più dei votanti. Il governo non raggiungere la fatidica quota 316 e Berlusconi va al Quirinale, ma non molla, chiede 15 giorni.

Crisi, incontro Berlusconi – Napolitano

EBOLI – Il capo del governo presenta al Capo dello Stato le misure economiche del governo.
Galan assicura: Il premier non si dimette. Silvio Berlusconi a colloquio anche con Bossi e in serata con i vertici Pdl.

SALERNO E’ CON DE LUCA. CIRIELLI E’ IL VERO SCONFITTO. SI DEVE DIMETTERE

SALERNO – Le dimissioni di Cirielli sono la conseguenza politica del risultato elettorale.
Lo scontro istituzionale Comune di Salerno/Provincia di Salerno e esasperato dallo scontro diretto DE LUCA-CIRIELLI non prevede il pareggio. Vuole un solo vincitore.

Il pugno di B & B (Berlusconi & Bossi): federalismo municipale varato per decreto

Federalismo: La diretta. Ecco come si uccide il Sud e si calpesta la Costituzione. PD: Inaudito, approvato dal Consiglio dei Ministri il Decreto bocciato in Parlamento. ROMA – Si propone la cronaca diretta…

Cirielli e Cosentino tentano la “spallata” a Caldoro

NAPOLI – Caldoro è in pericolo: La spallata che non è riuscita con i falsi dossier potrebbe verificarsi con la Sanità e i rifiuti.
Cirielli è più bravo a dividere che a costruire. Con Cosentino è in cattiva compagnia. Si vuole lottizzare politicamente la sanità campana.

E la Carfagna fa tremare il Governo e Berlusconi: E’ guerra di potere

ROMA – Invidia, competizione e potere alla base del fuoco incrociato sul Ministro Carfagna. All’orizzonte spunta l’asse Mussolini-Cosentino-Cirielli.
Mara Carfagna minaccia le dimissioni da Ministro e dal PdL e stana i suoi avversari. Ma nel PdL è “caccia all’untore”.

Violante disconosce Cardiello fa ricorso e si rivolge a Verdini

EBOLI – Cardiello è un giocatore in campo che all’improvviso diventa “arbitro. Il suo rinnovamento dura da 4 legislature ma nessuno se ne è accorto.
Violante ricorre ai vertici nazionali del PdL e accusa: “Atto del peggior fascismo”.

Giù le mani dal nostro Presidente Napolitano

ROMA – Il Quirinale: “Chi pensa che il Capo dello Stato tradisca la Costituzione, ha il potere e il dovere di chiederne la messa in stato d’accusa”.
Una melma vuole mettere in discussione Giorgio Napolitano? Via dai Palazzi, aprite le finestre, fate uscire quest’aria maleodorante.

Cirielli ritorna Carabiniere e "scarica" Sica dall'Aeroporto

PONTECAGNANO – Il PD: E ora Sica lasci anche la poltrona di Sindaco –
Sica non poteva essere Assessore Regionale; non può essere Presidente dell’Aeroporto; perché rimane ancora a fare il Sindaco?

Ben venga nuovo programma di governo

ROMA – Senza Verdini, La Russa e Bondi, migliorerebbe il PdL e faciliterebbe il dialogo con Futuro e Libertà per l’Italia.
Fisco, giustizia, federalismo e piano per il Sud, sono la base di partenza su cui si può convergere se Berlusconi scegliesse la via della discontinuità, più volte indicata da Casini.

Dichiarazione di Voto di Franceschini alla Came ra, sul Caso Caliendo

ROMA – Si propone ed integralmente, la dichiarazione di voto che l’On. Dario Franceschini ha rilasciato alla Camera dei Deputati, nella occasione del dibattito sulla sfiducia al Sottosegretario Caliendo, coinvolto nello scandalo eolico…

Il PD di Pontecagnano sfiducia Ernesto Sica

PONTECAGNANO – Riceviamo e pubblichiamo il seguente Comunicato Stampa del Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Pontecagnano Faiano, al quale sono allegati anche altri due documenti: La lettera ai Consiglieri Comunali, e la…

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente